Il Santo Vangelo del Giorno lunedì 27 novembre 2017 (2024) A.D. – Vieni, Amato Signore Gesù!

 

Dedicato a Piero Nuciari, nostro Fraterno Amico, il cui Prezioso Aiuto ha reso possibile la pubblicazione di Questo e altri Scritti. Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Principio Era il Verbo, il Verbo Era Presso Dio e il Verbo Era Dio. Egli Era in Principio Presso Dio: Tutto E’ Stato Fatto per Mezzo di Lui, e senza di Lui niente E’ Stato Fatto di Tutto Ciò Che Esiste. In Lui Era la Vita e la Vita Era la Luce degli uomini; la Luce Splende nelle tenebre, ma le tenebre non L’hanno accolta. Venne un Uomo Mandato da Dio e il Suo Nome Era Giovanni. Egli Venne Come Testimone per Rendere Testimonianza alla Luce, perché tutti Credessero per Mezzo di Lui. Egli non Era la Luce, ma Doveva Render Testimonianza alla Luce. Veniva nel mondo la Luce Vera, Quella Che Illumina ogni uomo. Egli Era nel mondo, e il mondo Fu Fatto per Mezzo di Lui, eppure il mondo non Lo riconobbe. Venne Fra la Sua gente, ma i Suoi non L’hanno accolto. A quanti però L’hanno accolto, Ha Dato Potere di Diventare Figli di Dio: a quelli che Credono nel Suo Nome, i quali non da Sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio Sono Stati Generati. E il Verbo Si Fece carne e Venne ad Abitare in Mezzo a noi; e noi vedemmo la Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. Giovanni Gli Rende Testimonianza e Grida: “Ecco l’Uomo di Cui io dissi: Colui Che Viene Dopo di me mi E’ Passato Avanti, perché Era Prima di me”. Dalla Sua Pienezza noi tutti Abbiamo Ricevuto e Grazia su Grazia. Perché la Legge Fu Data per Mezzo di Mosè, la Grazia e la Verità Vennero per Mezzo di Gesù Cristo. Dio nessuno L’ha mai visto: Proprio il Figlio Unigenito, Che E’ nel Seno del Padre, Lui Lo Ha Rivelato. (Gv 1, 1-18).

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, durante la lettura del Santo Vangelo del Giorno, Festeggiando la Ricorrenza  della  Beata Vergine della Medaglia Miracolosa, Accompagnati dal Meraviglioso Messaggio di Gesù Cristo, chiediamoci cosa potrebbe accadere nel caso in cui non dovessimo esser Pronti a dar la Vita per un Amico, e a quanto poco servirebbero i titoli e le glorie di quaggiù, giacché tutto è ormai triste menzogna, considerando che anche Quanto abbiam persino Creduto Fosse Normalmente Giusto E’ Stato Edificato sulla Sabbia. Al Cristo – quindi, non serviranno parole, ma Opere d’Amore.  Infatti, dopo aver compreso Quanto Dio ci Ami, sprofonderemmo nella costernazione più profonda, proprio a causa dei continui tradimenti al Suo Riguardo! Non tutto è però perduto, Grazie alla Immensa Misericordia del nostro Amico Gesù, Che non Ha mai Abbandonato i Suoi Fratelli di quaggiù. Diamo una Carezza ai Fanciulli del Cielo, Preservandoli da qualsivoglia attacco, e Saremo Ripagati Mille Volte per Tale Gesto di Puro e Vero Amore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Gesù Cristo

(a Myriam e Marie – Francia – gennaio 2009)

 

 

 

 

” …..Posso Dirvi Che per i Prossimi Natali non Sarà più la Stessa Cosa. Ancora un po’ di Mesi e Ciò Accadrà. Si, Figli Miei, vi Dico “un po’ di Mesi”, perché E’ Molto Vicino, Molto, Molto Vicino. Avete Festeggiato Questo Natale ancora in Allegria, ma Posso Dirvi Che per i Prossimi Natali non Sarà più la Stessa Cosa. Per Allora, Figli Miei, tanti avranno Lasciato questo mondo, molti a Causa dei loro peccati, avendo rinnegato il loro Dio. Io Sono il vostro Dio! Io Sono Chiaro con voi, Sì – Molto Chiaro, poiché non Resta Che Qualche Mese per Prepararvi! Ma non temete! Io Sono l’Onnipotente. Non inquietatevi, vi Sarà la Possibilità del Pentimento per chi Partirà. Sì, Io Lascerò ancora ad essi una Opportunità di Convertirsi… Non vi affliggete per Qualche Anno di difficoltà. Io vi Ho Detto Che Quando Giungerà il Momento, potrete fare un po’ di Provviste, ma Liberatevi dalla inquietudine, poiché Dio Provvede alle Necessità di Tutti i Suoi Figli…”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Testimonianza

(Riceviamo e pubblichiamo)

 

 

 

 

“Verso le ore 04,30 di oggi, Venerdì 27 novembre 2015, m’E’ Venuto in Sogno il Signore Gesù, Che mi Ha Portato nell’abitazione fisica d’un’anziana vicina, il cui cognome inizia con la lettera “S”. Con gli addobbi natalizi, v’erano là persone che rendevano le Condoglianze al marito, per la Dipartita terrena della moglie, peraltro da poco Deceduta. Il Cristo, Bontà Sua, Mostrava il Luogo in Cui la Donna Era Stata proprio da Egli Inviata, Ponendo in Evidenza una Sottile ma invisibile “Pellicola”, Quasi Posta a Separazione tra i due Mondi; la stessa, come “incapsulata in una Sfera trasparente”, continuava a roteare, e Così Altri. Il Figlio dell’Uomo – a me Rivolto, Diceva Queste Precise Frasi: “Vedi, Così Come ti Feci già Comprendere, Quest’Anima non ha risparmiato in Vita il pettegolezzo, parlando dei Fratelli e giudicandoli con leggerezza, tanto da Aver Meritato – Oggi, il Trattamento Che vedi, onde Depurarsi!”. Improvvisamente, tornandomi alla mente alcuni relativi Accadimenti del passato e tornando alla realtà, Abbracciavo il Vedovo, dicendogli: “Preghiamo per la tua signora, evitando – per il futuro, di commettere ulteriori errori di giudizio, poiché ogni Cosa – in questo mondo, non accade mai a caso!”. Il tale – il cui nome è C., piangendo, comprese il Messaggio. Subito dopo, lasciavo quell’immobile, ove altri si avvicendavano per le manifestazioni di rito.   Svegliatomi, ho avuto Questa Sensazione, Che Prego voler valutare attentamente, ovvero che “Gesù – per Amor nostro, Disobbedì al Padre Celeste, Evitando – cioè, di Punirci con una Maggiore Severità, Così Come Disposto dall’Onnipotente Creatore, proprio a seguito dei nostri gravi peccati. Non mi Riesce di Spiegar Adeguatamente Bene l’Amore Provato nel Cuore per il Nazareno, ma so con Certezza Quel Che Provò il Buon San Paolo, Quando Scrisse <<…..non son più io che Vivo, ma E’ Lui – il Cristo, Che Vive in me!>>”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, San Giuseppe coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

O Signore, Quel Che poi Avverrà altro non Sarà Che il Normale Susseguirsi della Vita, coi Suoi Cambiamenti e Assetti. A noi spetta – però, di pensare alla Purezza dello Spirito, affinché Tu ci Possa Trovar Pronti a sedere alla Magnifica Tavola Reale, Imbandita a Festa per il Grande Giorno.

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate del Vangelo

 

 

 

Preghiera del Mattino

O Signore, Affronto nel Tuo Nome questo nuovo Giorno Che la Tua Bontà mi Dona. Aiutami a Vivere questa Giornata Secondo la Tua Volontà. Le mie azioni siano di Aiuto al mio Prossimo e diano Testimonianza del Tuo Amore senza limiti. Accompagnami con la Tua Grazia durante tutto questo Giorno.

Dal Libro del Profeta Daniele (Dn 1,1-6.8-20)

L’Anno terzo del regno di Ioiakìm re di Giuda, Nabucodònosor re di Babilonia marciò su Gerusalemme e la cinse d’assedio. Il Signore Mise Ioiakìm re di Giuda nelle Sue Mani, insieme con una Parte degli Arredi del Tempio di Dio, ed egli Li trasportò in Sennaàr e depositò gli Arredi nel tesoro del tempio del suo dio. Il re ordinò ad Asfenàz, capo dei suoi funzionari di corte, di condurgli giovani israeliti di stirpe reale o di famiglia nobile, senza difetti, di bell’aspetto, dotati di ogni scienza, educati, intelligenti e tali da poter stare nella reggia, per essere istruiti nella scrittura e nella lingua dei Caldei. Il re assegnò loro una razione Giornaliera di Vivande e di Vino della sua tavola; dovevano esser educati per tre anni, al termine dei quali sarebbero entrati al servizio del re. Fra di loro vi erano alcuni Giudei: Daniele, Anania, Misaele e Azaria; ma Daniele Decise in Cuor Suo di non contaminarsi con le vivande del re e con il vino dei suoi banchetti e chiese al capo dei funzionari di non farlo contaminare. Dio Fece Sì Che Daniele Incontrasse la Benevolenza e la Simpatia del capo dei funzionari. Però egli disse a Daniele: “Io temo che il re mio signore, che ha stabilito quello che dovete mangiare e bere, trovi le vostre facce più magre di quelle degli altri giovani della vostra età e io così mi renda colpevole davanti al re“. Ma Daniele Disse al custode, al quale il capo dei funzionari aveva affidato Daniele, Anania, Misaele e Azaria: “Mettici alla prova per dieci Giorni, dandoci da mangiare Legumi e da bere Acqua, poi si confrontino, alla tua presenza, le nostre facce con quelle dei giovani che mangiano le vivande del re; quindi deciderai di fare con noi tuoi servi come avrai constatato“. Egli acconsentì e fece la prova per dieci Giorni; terminati questi, si vide che le loro facce erano più belle e più floride di quelle di tutti gli altri giovani che mangiavano le vivande del re. D’allora in poi il sovrintendente fece togliere l’assegnazione delle vivande e del vino e diede loro soltanto legumi. Dio Concesse a Questi quattro Giovani di Conoscere e Comprendere ogni Scrittura e ogni Sapienza e Rese Daniele Interprete di Visioni e di Sogni. Terminato il Tempo stabilito dal re entro il quale i giovani dovevano essergli presentati, il capo dei funzionari li portò a Nabucodònosor. Il re parlò con loro, ma fra tutti non si trovò nessuno pari a Daniele, Anania, Misaele e Azaria, i Quali rimasero al servizio del re; in qualunque affare di Sapienza e Intelligenza su cui il re li interrogasse, li trovò dieci volte superiori a tutti i maghi e astrologi che c’erano in tutto il suo regno. Parola del Signore.

Salmo 23

Ecco la Generazione Che Cerca il Tuo Volto, Signore. Del Signore E’ la Terra e Quanto Contiene: il Mondo, con i suoi abitanti. È Lui Che L’Ha Fondato sui Mari e sui Fiumi L’Ha Stabilito.  Chi potrà salire il Monte del Signore? Chi potrà stare nel Suo Luogo Santo? Chi ha mani Innocenti e Cuore Puro, chi non si rivolge agli idoli. Egli otterrà Benedizione dal Signore, Giustizia da Dio Sua Salvezza. Ecco la Generazione Che Lo Cerca, Che Cerca il Tuo Volto, Dio di Giacobbe.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Vegliate e Tenetevi Pronti, perché, nell’Ora che non immaginate, Viene il Figlio dell’Uomo. Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo Luca (Lc 21,1-4)

In Quel Tempo, Gesù, Alzàti gli Occhi, Vide i ricchi che gettavano le loro Offerte nel Tesoro del Tempio. Vide anche una vedova povera, che vi Gettava due monetine, e Disse: «In Verità vi Dico: questa vedova, così povera, ha Gettato Più di Tutti. Tutti costoro, infatti, hanno gettato Come Offerta parte del loro superfluo. Ella invece, nella sua miseria, ha Gettato Tutto Quello Che Aveva per Vivere».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

O Dio di Amore, sto per andare a dormire e a riposarmi. Fa’ che la Notte Trascorra in una Dolce e Serena Quiete. Ti Prego di Inviare i Tuoi Angeli a Vegliarmi durante il Sonno affinché non mi capiti alcun danno. Concedimi la Grazia di alzarmi in Buona Salute domani Mattina. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply