Dal Libro del Profeta Geremia 17

 

Così Dice il Signore:

5 «Maledetto l’uomo che Confida nell’uomo, che pone nella carne il suo sostegno e dal Signore si allontana il suo Cuore.

6 Egli sarà come un tamerisco nella steppa, Quando Viene il Bene non Lo vede; dimorerà in luoghi aridi nel deserto, in una Terra di salsedine, dove nessuno può Vivere.

7 Benedetto l’uomo che Confida nel Signore e il Signore È sua Fiducia.

8 Egli è come un albero piantato lungo l’Acqua, verso la Corrente stende le Radici; non teme quando viene il caldo, le sue foglie rimangono verdi; nell’anno della siccità non intristisce, non smette di produrre i suoi Frutti.

9 Più fallace di ogni altra cosa è il Cuore e difficilmente guaribile; chi lo può conoscere?

10 Io, il Signore, Scruto la Mente e Saggio i Cuori, per Rendere a ciascuno Secondo la sua condotta, Secondo il frutto delle sue azioni.

11 Come una pernice che cova uova da lei non deposte è chi accumula ricchezze, ma senza Giustizia. A metà dei suoi Giorni dovrà lasciarle e alla sua fine apparirà uno stolto».

12 Trono di Gloria, Eccelso Fin dal Principio, È il Luogo del nostro Santuario!

13 O Speranza di Israele, Signore, quanti Ti abbandonano resteranno confusi; quanti si allontanano da Te Saranno Scritti nella polvere, perché hanno abbandonato la Fonte di Acqua Viva, il Signore.

14 Guariscimi, Signore, e io Sarò Guarito, Salvami e io Sarò Salvato, poiché Tu Sei il mio Vanto.