Il Santo Vangelo del Giorno lunedì 23 aprile 2018 (2025) A.D. – Nel Nome di Dio Padre Onnipotente: ManifestaTi Nuovamente in Terra, o Cristo Gesù!

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

L'immagine può contenere: pianta, fiore, notte, spazio all'aperto e natura

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, leggendo i Passi del Vecchio e Nuovo Testamento si ha la netta Prova Che dal Cielo Tenevano Molteplici Contatti con gli uomini, quasi a Voler Recuperare il precedente Riferimento, Interrottosi per disobbedienza delle Creature. Il Padre Manifesta ancor di Sé Mediante il Figlio, da molti poi e a torto non Ritenuto Tale. Ma in fondo, in Cosa Si Sostanzia il Rapporto con il Creatore? Quando proviamo delle Sensazioni nemmeno ci chiediamo Donde Provengano, come Fosse Tutto normale; tentiamo di compenetrarci in Esse, esaminando le Emozioni Che Ne Derivano. E’ la Sensibilità e la non distrazione che negli uomini fanno la differenza, poiché alcuno potrà dirsi lontano dal Signore, nostra Stessa Fonte di Vita. Dunque, non fasciamoci la testa guardandoci troppo attorno, perché il nostro E’ Dio di Gioia e Semplicità, d’Amore ed Umiltà, di Carità Interiore e Abbandono, peculiarità Che Solo Lui ci Può Donare. A prescindere dalle sorti terrene d’ognuno, riteniamoci quindi già Premiati, poiché Son Questi i Tempi dei Profeti, e Beati saran coloro che Contempleranno Nuovamente il Giusto Re, il Leone della Tribù di Giuda, per l’appunto! Oggi, con Gli Altri, Festeggiamo San Giorgio, Colui Che Combatté il drago: sarà anche per noi una battaglia – quaggiù, Che Vinceremo Solo Grazie all’Aiuto Divino! Un Fraterno Abbraccio.

 

 

 

 

 

 

Risultato immagine per immagini san giorgio

 

 

 

 

Messaggio di Gesù e Maria

(a JNSR – Marsiglia 27 novembre 2010)

 

 

 

 

 

Oh Dio Mio, Cos’E’ Questa Potenza e Questa Grandezza Che Scendono nel mio Cuore? “E’ il Tempo di Maria, la Mia Santissima Madre, E’ il Tempo dello Spirito Che Vive Pienamente in Lei. Tutto Ciò Che Giungerà nel tuo Spirito Sarà la Realizzazione Stessa del “Magnificat”. Mediante Ella, il Signore Farà Meraviglie, Santo E’ il Nome di Dio in Quello di Maria. Voi vedrete allora coloro che Dio Ha Scelti per Costruire con Lui “Questa Nuova Terra con i Suoi Nuovi Cieli”. Gli scelti verranno da ogni parte con del lavoro per tutti.

– Io non Ricostruirò su delle rovine.

– Io Costruirò Questo Nuovo Mondo, Togliendo, anzitutto, ogni traccia del vecchio.

– Ecco Che Arriva l’Opera di Dio, Che Dirigerà gli operai che sono già al Lavoro per Riformare con Dio: “Le Basi Divine Che non Verranno mai annientate”.

La Roccia prenderà il Suo Posto. Da Lui Si Innalzerà Questa Terra Novella alla Cui Edificazione parteciperà ogni uomo Scelto da Dio. Gesù Cristo, Il Vivente. Amen. Questo Vangelo finirà nello stesso tempo che gli Avvenimenti che formano la Marcia di questo Tempo verso la fine, Avvenimenti che cominceranno a sparire per lasciar posto all’Aurora dei Tempi di Grazia Divina. Dio Invia la Sua Santa Madre per AnnunciarLo. Come Ella Lo Fece per AnnunciarMi a quelli che Mi attendevano già, i poveri pastori, coloro che oggi sono ancora i Guardiani del Mio Gregge. Voi tutti che li cercate:

– nella dimenticanza dei nodi del passato.

– nel fango dove sono scivolati.

– nella dimenticanza ove son voluti divenire prigionieri, continuate a cercarli, perché senza di loro Dio non può ManifestarSi.

Egli Ha Promesso a Suo Padre di RiunirGlieli. Io Porrò innanzi ad ognuno di voi le Indicazioni Necessarie, poiché ora voi sapete parlare e comprendere solo a metà il Progetto di Dio, pure in Parabole. Non temere, tu parteciperai alla Mia Opera. Altrimenti, perché l’Avrei Io Scritta in te? Va’, Figlia Mia, ogni giorno Ringrazia Colui Che ti Ha già Fatto a Immagine della Sofferenza del Resuscitato. Tutta Offerta al Suo Purissimo Amore. RingraziaLo per Quello Che Egli Ha Fatto per te. Io Sono la Madre Che ti Benedice”.

Maria, Madre di Dio e Madre degli uomini.

Gesù Cristo, l’Amatissimo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 
 
 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 
 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Tu Solo Sei il Buon Pastore e il Vero Re. La Tua Corona Fu una Corona di Spine, il Tuo Scettro un Simbolo di Sacrificio. Concedici la Grazia di Usare il nostro potere al Servizio del Prossimo e di Essere, Come il Buon Pastore, la Porta Attraverso la Quale altri Entreranno nel Regno. Amen.

Dagli Atti degli Apostoli (At 11,1-18)

In Quei Giorni, gli Apostoli e i Fratelli Che Stavano in Giudea Vennero a Sapere che anche i pagani Avevano Accolto la Parola di Dio. E, quando Pietro Salì a Gerusalemme, i Fedeli circoncisi Lo rimproveravano dicendo: «Sei entrato in casa di uomini non circoncisi e hai mangiato insieme con loro!».   Allora Pietro cominciò a raccontare loro, con ordine, dicendo: «Mi Trovavo in Preghiera nella Città di Giaffa e in Estasi ebbi una Visione: un Oggetto Che Scendeva dal Cielo, Simile a una Grande Tovaglia, Calata per i Quattro Capi, e Che Giunse fino a me. Fissandola con Attenzione, Osservai e Vidi in Essa Quadrupedi della Terra, Fiere, Rettili e Uccelli del Cielo. Sentii anche una Voce Che mi Diceva: “Coraggio, Pietro, uccidi e mangia!”. Io dissi: “Non Sia mai, Signore, perché nulla di profano o di impuro E’ mai Entrato nella mia bocca“. Nuovamente la Voce dal Cielo Riprese: “Ciò Che Dio Ha Purificato, tu non chiamarlo profano“. Questo Accadde per Tre Volte e poi Tutto Fu Tirato Su di nuovo nel Cielo. Ed ecco, in quell’Istante, tre uomini si Presentarono alla Casa dove eravamo, mandati da Cesarèa a cercarmi. Lo Spirito Mi Disse di andare con loro senza esitare. Vennero con me! anche questi sei Fratelli ed entrammo in Casa di quell’uomo. Egli ci raccontò Come Avesse Visto l’Angelo Presentarsi in Casa sua e Dirgli: “Manda qualcuno a Giaffa e fa’ venire Simone, detto Pietro; egli ti dirà Cose per le Quali sarai Salvato tu con tutta la tua famiglia“. Avevo appena cominciato a Parlare Quando lo Spirito Santo Discese su di loro, Come in Principio Era Disceso su di noi. Mi ricordai allora di Quella Parola del Signore Che Diceva: “Giovanni Battezzò con Acqua, voi invece Sarete Battezzati in Spirito Santo“. Se dunque Dio Ha Dato a loro lo Stesso Dono Che Ha Dato a noi, per Aver Creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io per Porre Impedimento a Dio?».   All’udire questo si calmarono e cominciarono a Glorificare Dio dicendo: «Dunque anche ai pagani Dio Ha Concesso Che si Convertano perché Abbiano la Vita!». Parola di Dio.

Sal 41e Sal 42

Come la Cerva Anela ai Corsi d’Acqua, così l’Anima mia Anela a Te, o Dio. L’anima mia Ha Sete di Dio, del Dio Vivente: Quando Verrò e Vedrò il Volto di Dio? Manda la Tua Luce e la Tua Verità: Siano Esse a Guidarmi, mi Conducano alla Tua Santa Montagna, alla Tua Dimora. Verrò all’Altare di Dio, a Dio, mia Gioiosa Esultanza. A Te Canterò sulla Cetra, Dio, Dio mio.

Canto al Santo Vangelo (Gv 10,14)

Alleluia, Alleluia. Io Sono il Buon Pastore, Dice il Signore, Conosco le Mie Pecore e le Mie Pecore Conoscono Me. Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 10,1-10)

In Quel Tempo, Gesù Disse : «In Verità, in Verità Io Vi Dico: chi non Entra nel Recinto delle Pecore dalla Porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Chi invece Entra dalla Porta, E’ Pastore delle Pecore. Il Guardiano Gli Apre e le Pecore Ascoltano la Sua Voce: Egli Chiama le Sue Pecore, Ciascuna per Nome, e Le Conduce fuori. E quando Ha Spinto fuori Tutte le Sue Pecore, Cammina Davanti a Esse, e le Pecore Lo Seguono perché Conoscono la Sua Voce. Un estraneo invece non lo Seguiranno, ma Fuggiranno via da lui, perché non Conoscono la voce degli estranei». Gesù Disse loro Questa Similitudine, ma essi non Capirono di Che Cosa Parlava loro. Allora Gesù Disse loro di nuovo: «In Verità, in Verità Io Vi Dico: Io Sono la Porta delle Pecore. Tutti coloro che sono venuti prima di Me, sono ladri e briganti; ma le Pecore non li hanno ascoltati. Io Sono la Porta: se uno Entra Attraverso di Me, sarà Salvato; Entrerà e Uscirà e Troverà Pascolo. Il ladro non viene se non per rubare, uccidere e distruggere; Io Sono Venuto perché Abbiano la Vita e l’Abbiano in Abbondanza». Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Signore, Tu Ci Hai Fatto Dono della Parola perché Parlassimo con Bontà, degli orecchi perché Ascoltassimo Attentamente, delle mani perché Creassimo Qualcosa anche noi. Aiutaci a Far Uso di Questi Doni per Salvare i nostri Fratelli, Come il Buon Pastore le Pecorelle Smarrite, dal loro peccato e dalla loro tristezza.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply