Archivio mensile Novembre 2017

Preghiera Che Acceca satana (Insegnata da Gesù).

 

 

«I nostri Passi Devono Procedere Insieme; le nostre Mani Devono Raccogliere Insieme; i nostri Cuori Devono Palpitare all’Unisono; le nostre Anime Devono Avere i Medesimi Sentimenti; i Pensieri del nostro Spirito Devono Formare Unità; le nostre Orecchie Devono Ascoltare Insieme il Silenzio; i nostri occhi Devono Guardarsi e Fondersi in uno Sguardo Solo; le nostre Labbra Devono Pregare Unite, per Invocare Insieme la Misericordia del Padre!».

 

Leggi di più

Testimonianza (Riceviamo e pubblichiamo).

 

Specialmente in Funzione di Questi Ultimi Tempi, il Signore Gesù Manda a Dire di “Offrire Sante Messe in Suffragio a Tutti i Defunti e di Pregare Incessantemente per le Anime Abbandonate da Secoli in Purgatorio, giacché nessuno più si ricorda di Loro, non dimenticando che 40 Anni dei nostri equivalgono ad un’ora trascorsa in Quel pur Santo Luogo di Espiazione”.
Grazie di Cuore e Che Dio Padre Onnipotente ce Ne Renda Merito..

Leggi di più

Testimonianza (Riceviamo e pubblichiamo).

Dopo una giornata faticosa e stressante, guardavo comodamente seduta sul divano un film.
Ad un tratto, sento una Voce Maschile Che mi Dice Queste Testuali Parole: “Vi Lascio Anna”, in Maniera Chiara e Distinta. 
Rimango stupita e non comprendo il significato di Quelle Parole, Che ripeto per riuscire a capirne il senso, ma sono attonita, perché mi era apparso chiaro di aver ricevuto un Messaggio.
L’orologio segna la una e 32, mentre penso e ripenso a Quello Che – distintamente, ho udito, ma c’è qualcosa che mi sfugge e che non riesco ad afferrare, anche se ho la sensazione di non ricordare alcuni Importanti Dettagli uditi prima, si, prima di Quelle Parole! Subito dopo, mi sono recata nella mia stanza e – prima di mettermi a letto, ho preso una pillola che – però, mi è andata di traverso, ...

Leggi di più

Triduo a Gesù Bambino (per Ottenere una Grazia Speciale)

O Gesù Bambino, eccomi ad AprirTi il mio Cuore. Ho Bisogno del Tuo Aiuto! Tu Sei il mio Tutto, mentre io sono nulla. Tu Sei Somma Potenza, io somma indigenza; Tu Santità, io peccato; Tu Bontà Infinita, io invece… Ma non Disdegnare di Guardare la mia nullità; Muoviti a Pietà di me. Non mi Respingere, anche se sono una Creatura miserabile. Detesto le mie colpe e chiedo Umilmente Perdono. Sul Tuo Viso di Fanciullo Splende il più Amabile Sorriso e mi Dice Che Tutto E’ Perdonato. E poiché m’Infondi Confidenza, Lascia Che Ti esponga Ciò Che mi Ha Portato ai Tuoi Piedi… Ti ho Detto Tutto, o Gesù; da Te aspetto Ora una Parola: “Ti sia Fatto Come Desideri”. Dì Questa Parola Onnipotente: io La Sospiro e non partirò di qui se non me La Farai Sentire...

Leggi di più

Testimonianza (Riceviamo e pubblichiamo).

Io Francesca Maria Saitta, in data 11 ottobre 2017 – alle ore 13,00 e guardando il Cielo, noto che le Nuvole formano – in maniera nitida e chiara, il nome “Anna”.
Rimango esterrefatta e leggo e rileggo più volte il nome “Anna”, che rimane lì – fisso nel Cielo! Intuisco subito che è il nome di una Persona molto Speciale, che Vive in Roma.
Questa Persona si chiama Anna ed è per me il mio Angelo Custode, che mi è stata e mi è sempre vicina nei momenti più difficili della mia Vita, infondendomi coraggio e riprendendomi sempre nelle mie cadute.
Anna mi ha preso per mano e mi ha condotto lungo Percorsi Celesti a me sconosciuti, dove la mia Anima ha trovato Riposo e mi ha dato la Ricetta per Vivere la Vera Vita, Dove Gesù mi E’ Padre, Fratello e Amico, e la Dolcezza Infinita d...

Leggi di più

Messaggio del Cristo di Dio (a Giovanni – giovedì 02 novembre 2017/2024 – A.D.).

Dice il Figlio dell’Uomo: “……, scrivi! E’ Bene Che le genti del mondo prendano Atto Che la Storia Cosmica Sta per Ripetersi in Terra, Come già in Cielo, e Che il Padre – anche in Considerazione dei Tempi (apparentemente) moderni, Ha Inviato quaggiù – disseminati ovunque, altri messaggeri e servi della Verità Celeste, che ai Doni Elargiti loro pur Rinunciarono, onde Preparare la Strada al Prediletto dell’Onnipotente Creatore. 
Con gli altri vizi capitali, anche la superbia non appartiene al Creato Intero e – come tale e con altre nefandezze, verrà incatenata ai fianchi dell’angelo ribelle, relegato negli abissi dai Fedeli Angeli del Paradiso. 
Il Giudizio Intermedio Mi Appartiene per Diritto Delegato e ad ognuno Riconoscerò i Meriti e i demeriti, Comminando Gioie...

Leggi di più

Preghiere per i Defunti e per Tutte le Sante Anime Abbandonate in Purgatorio – (02 novembre 2017/2024 – A.D.).

La Novena per i Defunti

 

La Divozione Verso le Anime del Purgatorio col RaccomandarLe a Dio, acciocché Le Sollevi nelle Grandi Pene Che Patiscono – e Presto Le Chiami alla Sua Gloria, E’ Molto Cara al Signore, ed Insieme E’ molto Giovevole a noi, poiché Quelle Sono Sue Eterne Spose, ed all’Incontro Sono Gratissime Verso chi Ottiene Loro la Liberazione da Quel Carcere, o almeno Qualche Sollievo nei Tormenti; onde, Giunte Che Saranno in Cielo, non Si Scorderanno certamente di chi ha Pregato per Esse.

E Piamente si Crede Che Dio Palesi Loro le nostre Orazioni, affinché Preghino per noi...

Leggi di più

Io e Dio (Piero Infante).

Ve vojo riccontà ‘na Storia strana
Che m’è successa propio l’artra settimana

Camminavo pe’ r vialone davanti alla Chiesa der paese
quanno ‘na strana voja d’entrà me prese

Sia chiaro non so mai stato un Cristiano praticante
se c’era un matrimonio, se vedevamo al ristorante

Ma me so sentito come se Quarcuno,
me Dicesse: “dai entra, nu’ c’è nessuno”

Un misto de voja e paura m’aveva preso
ma ‘na vorta dentro, restai sorpreso

La Chiesa era vota, nun c’era nessuno
La voce che ho sentito era la mia, no de quarcuno

C’erano quattro panche e un vecchio Crocifisso de nostro Signore
“Guarda te se a chiamamme E’ Stato er Creatore”

Me gonfiai er petto e da sbruffone gridai: “ So passato pè un saluto”
Quanno na Voce me Rispose: ”mo sei entrato, nu fa lo scemo...

Leggi di più

Sarvato pe n’erore (Piero Infante).

Che è rimasto de na Vita Che Era?

Na lastra de marmo e du fiori per Tera.

So scomparso così, de improvviso

manco er Tempo de salutà er mi fijo, faje un soriso

E mò n’do me trovo? Dar freddo che fà deve da esse Inverno

de certo nu’n è er Paradiso, ma manco l’inferno.

So scampato all’inferno, in quarche modo me sò Sarvato

ma come po’ esse se nu’n ho mai Pregato?

No, no no quarcosa nu’ torna, devo parlà co qurcuno

ma co chi? qua sto solo, nu’n c’è nesuno…

Quanno morì pora nonna er Prete me disse: ora è in Cielo che Prega pe te”

Ma dove? E n’do stanno l’artri morti prima de me?

Solo adesso riesco a vede er disegno completo della mia Vita

Me faccio schifo, ma come rimedià? Ormai è finita

Ho fatto quello che m’è parso… ho sempre rifiutato la Fede

Ricer...

Leggi di più