Archivio giornaliero 26 Settembre 2018

Le Odi Celesti!

Leggi di più

Testimonianza.

 


Una Notte, Disse il Cristo: “Nel Silenzio dell’Alba, abbandonerai la tua dimora, camminando sino all’arena dei Martiri Cristiani
Esattamente ai piedi della Pozza di Quel Sangue a Me Caro, siederai con le spalle alla nuda pietra, guardando alla via che corre nelle viscere della Terra! Là, attenderai la Mia Regale Persona e la Nuova Manifestazione tra gli uomini Rimasti, poiché Io – il Sommo Giusto, Ben Conosco Intimamente Tutte le Anime, coi Ruoli Assegnati ad ogni Figlio di Mio Padre
In molti accorreranno, chiedendo anche Perdono al Mio Cuore Trionfante; non portare alcunché al seguito, affinché le genti vedano Che non di solo Pane potrà Viver l’uomo”.
E’ Parola del Signore.

 

Leggi di più

Lettera a Gesù! (Riceviamo e pubblichiamo).

Mio Amato Signore, Dolce e Tenero Papà del mio Cuore, Questa Sera Attendo la Tua Carezza, così potrò Dormire con la Tua Benedizione.

Sento il Tuo Odore… una Fragranza Umile e Leggera Aleggia nell’Aria, Come Fosse Primavera.

Un Bouquet! Sono i Fiori di Campo Che Tu Hai Creato, Quante Forme e Colori Hai Inventato!  Osservo con Quanto Amore Hai Riempito Tutto.

Perché le Tue Creature non Lo Vedono più? Eppure, Hai Dato loro la Vista per Vedere, gli Orecchi per Sentire, la Bocca per Parlare di Te, la Mente per Pensare a Te e il Cuore per Amare Solo Te.

Abbiamo Sprecato Tanta Bellezza, trasformando, sporcando e disprezzando il Tuo Operato.

Ora, dovremmo fare solo una cosa: con la faccia nel fango, Implorare il Tuo Perdono.

Vorrei Attendere il Tempo Che Rimane senza nessuna spiegazione: ...

Leggi di più

Il Santo Vangelo del Giorno mercoledì 26 settembre 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

Al Cuore Immacolato di Maria, Avvocata nostra. Per Grazia Ricevuta.

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato, lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un forestiero per i Figli di Mia Madre. Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel ...

Leggi di più