Il Santo Vangelo del Giorno lunedì del Signore 03 agosto 2020 (2027) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’È Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Mai Dimenticando Che “Il Potere di Cristo Espelle l’originaria causa di ogni male”, per Intercessione del Cuore Immacolato di Maria, il Santo Vangelo del Giorno E’ Permanentemente Dedicato all’Amore e alla Divina Misericordia di Gesù Salvatore, affinché Conceda il Suo Perdono alle Anime Sante Abbandonate in Purgatorio e ai Defunti di Tutti i Tempi, Privati della Diffusa e Salvifica Preghiera di noi distratti Figli di quaggiù.  Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE ESSENZA CRISTO

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

A.N.A.Di.M.I. Onlus (@anadimionlus) | Twitter

 

 

 

 

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un Forestiero per i Figli di Mia Madre.  Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

 

 

 

 

……. durante un Fraterno Incontro – tenutosi in una località italiana, parlammo a lungo con un presunto Carismatico e toccando i Temi Che Afferiscono alla Parusia (o Venuta Intermedia), ovvero al Ritorno del Signore sulla Terra! Molti Figli non Credono a Ciò, giacché il Figlio dell’Uomo E’ considerato più un Simulacro che una Figura Celeste Vera e Propria, dal momento che – per circa 2.000 anni e per comodo, i Suoi Ministri Lo hanno mostrato sempre Attaccato alla Croce – pur Santa, tanto da lasciarceLo immaginare come un Qualcosa di irreale.   Ma la Volontà del Cielo E’ indiscutibile e Fa Quel Che Vuole.   Ora, dal dicembre del 1992, in Roma V’E’ un Bimbo – oggi Adulto, tra il Popolo dei Fratelli Maggiori, le Cui Gesta – ancorché Umane, Lasciano intravedere le Meraviglie del Creato.   “Ai posteri l’ardua sentenza”, recitava un vecchio adagio, mentre il Percorso Celeste E’ Bello Che Avviato, a prescindere da quanto ritenuto vero o meno….. da noi poveri stolti!  Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

Padre Pio Archives - Pagina 17 di 50 - GesuTiAma.it

 

 

 

 

I Fioretti di San Pio da Pietrelcina

  Vengono a Lui da tutte le vie

 

“Come, lei qui tra noi?”

 

 

 

 

Ci fu una Conversione, Operata da Padre Pio, che ebbe reazioni a catena. Si tratta di quella dell’avvocato Cesare Festa, massone, cugino del medico particolare di Padre Pio, Dottor Giorgio Festa.  Questi un giorno gettò la sfida all’avvocato Cesare, dicendogli che se voleva la Prova di Quel Soprannaturale che negava, bastava che andasse dal Padre Pio, che glieLa avrebbe data.   L’avvocato raccolse la sfida e un giorno si recò a San Giovanni Rotondo.   Padre Pio stava conversando in mezzo a un gruppo di persone, quando lo scorse.   Allora si stacca dal gruppo e gli va incontro e lo abborda con queste parole: «Come, lei qui tra noi?! Lei è un massone!».   L’avvocato conferma.   E Padre Pio gli domanda qual è il compito della massoneria, e quello soggiunge: «Combattere la Chiesa».   Dopo questo preambolo che nessuno avrebbe previsto, Padre Pio cambia tono: lo prende per mano e lo invita con Dolcezza a venire con sé: gli narra con estrema naturalezza ed efficacia la Parabola Evangelica del Figliol Prodigo.   L’avvocato si sente identificato in quel Figliol Prodigo e soprattutto comprende e sente Vivamente l’Amore di Dio per chi è andato lontano da Lui.   Si Arrende, si Confessa e poi si rialza, sentendosi come un uomo che Nasce a una nuova Vita.   Qualche giorno dopo, torna dal Padre Pio, il quale gli scrive sul frontespizio di un Vangelo Queste Parole: «Beati quelli che ascoltano la Parola Divina, Gelosamente la Custodiscono, Fedelmente L’Adempiono».   È come un Ammonimento-Esortazione a Consolidare il Nuovo Stato di Grazia.   L’avvocato Lo percepisce perfettamente e Lo accoglie con determinazione.    Un giorno decide di andare in Pellegrinaggio a Lourdes.   La loggia massonica di Genova, venuta a conoscenza tanto della Conversione come del Pellegrinaggio a Lourdes dell’avvocato Festa, si allarma, si agita per le conseguenze che tutto ciò può provocare e decide di convocare una seduta per condannare solennemente questo transfuga.   Ma Cesare Festa, per nulla intimorito, vuole passare al contrattacco e decide di partecipare alla riunione massonica.   Quando sta per andare, gli viene recapitata una Lettera del Padre Pio, Che gli Scrive di non arrossire della Fede, ma di Combattere con Coraggio: il Signore lo Assisterà.   Richiude la Lettera e va alla riunione, dove non solo spiega la sua Conversione, ma Difende strenuamente la Chiesa.   E da quel momento diventò un Fervente Cristiano e Devoto di Padre Pio.

 

 

 

 

 

La cena del Signore GIF - Scarica & Condividi su PHONEKY

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

 

 

 

Cristo di Dio, Benedici il Cibo Che ci apprestiamo a consumare, affinché Porti Frutto Salvifico ai Corpi e alle Anime delle Creature a Te Fedeli! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio e il Suo Preziosissimo Sangue, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino del Cristo di Dio, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, i Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa del Padre Onnipotente, del  Figlio Prediletto Gesù e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

118598772_0_be4eb_57427c47_XL

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Il nostro Cuore E’ Assetato della Tua Parola, Signore. Tu Hai Dato agli Apostoli il Compito Esaltante di Proclamare la Tua Parola e quello di Condurci al Tuo Regno. Questa Mattina, Concedici la Grazia che le nostre orecchie siano Attente e i nostri Cuori Sensibili, affinché nessuna delle Tue Parole si perda. Fa’ Che l’Insegnamento da Esse Proclamato Cada nel Terreno delle nostre Anime e vi Produca Frutti Spirituali, Garanzie di Eternità. Amen.

Dal Libro del Profeta Geremia (Ger 28,1-17)

In Quell’Anno, all’inizio del regno di Sedecìa re di Giuda, nell’Anno quarto, quinto Mese, Anania figlio di Azzùr, il rpofeta di Gàbaon, mi riferì nel Tempio del Signore sotto gli occhi dei sacerdoti e di tutto il popolo Queste Parole:  «Dice il Signore degli Eserciti, Dio di Israele: Io Romperò il giogo del re di Babilonia!  Entro due Anni Farò Ritornare in Questo Luogo Tutti gli Arredi del Tempio del Signore che Nabucodònosor, re di Babilonia, prese da Questo Luogo e portò in Babilonia.  Farò Ritornare in Questo Luogo – Dice il Signore – Ieconia figlio di Ioiakìm, re di Giuda, con tutti i deportati di Giuda che andarono a Babilonia, poiché Romperò il giogo del re di Babilonia».   Il profeta Geremia rispose al profeta Anania, sotto gli occhi dei sacerdoti e di tutto il Popolo che stavano nel Tempio del Signore.  Il profeta Geremia disse: «Così Sia! Così Faccia il Signore! Voglia il Signore Realizzare le Cose che hai Predette, Facendo Ritornare gli Arredi nel Tempio e tutti i deportati da Babilonia in Questo Luogo! Tuttavia ascolta ora la Parola che sto per dire ai tuoi orecchi e agli orecchi di tutto il Popolo.  I profeti che furono prima di me e di te dai Tempi Antichissimi Predissero contro molti Paesi, contro regni potenti, guerra, fame e peste.  Quanto al Profeta Che Predice la Pace, Egli Sarà Riconosciuto Come Profeta Mandato Veramente dal Signore soltanto quando la Sua Parola Si Realizzerà».  Allora il profeta Anania strappò il giogo dal collo del profeta Geremia e lo ruppe;  Anania riferì a tutto il popolo: «Dice il Signore: A Questo Modo Io Romperò il giogo di Nabucodònosor re di Babilonia, entro due Anni, sul collo di tutte le nazioni».  Il profeta Geremia se ne andò per la sua Strada.  Ora, dopo che il profeta Anania ebbe rotto il giogo sul collo del profeta Geremia, la Parola del Signore Fu Rivolta a Geremia:  «Va’ e riferisci ad Anania: Così Dice il Signore: Tu hai rotto un giogo di legno ma Io, al suo posto, ne Farò uno di ferro.  Infatti, Dice il Signore degli Eserciti, Dio di Israele: Io Porrò un giogo di ferro sul collo di tutte queste nazioni perché siano soggette a Nabucodònosor, re di Babilonia».  Allora il profeta Geremia disse al profeta Anania: «Ascolta, Anania! Il Signore non ti Ha Mandato e tu induci questo popolo a confidare nella menzogna; perciò Dice il Signore: Ecco, ti Mando via dal Paese; quest’Anno tu morirai, perché hai predicato la ribellione contro il Signore».   Il profeta Anania morì in quello stesso Anno, nel settimo Mese. Parola del Signore.

Dal Salmo 118

Tieni lontana da me la via della menzogna, Donami la Grazia della Tua Legge. Non Togliere dalla mia bocca la Parola Vera, perché Spero nei Tuoi Giudizi. Si volgano a me quelli che Ti Temono e che Conoscono i Tuoi Insegnamenti. Sia Integro il mio Cuore nei Tuoi Decreti, perché non debba vergognarmi. I malvagi sperano di rovinarmi; io Presto Attenzione ai Tuoi Insegnamenti. Non mi allontano dai Tuoi Giudizi, perché Sei Tu a Istruirmi.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 14,22-36)

Dopo che la folla ebbe mangiato, subito Gesù Costrinse i Discepoli a salire sulla barca e a Precederlo sull’altra riva, finché non Avesse Congedato la folla. Congedata la folla, Salì sul Monte, in Disparte, a Pregare. Venuta la Sera, Egli Se Ne Stava Lassù, da Solo. La barca intanto distava già molte miglia da Terra ed era agitata dalle onde: il Vento infatti era contrario. Sul Finire della Notte Egli Andò Verso di Loro Camminando sul Mare. VedendoLo Camminare sul Mare, i Discepoli Furono sconvolti e dissero: «È un Fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù Parlò Loro Dicendo: «Coraggio, Sono Io, non abbiate paura!». Pietro allora Gli Rispose: «Signore, se Sei Tu, Comandami di Venire Verso di Te sulle Acque». Ed Egli Disse: «Vieni!». Pietro Scese dalla barca, Si Mise a Camminare sulle Acque e Andò Verso Gesù. Ma, Vedendo Che il Vento era forte, S’Impaurì e, cominciando ad affondare, Gridò: «Signore, Salvami!». E subito Gesù Tese la Mano, lo Afferrò e Gli Disse: «Uomo di Poca Fede, perché hai Dubitato?». Appena Saliti sulla Barca, il Vento cessò. Quelli che erano sulla barca Si Prostrarono Davanti a Lui, dicendo: «Davvero Tu Sei Figlio di Dio!». Compiuta la Traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, Riconosciuto Gesù, Diffuse la Notizia in tutta la regione; Gli Portarono tutti i malati e Lo Pregavano di Poter Toccare almeno il Lembo del Suo Mantello. E quanti Lo Toccarono Furono Guariti. Parola del Signore.

Preghiera della Sera

O Dio Amoroso e Compassionevole, Tu non Hai mai Smesso di Provvedere ai Bisogni del Tuo Popolo, fin dal Tempo in cui Facesti Tuoi Abramo e i Suoi Discendenti. Non Hai Tenuto Conto della loro meschinità e piccolezza, non Ti Sei Lasciato Scoraggiare dalla loro ingiuriosa mancanza di Fiducia nei Tuoi Confronti. Tu li Hai Nutriti con la Manna nel Deserto per quaranta anni, poi Hai Mandato il Tuo Figlio Unigenito Gesù perché Fosse il loro Vero Nutrimento Spirituale. Oggi Continui a Nutrirci Sotto Forma di Pane e di Vino nella Santa Eucaristia. Lode e Gloria Eterna a Te per la Tua Generosità Davvero Regale! Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

Come comportarsi in chiesa - Parrocchia di Bozzolo - Diocesi di ...

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:

 

 

 

 

Risultato immagini per GIF ANIMATE AMEN