Il Santo Vangelo del Giorno giovedì 14 giugno 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Giovanni 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

Pace e Bene! E’ molto importante ricordare due importanti Figure di Sostegno al Figlio dell’Uomo, Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo, allora Pronti a Difendere la Causa dell’Agnello Immolato. Certo e per alcuni, la storia deve avere una sua umana logica, ma i Cuori Attenti Conoscono l’Epilogo dei Fatti, e la Gloria Celeste Che Scaturì da un Determinato Evento del 24 dicembre 1992 – nella Città dei Martiri Cristiani. Ad ogni buon conto, Collegando gli Scritti alla pubblicata Apocalisse di San Giovanni, riportiamo un Importante Messaggio di Gesù, Riferito ad una Mistica di Roma, Dato recentemente e Afferente ai Tempi Nuovi. Buona e Serena lettura a tutti, nella Grazia del Signore.

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Messaggio di Gesù Cristo

(Roma – 20 agosto 2010)

 

 

 

 

“Figlia Mia Devota, a te Ho Rivelato Tutto Quel Che un Cuore Poteva Contenere e Tollerare, senza Che il Divino Intervento Incidesse più di tanto, affinché coloro che Convivono la tua Lealtà Verso di Me comprendessero Quanto Grande E’ la Misericordia del Cielo per gli Animi affranti e Affaticati.  A te Parlo anche Come un Figlio, perché nella Casa Che Conduci Tenesti in Braccio il Mio Corpo Infante, senza temere alcun inquinamento delle cose, sotto lo sguardo tetro dell’avversario – già sconfitto. Là, la Mamma Mia Celeste Pose il Suo Sguardo, poiché il Padre Onnipotente L’Aveva Inviata a Consolare le tue Carni martoriate dal maligno, che d’un uomo senza Amore si servì. Ma Noi Eravamo lì, Pronti a Sostener i Patimenti d’una Vita Spesa a parlar del Bene, Ch’E’ Cosa Buona se non male impiegata! Non E’ Tempo di Rivelar il Tutto, Che Si Comprenderà a suo Tempo, non più lontano. Con alcuni camminasti a fatica sulla Terra, e li ritroverai seduti Accanto a Me ad Osservar la Stella Gaia e Colma di Sapienza, ad Ascoltar Insieme il Canto del Mare, il Ristabilirsi dell’Armonia dei Suoni sulla Terra, e Ciò dal Fatto Che Io Sono l’Inizio e la Fine, l’Alfa e l’Omega! E’ il Momento di Importanti Sacrifici per via delle Grandi Prove Che Attendono voi di Buona Volontà, sempre più esposti ai duri attacchi Che Permetto si verifichino Proprio per Purificare e Rafforzare lo Spirito contaminato dalle impurità del mondo, affinché siate pronti a CamminarMi al Fianco.  Siete nervosi ma non preoccupati, doloranti ma non disperati, poiché infondo nei Cuori i Doni e la Giusta Consapevolezza Che Potrete Procedere ovunque – anche in mezzo al Fuoco, senza avere danno e senza alcun sostegno umano, scorgendo però l’altrui opera malvagia ad ogni velato sospiro. Piccoli a Me Cari e vituperati persino dai Fratelli più vicini, di già pronti per l’Opera Divina, Produrrete Vino Buono e in Abbondanza, Derivato dalla Migliore Uva della Vigna di Mio Padre, Destinata alle vostre Cure! Riferire agli altri Ciò non E’ Stato Semplice, e non Lo Sarà, ma Io Manifesterò la Mia Potenza a tutti i regnanti contemporaneamente, al punto da sbigottire i più duri di Cuore, che morranno in resistenza alla Parola. Fermati qui dal Divulgare oltre, non Crederebbero ai loro occhi! (continua)………………………………………..”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Mio Dio, io Ti Chiamo. Vieni! Trasfigura Questo Giorno Che comincia. Il mondo Sia Trasformato, Pieno della Tua Gloria e della Tua Dolce Pace, per l’Azione dello Spirito Consolatore. Nessun uomo, Specchio della Tua Gloria Creato a Tua Somiglianza, Rimanga estraneo a Questo Nuovo Giorno, incredulo di Fronte a Tante Promesse.  O Tu Che Parli agli uomini e Arrivi Fino alle Giunture delle Ossa, Fino al Midollo di quelli che Ti socchiudono la loro Vita Come gli Occhi Che Si Risvegliano alla Luce, Risplendi, “Brilla nelle tenebre”. Amen.

Dal Primo Libro dei Re (1 Re 18,41-46)

In   Quei Giorni, Elìa disse Acab: «Va’ a Mangiare e a Bere, perché c’è già il Rumore della Pioggia Torrenziale». Acab andò a Mangiare e a Bere. Elìa Salì sulla Cima del Carmelo; Gettatosi a Terra, Pose la Sua Faccia tra le Ginocchia. Quindi Disse al Suo Servo: «Sali, presto, guarda in Direzione del Mare». Quegli salì, guardò e disse: «Non c’è nulla!». Elìa Disse: «Tornaci ancora per sette Volte». La settima Volta riferì: «Ecco, una Nuvola, Piccola Come una Mano d’uomo, Sale dal Mare». Elìa gli Disse: «Va’ a dire ad Acab: “Attacca i Cavalli e scendi, perché non ti trattenga la Pioggia!”». D’un tratto il Cielo Si Oscurò per le Nubi e per il Vento, e vi fu una Grande Pioggia. Acab montò sul carro e se ne andò a Izreèl. La Mano del Signore Fu Sopra Elìa, Che Si Cinse i Fianchi e Corse davanti ad Acab finché Giunse a Izreèl. Parola di Dio.

Dal Salmo 64

A Te la Lode, o Dio, in Sion. Tu Visiti la Terra e La Disseti, La Ricolmi di Ricchezze. Il Fiume di Dio E’ Gonfio di Acque; Tu Prepari il Frumento per gli uomini. Così Prepari la Terra: Ne Irrighi i Solchi, Ne Spiani le Zolle, La Bagni con le Piogge e Benedici i Suoi Germogli. Coroni l’Anno con i Tuoi Benefici, i Tuoi Solchi Stillano Abbondanza. Stillano i Pascoli del Deserto e le Colline Si Cingono di Esultanza. 

Canto al Santo Vangelo (cf. Gv 13,34)

Alleluia, Alleluia.   Vi Dò un Comandamento Nuovo, Dice il Signore: Come Io Ho Amato voi, Così Amatevi anche voi gli uni gli altri.   Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 5,20-26)

In Quel Tempo, Gesù Disse ai Suoi Discepoli: “Io vi Dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non Entrerete nel Regno dei Cieli. Avete inteso Che Fu Detto agli Antichi: Non ucciderai; chi avrà ucciso Dovrà Essere Sottoposto al Giudizio. Ma Io vi Dico: chiunque si adira con il proprio Fratello Dovrà Essere Sottoposto al Giudizio. Chi poi dice al Fratello: “stupido”, Dovrà Essere Sottoposto al Sinedrio; e chi gli dice: “Pazzo”, Sarà Destinato al Fuoco della Geènna. Se dunque tu presenti la tua Offerta all’Altare e Lì ti ricordi che tuo Fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo Dono Davanti all’Altare, va’ prima a Riconciliarti con il tuo Fratello e poi torna a Offrire il tuo Dono. Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia, e tu venga gettato in Prigione.  In Verità Io ti Dico: non uscirai di Là finché non avrai pagato Fino all’Ultimo Spicciolo!”. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Mio Dio! Mio Dio! Vieni in mio Aiuto, Tu il Longanime Che Usa Misericordia senza fine. Togli la vergogna dalla Terra. Togli il mio peccato. Ho fatto piangere i miei Fratelli, “soffrire la Tua Immagine”. Purifica la sozzura delle nostre labbra, Estrai la radice amara dei Cuori, quando scoppia la collera. Sui nostri volti ci Sia il Riflesso di Cristo.  Lavami e Sarà Puro, Dimentica le mie colpe e Sarà più Bianco della Neve sull’Hermon, da Cui Scende la Benedizione.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply