Il Santo Vangelo del Giorno lunedì 05 febbraio 2018 (2025) A.D. – ManifestaTi nuovamente in Terra, Signore Gesù!

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 Risultati immagini per gif Corone Reali animate

 

 

 

 
 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, leggendo il Santo Vangelo del Giorno, Accompagnati dal Meraviglioso Messaggio del Padre Celeste, appare certo E’ Che la Vita, così com’è concepita, poche sane emozioni riesce a dare! Guardiamoci bene attorno, e vedremo le cose nella loro vera veste, poiché tutto è inventato. Non si parla che di catastrofi, di morti e d’altre cose tristi, mentre i Cuori attendono nuove Gioie, come quando non si ha coraggio di gridare. Se a qualcuno venisse in mente di dire, ad esempio, “il Cristo E’ Tornato, e Si Riapproprierà di Quanto il Padre Ebbe ad Affidare all’uomo!”, condanneremmo il divulgatore di tal Notizia, pur sapendo quanto limitata sia la nostra Conoscenza. A che servirebbe, quindi e per il Padre, il Dare a noi un pur Minimo Preavviso? A nulla, giacché non capiremmo. Ad ogni modo, Quel Che il Signore Fa Conoscere Si Dovrà Riferire al Prossimo nostro, affinché nessuno possa dire – Innanzi agli Angeli, di non aver saputo: “Ammonite i vostri simili e, se non vi Crederanno, abbandonate quei luoghi…… !”. Dio ci Benedica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Dio Padre

(19 gennaio 2010)

“Perdono e Pazienza”

 

 

 

 

 

Piccoli figli Miei, impazienti come tutti i piccoli, dovete Crescere! Dovete Crescere anche in Pazienza. Il Tempo E’ il Mezzo con Cui le Opere Nascono, Si Formano, Crescono, Si Integrano e Intrecciano Secondo un Piano d’Amore Universale del Padre vostro, Che Io Sono. Sapete Che il Perdono Guarisce e, con Questo, Intendo Che per Guarire le Ferite delle vostre Anime E’ Necessario Che Riceviate l’Amore di Dio e Che Perdoniate i vostri Fratelli. Il Perdono Deve Circolare in Tutte le Fibre della vostra Anima e di Anima in Anima, Così Come un Vento di Primavera Che Muove le Cose Leggere ovunque Passa. Sapete Che il Perdono Verso un Fratello, Che vi ha offeso, è difficile, ed è ancor più difficile se vi ha offeso più volte, e ancor di più se continua ad offendervi. Se, poi, è uno della vostra Famiglia, o con il quale siete obbligati a trascorrere parte del vostro Tempo, vi pare impossibile poterlo Perdonare. Guardate Gesù: Esiste offesa Che Lui non Abbia Subito? Esiste peccato Che Lui non Abbia Perdonato? E voi, sapete quanto Lo avete offeso? No, non lo sapete, perché non ne potete portare il Peso. Se lo sapeste, ne morireste di dolore. Per Questo, Io vi Dico Che E’ vostro Dovere di Figli di Dio Perdonare Sempre e Chiunque. Se avete Deciso per il Perdono Incondizionato, Come Autentici Figli di Dio, sapete Che E’ Necessario Che Combattiate i vostri rancori e le vostre ripugnanze e Facciate un Fermo Atto di Volontà, Che Unirete alla Volontà di Dio, perché il Perdono Divino e Umano Si Incontrino e Facciano Accendere la Grazia della Guarigione delle Anime. E, con Questo, Intendo Sia la vostra Anima Che l’Anima della persona che vi ha offeso, Che potrebbe essere ferita più di voi. Dopodiché, Devono Esserci Costanza e Pazienza. La Costanza di Perseverare nel Perdono, Ogni Giorno, Pregando il vostro Dio di Guarire le Anime vostre e le situazioni dolorose, che hanno già causato tante ferite. Ora, Io vi Domando: “Quando siete ammalati, non assumete forse le medicine prescritte Ogni Giorno fino a che la malattia sia stata debellata?”. Anche nelle Vie dello Spirito Accade Qualcosa di Simile. Perseverate nel Perdonare e nel Pregare e, Giorno dopo Giorno, vi accorgerete che, se voi avete fatto la vostra Parte, anche il vostro Dio Ha Fatto la Sua. Si, Verrà il Giorno in Cui vi accorgerete che la situazione dolorosa è mutata, che potete pensare a quella persona che vi ha ferito, senza provare né dolore né rancore. Anche la Convivenza, un Tempo penosa, sarà diventata Piacevole. Quel Giorno, vi accorgerete che la vostra ferita si è Rimarginata e voi siete Beati nella Pace del vostro Signore. Esistono anche le Guarigioni Istantanee, ma, in via ordinaria, il Signore vostro Si Serve del Tempo, perché nel tempo vi Rieduca, affinché non cadiate più negli errori che hanno causato le vostre ferite. Il concorso di colpa è più facile di quanto possiate immaginare e, il più delle volte, da offesi siete diventati anche offensori. Siate Onesti e non cercate scuse, perché Io Scruto i vostri Cuori, ma non abbiate paura, perché Li Osservo con Infinito Amore. Siete sia innocenti che colpevoli. Siete Figli Miei, Desiderati, Creati, Redenti, Amati e Santificati in Cristo Gesù. Accogliete il vostro Dio, Che Viene a Salvarvi, Ogni Giorno, da ogni pericolo, per Condurvi alla Beatitudine Eterna. AmateMi e Sarete Felici. Vi Benedico. Dio, vostro Padre”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 

 
 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate del Vangelo

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Padre, Comincia un’altra Giornata, fatta di incontri, di compiti e di richieste a cui dovrò rispondere. Tu Mi Parlerai Attraverso Tutto Questo. Dammi la Tua Luce perché io possa Sentire la Tua Voce e possa Rispondere alla Tua Chiamata. Dammi la Forza perché Agisca Secondo la Tua Volontà.

Dal Primo Libro dei Re (1Re 8,1-7.9-13)

In Quei Giorni, Salomone Convocò Presso di Sé in Assemblea a Gerusalemme gli anziani d’Israele, tutti i capitribù, i prìncipi dei casati degli Israeliti, per Fare Salire l’Arca dell’Alleanza del Signore dalla Città di Davide, cioè da Sion. Si radunarono resso il Re Salomone tutti gli Israeliti nel Mese di Etanìm, cioè il settimo Mese, durante la Festa. Quando furono giunti tutti gli anziani d’Israele, i Sacerdoti Sollevarono l’Arca e fecero Salire l’Arca del Signore, con la Tenda del Convegno e con tutti gli Oggetti Sacri Che Erano nella Tenda; li facevano Salire i Sacerdoti e i levìti. Il Re Salomone e tutta la comunità d’Israele, Convenuta Presso di Lui, Immolavano Davanti all’Arca Pecore e Giovenchi, che non si potevano Contare né si potevano Calcolare per la Quantità. I Sacerdoti Introdussero l’Arca dell’Alleanza del Signore al Suo Posto nel Sacrario del Tempio, nel Santo dei Santi, Sotto le Ali dei Cherubini. Difatti i Cherubini Stendevano le Ali sul Luogo dell’Arca; i Cherubini, cioè, Proteggevano l’Arca e le Sue Stanghe dall’Alto. Nell’Arca non c’era nulla se non le due Tavole di Pietra, che vi Aveva Deposto Mosè sull’Oreb, Dove il Signore Aveva Concluso l’Alleanza con gli Israeliti quando uscirono dalla Uerra d’Egitto. Appena i Sacerdoti furono usciti dal Santuario, la Nube Riempì il Tempio del Signore, e i Sacerdoti non poterono rimanervi per Compiere il Servizio a Causa della Nube, perché la Gloria del Signore Riempiva il Tempio del Signore. Allora Salomone Disse: «Il Signore Ha Deciso di Abitare nella Nube Oscura. Ho Voluto Costruirti una Casa Eccelsa, un Luogo per la Tua Dimora in Eterno».  Parola di Dio.

Salmo 131

Sorgi, Signore, Tu e l’Arca della Tua Potenza.  Ecco, abbiamo Saputo Che Era in Èfrata,  l’abbiamo Trovata nei Campi di Iàar.  Entriamo nella Sua Dimora,  Prostriamoci allo Sgabello dei Suoi Piedi. Sorgi, Signore, Verso il Luogo del Tuo Riposo,  Tu e l’Arca della Tua Potenza.  I Tuoi Sacerdoti si Rivestano di Giustizia  ed Esultino i Tuoi Fedeli.  Per Amore di Davide, Tuo Servo,  non Respingere il Volto del Tuo Consacrato.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia.  Gesù Annunciava il Vangelo del Regno e Guariva Ogni Sorta di malattie e infermità nel Popolo.  Alleluia. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Marco (Mc 6,53-56)

In Quel Tempo, Gesù e i Suoi Discepoli, Compiuta la Traversata Fino a Terra, Giunsero a Gennèsaret e Approdarono.   Scesi dalla Barca, la gente subito Lo Riconobbe e, Accorrendo da tutta quella Regione, Cominciarono a PortarGli sulle barelle i malati, Dovunque Udivano Che Egli Si Trovasse.    E Là Dove Giungeva, in Villaggi o Città o Campagne, Deponevano i malati nelle Piazze e Lo Supplicavano di Poter Toccare Almeno il Lembo del Suo Mantello; e quanti Lo Toccavano Venivano Salvati.   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Mio Dio, un’altra Giornata E ‘ Terminata, come tutte le altre, senza Miracoli. Da tanto tempo ormai sopporto a fatica i miei limiti. Tu Che Puoi Tutto, non Vuoi Fare un Miracolo, anche Piccolo, per me, un Miracolo Che Potrebbe Cambiare Tutto? Invece no: mi Fai portare questo fardello. Che peccato! Ma Tu non Euoi negare di essere in parte Responsabile di questa fastidiosa Storia; allora io Scopro che non sono affatto solo, e Ciò deve bastarmi anche per Questa Sera.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply