Il Santo Vangelo del Giorno Domenica 24 giugno 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Giovanni 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, ma quando leggiamo, comprendiamo Bene Ciò Che Passa innanzi ai nostri occhi? E’ una domanda apparentemente senza senso, ma tutto sembra voler ovunque precipitare, mentre noi manteniamo imperterriti i nostri usi ….. coi costumi! Così come perseveriamo nel voler giocare a più tavoli, quasi ad attendere di vedere se Quanto da sempre Scritto Sarà Vero oppure no.  E là costruiamo i nostri errori, con le disgrazie e gli strani malesseri del Corpo, perché il Creatore Ama aiutare i Propri Figli Fedeli, che – purtroppo e quaggiù, non son poi davvero molti.  E’ quindi lo Spirito a Dover Prevalere e non la materia, che tanti danni procura al nostro Vivere.   Rivediamo le insane abitudini, senza ritenere tali Inviti una inutile Predica, che potrebbe – invece, tornarci utile un giorno; chissà! Buona giornata a tutti, Pregando insieme la Misericordia del Signore e Rendendo Omaggio al Più Grande tra i Nati da donna, Giovanni Battista, il Primo Vero Martire per la Causa del Cielo, Amico di Gesù: Benedetto Sia nei Secoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Dio Padre Onnipotente

(a Lec delle Filippine – 21 maggio 2010, ore 6,50)

 

 

 

 

 

“Figlio, scrivi per Me.  Voglio Risvegliare le Anime assopite, che a questo punto si sono già stancate di attendere il compimento delle Mie Promesse di Gloria.  Una Terra Nuova Attende i Miei Figli Fedeli, e per Essere Certo Che costoro che Vivranno nella Nuova Era sopravviveranno al periodo peggiore dell’esistenza dell’Umanità, Io Ripeto la Mia Promessa …. Io li Solleverò dalla Terra e li Porterò in Luogo Sicuro; essi vi attenderanno il loro ritorno verso un nuovo Paradiso Terrestre, Dove Vivranno a lungo la loro Vita nella Pace e nell’Armonia, con tutti i loro simili, e con tutte le Creature Viventi a cui Io Permetterò di coesistere con i Miei Amatissimi Figli.  Allora si Realizzeranno per i Miei Fedeli Servitori le Parole di Mio Figlio Gesù, Pronunciate nelle Parabole.  A coloro che sono restati Onesti, Fedeli e sempre Vigilanti – attendendo la Venuta del loro Maestro, e che hanno usato Bene i Talenti Affidati loro, Saranno Donate città da governare, secondo le singole capacità.  Il vostro Tempo di Brillare Verrà, Figli Miei, voi sarete i Nuovi Ereditieri del Reame del Cielo sulla Terra”.

(Finito di ricevere alle ore 7).

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

O Spirito Santo, Anima della mia Anima, io Ti Adoro, Illuminami, Guidami, Fortificami, Consolami, Dimmi Quello Che Devo Fare, Dammi i Tuoi Ordini: Ti Prometto di Sottomettermi a Tutto Quello Che Desideri da me e di Accettare Quello Che Permetterai Che mi succeda. Fammi Soltanto Conoscere la Tua Volontà! Amen.

Dal Libro di Isaia (Is 49,1-6)

Ascoltatemi, o Isole, Udite attentamente, Nazioni lontane; il Signore dal Seno Materno mi ha Chiamato, fino dal Grembo di mia madre Ha Pronunziato il mio Nome. Ha Reso la mia bocca Come Spada Affilata, mi Ha Nascosto all’Ombra della Sua Mano, mi Ha Reso Freccia Appuntita, mi Ha Riposto nella Sua Farètra. Mi Ha Detto: “Mio Servo tu sei, Israele, sul quale Manifesterò la Mia Gloria”. Io ho Risposto: “Invano ho Faticato, per nulla e invano ho Consumato le mie forze. Ma, certo, il mio Diritto E’ Presso il Signore, la mia Ricompensa Presso il mio Dio”. Ora Disse il Signore Che mi Ha Plasmato Suo Servo dal Seno Materno per Ricondurre a Lui Giacobbe e a Lui Riunire Israele, – poiché ero Stato Stimato dal Signore e Dio era Stato la mia Forza – mi Disse: “È Troppo Poco Che tu sia Mio Servo per Restaurare le Tribù di Giacobbe e Ricondurre i Superstiti di Israele. Ma io ti Renderò Luce delle Nazioni perché Porti la mia Salvezza Fino all’Estremità della Terra”. Parola di Dio.

Dal Salmo 138

Signore, Tu mi Scruti e mi Conosci, Tu Sai quando Seggo e quando mi Alzo. Penetri da Lontano i miei Pensieri, mi Scruti quando Cammino e quando Riposo. Ti Sono Note Tutte le mie Vie. Sei Tu Che Hai Creato le mie Viscere e mi Hai Tessuto nel seno di mia madre.   Ti Lodo, perché mi Hai Fatto Come un Prodigio; Meravigliose Sono le Tue Opere, Tu mi Conosci Fino in Fondo. Non Ti Erano Nascoste le mie ossa Quando Venivo Formato nel Segreto, Intessuto nelle Profondità della Terra.

Dagli Atti degli Apostoli (At 13,22-26)

In Quei Giorni, Paolo diceva: «Dio Suscitò per Israele come re Davide, al quale Rese Questa Testimonianza: “Ho Trovato Davide, figlio di Iesse, uomo Secondo il Mio Cuore; egli Adempirà Tutti i Miei Voleri. Dalla Discendenza di lui, Secondo la Promessa, Dio Trasse per Israele un Salvatore, Gesù.   Giovanni aveva Preparato la Sua Venuta Predicando un Battesimo di Penitenza a tutto il Popolo d’Israele.   Diceva Giovanni sul Finire della sua Missione: Io non sono ciò che voi pensate che io sia! Ecco, Viene dopo di me Uno, al Quale io non Sono Degno di Sciogliere i Sandali».    Fratelli, Figli della Stirpe di Abramo, e quanti fra voi siete Timorati di Dio, a noi E’ Stata Mandata Questa Parola di Salvezza. Parola di Dio.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Tu, Bambino, Sarai Chiamato Profeta dell’Altissimo perché Andrai Innanzi al Signore a PrepararGli le Strade. Alleluia. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Luca (Lc 1,57-66.80)

Per Elisabetta si Compì il Tempo del Parto e Diede alla Luce un figlio. I vicini e i parenti Udirono Che il Signore Aveva Esaltato in lei la sua Misericordia, e si Rallegravano con lei. All’ottavo Giorno vennero per Circoncidere il bambino e volevano chiamarlo col nome di suo padre, Zaccaria. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome». Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta, e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono Meravigliati.  In quel medesimo istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava Benedicendo Dio. Tutti i loro vicini furono Presi da Timore, e per tutta la Regione montuosa della Giudea si Discorreva di Tutte Queste Cose. Coloro che le Udivano, le Serbavano in Cuor loro: «Che sarà mai questo bambino?» si dicevano. Davvero la Mano del Signore Stava con lui. Il fanciullo Cresceva e si Fortificava nello Spirito. Visse in Regioni Deserte Fino al Giorno della Sua Manifestazione a Israele. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Angelo Santo di Dio, Che Vegli sulla mia Anima e sul mio Corpo, Perdonami Tutto Quello che ha potuto OffenderTi nel Corso della mia Vita.   Proteggimi nella Notte Che si Avvicina e Guardami dalle insidie e dagli attacchi del nemico, perché non Offenda Dio nel peccato. Intercedi per me Presso il Signore, Insieme alla Vergine Maria, a San Giuseppe e a Tutti i Santi, affinché mi Fortifichi Sempre nel Tuo Santo Timore e Faccia di me un Servo Degno della sua Santità. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply