Il Santo Vangelo del Giorno martedì 07 agosto 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

Alla Confessione di tutti i peccati, affinché il Signore Voglia Perdonare. Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato, lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un forestiero per i Figli di Mia Madre. Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

Pace e Bene a tutti. Con l’approssimarsi della pausa estiva, non dimentichiamo i Fratelli e le Sorelle che soffrono perché non hanno nulla, gli ammalati e i carcerati, poiché ogni piccolo gesto di riguardo ai meno fortunati è come una Freccia di Luce Che raggiunge ed intenerisce il Cuore Misericordioso del Figlio dell’Uomo, Che a noi Guarda con Paterna Gioia.   Le nostre gesta non sono mai casuali o isolate, e tutto quel che noi facciamo E’ Parte Integrante d’un grande Mosaico, Che Contribuisce ad Aggiornare il Grande Libro della Vita.   Molti non comprendono Cosa Sia l’Allenamento alla Preghiera, Cosa Voglia Significare l’Invio di Tal Messaggio; ebbene, nulla di nascosto, oltre al puro e diffuso Desiderio di Deliziare il Signor nostro, Che Riconoscerà i Meriti ad ognuno nel Momento del Trapasso! Ed E’ anche Grazie a Ciò Che non dovremo temer la morte, Special modo se in Tal Senso Si Sarà Operato.   Giunga Lontano, quindi, Questo Invito di Speranza, fino ad arrivar finanche in chi non ci vuol Bene, a colui che rischia di precipitare nel burrone: sarà dunque Là il nostro più Importante Contributo, soprattutto nell’aver scovato il Bisogno d’intenerire i Cuori, giacché le Parabole del Giusto non Sono mai mancate, Così Come le Pagine d’Amore per le Pecorelle da Salvare! Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Opera Scritta dalla Divina Sapienza per gli Eletti degli Ultimi Tempi

(17 luglio 2010)

 

 

 

Eletti, Amici Cari, restate Sereni nel Mio Amore, non datevi preoccupazione per il futuro, né di ciò Che vi Può Accadere. Il vostro Pensiero Sia Quello del Servizio a Me ed al Prossimo.   Amata Sposa, gli uomini si dànno molte preoccupazioni; possono Vivere Lietamente, ma i problemi rendono amara la Vita, quelli che essi stessi si creano.   Mi dici: “Dolce Amore, gran parte delle pene che l’uomo soffre sono la conseguenza degli errori, della superficialità umana, della spensieratezza, della scarsa riflessione. L’uomo vede le conseguenze degli errori dei propri simili, ma egli non si corregge; capisco che la Natura umana è debole, le conseguenze del peccato d’origine e degli altri peccati l’uomo se le porta per tutta la sua Esistenza. Dolce Amore, Gesù Santissimo, Tu Vedi la debolezza umana, Tu Conosci le miserie di ciascuno perché Scruti i Cuori e le Menti. Nel tempo l’uomo non si è corretto, anzi, talora, è peggiorato; quando verrà il Tempo di un Miglioramento della Natura Umana?”.

Sposa Cara, l’uomo non è solo nella sua Battaglia contro il male, ma Io, Io, Dio, Sono sempre con lui se Mi cerca e Mi Desidera. Conosco le miserie umane e Voglio alleviarle, ma spesso l’uomo a Me non Ricorre, non Invoca Me per Aiuto né per Consiglio, si rivolge ai propri simili. Ma diMMi, Sposa Cara: che può dare un uomo ad un altro uomo? Debolezza si unisce a debolezza, insipienza ad insipienza.

Mi dici: “Dolce Amore, Tu Sei la Forza dell’uomo, Tu Sei il Tutto al Quale Volgersi, ma l’uomo si volge al suo vicino perché lo vede. Ecco, l’uomo tende a questo: a Credere a ciò che vede. Perdona, Dolce Amore, Perdona la grande stoltezza umana che non cambia nel tempo. Siamo entrati già nel terzo millennio, l’uomo dovrebbe essere più Saggio e Sapiente, ma così non è; capisco che a Te pochi si sono affidati. Dolce Amore, Tu Operi sulle Menti e sui Cuori con Potenza e Sapienza, se l’uomo a Te si Affida ed in Te Confida diviene più Saggio, vede e comprende, non cade sempre negli stessi errori. Spesso, vedendo il Tuo Volto Sublimissimo, capisco la Tua Tristezza, perché passa il tempo, passano i secoli e millenni e l’uomo è come un Bambino che resta sempre tale: non vuole Crescere, non vuole Migliorare in nulla. Sogno il giorno nel quale, vedendo le scelte umane, posso dire: l’uomo ha capito, ha colto la Lezione e si è Emendato. Dolce Amore, verrà quel Giorno?”.

Mi dici queste cose, Piccola Sposa, ed attendi risposta. Ecco la Mia Risposta: l’uomo può salire fino alla Vetta della Conoscenza se ha Me nel Cuore e nella Mente. Se si è Aperto al Mio Amore, Io Stesso, Io, Gesù, lo Porto sulle Mie Ali Divine, ma se l’uomo a Me non viene e resta nella sua miseria, non Progredisce. Non dipende certo da Me se molti vivono nella più grande miseria Spirituale, forse Che non Parlo nel Cuore ad ogni uomo? Forse che non Sono Disposto a guidarlo con Tenerezza? Tutto Faccio per Istruirlo ed Educarlo, ma spesso rifiuta la Mia Istruzione, la Mia Educazione.

Mi dici: “Dolce Amore, Santissimo Gesù, Tu Parli all’uomo nel Cuore appena è in grado di ascoltarTi, di capire. Tu Parli al piccolo ed al grande Secondo un Linguaggio Che può comprendere, l’uomo, però, si perde nel terreno, non fa mai silenzio nell’Anima per udire la Melodia Soavissima della Tua Parola. Ho ben compreso Questo, Gesù, Dolce Amore, ho ben compreso che l’uomo è la causa prima dei suoi mali: può avere tutto, può anche perdere tutto, dipende dalle sue scelte, quelle che fa già in età verde. La Madre Santissima, Che per Tua Concessione Viene ogni giorno tra noi, ci Guida e ci Esorta a Fare Bene le Scelte, quelle piccole e quelle poi più impegnative, secondo le nostre scelte avremo tutto o perderemo tutto”.

Sposa Cara, usando Bene le Mie Grazie, l’uomo fa, con Saggezza, le sue Scelte e si prepara un grande Futuro con Me Dio, se non usa Bene il Mio Dono precipita sempre più in basso fino ad imitare la Vita dei bruti, senza Anima e senza Intelletto. Ogni uomo inizi un Cammino con Me se ancora non L’ha fatto subito, perché per lui non sia troppo tardi.

Resta nel Mio Amore, Piccola Sposa, Testimonia al mondo la tua Felicità di Vivere in Me. Ti Amo. Vi Amo.   (Gesù)

 

La Mamma Parla agli Eletti

 

Figli Cari e tanto Amati, anche in questo nuovo Giorno, Che Dio Mi Concede per Stare con voi, vi Chiedo di Vivere nella Pace in Dio. Chiedete Pace e Pace avrete, chiedete Gioia e vi Sarà Concessa.

Voi nel Cuore dite: “Com’è possibile avere Gioia nella fatica del Vivere?”. Questo vi chiedete, ma la Madre del Cielo vi Dice: chi è in Dio, perché a Lui si è Aperto, ha la Gioia nel Cuore, ha la Speranza Viva, sa che Dio Vede e Provvede. Figli Amati, Gesù E’ sempre una Madre Tenerissima, E’ un Padre Che Provvede a Tutto, non solo alle Cose più importanti, ma anche alle minime. Figli Amati, fidatevi di Gesù, lasciatevi andare nell’Onda Soave del Suo Amore e non abbiate timore. Se anche le Montagne si spostassero, il Cuore non dovrebbe temere; forse che Gesù non Ha uno Stuolo di Angeli Pronti a ServirLo? Figli Cari, se vedete il passato, se su di esso riflettete, potete notare come sulla Terra c’è stato sempre l’Intervento degli Angeli. Figli Amati, fate il Bene, seguite con Gioia le Leggi di Dio e, poi, sia Gioioso il Cuore e Colmo di Viva Speranza. Figli Amati, Gesù E’ sempre con voi, siete Sotto il Suo Sguardo; se Credete, vedrete le Sue Meraviglie e contemplerete la Terra Rinnovata.

Non Ha Detto Dio: “Farò una Nuova Terra ed un Nuovo Cielo?”.

Credete, Figli Amati, alle Parole di Dio? Ciò Che Ha Detto Farà Sicuramente. Quando siete tristi, perché le cose vanno male, pensate alle Sublimi Promesse di Dio: Esse, certamente, tutte Si Compiranno. Prendete Forza e Vigore da Tale Certezza, sia ogni istante della vostra Vita un Poema d’Amore per Dio. Vi chiedo di Amare i Fratelli e sopportarvi uno con l’altro, non si può dire di Amare Dio se non si Amano i Fratelli. La Madre del Cielo E’ sempre con voi quando La chiamate, nel Cuore tutti Mi potete vedere, non pensate solo ai casi di Veggenza, la Madre del Cielo nel Cuore Si Fa Vedere e Sentire da ogni uomo che La desidera.

Voi dite: “Perché c’è qualcuno che Ti vede anche con i Sensi esterni ed altri no?”.

Figli Cari, Dio Decide Tutto, ma vi Dico Che, colui che Mi vede con i Sensi esterni non ha di più di chi Mi vede solo con i Sensi interni. Figli Amati, molto Vorrei Dirvi Riguardo a Questo, ma vi basti Ciò che conoscete, un giorno capirete molte Cose di più. Pregate sempre, Figli Miei, Pregate sempre col Cuore e Dio non Cesserà di Mostrarvi le Sue più Grandi Meraviglie. Pregate, Pregate, Gesù Vuole Concedere per Farvi felici.  Insieme Adoriamo, Adoriamo, Adoriamo! Vi Amo tutti. Ti Amo, Angelo Mio.   (Maria Santissima)

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Dio Padre, Che mi Hai Protetto per Tutta la Notte, Ti Ringrazio di nuovo per il Dono della Vita e del Tuo Amore. Continua, Ti Prego, a Nutrirmi della Tua Grazia, perché Trovi il Coraggio Necessario per Seguire il Tuo Cammino di Verità e Rispondere Prontamente a Tutto Quello Che mi Chiedi di Dire o di Fare; Permettimi di OffrirTi in Questo Modo l’Onore e la Gloria Che Ti Sono Dovuti. Te lo Chiedo Tramite Gesù Cristo, Tuo Figlio, mio Signore. Amen. 

Dal Libro del Profeta Geremia (Ger 30,1-2.12-15.18-22)

Parola Rivolta a Geremìa da Parte del Signore: «Così Dice il Signore, Dio d’Israele: Scriviti in un Libro Tutte le Cose che Ti Ho Detto. Così Dice il Signore: La tua Ferita è incurabile, la Tua piaga è molto grave. Nessuno ti Fa Giustizia; per un’ulcera vi sono rimedi, ma non c’è Guarigione per te. Ti hanno Dimenticato tutti i tuoi amanti, non ti cercano più; poiché ti Ho Colpito Come Colpisce un Nemico, con un Castigo Spietato, per la tua grande iniquità, perché sono cresciuti i tuoi peccati. Perché gridi per la tua ferita? Incurabile è la tua piaga. Ti ho Trattato Così per la tua grande iniquità, perché sono cresciuti i tuoi peccati. Così Dice il Signore: Ecco, cambierò la sorte delle Tende di Giacobbe e Avrò Compassione delle sue dimore. Sulle sue rovine Sarà Ricostruita la Città e il Palazzo Sorgerà al suo Giusto Posto. Vi Risuoneranno Inni di Lode, Voci di Gente in Festa. Li Farò Crescere e non diminuiranno, li Onorerò e non saranno disprezzati; i loro Figli saranno Come un Tempo, la loro Assemblea sarà stabile Dinanzi a Me, mentre Punirò tutti i loro oppressori. Avranno come capo uno di loro, un Sovrano Uscito dal loro Popolo; Io lo farò Avvicinare a Me ed egli si Accosterà. Altrimenti chi rischierebbe la Vita per Avvicinarsi a Me? Oracolo del Signore. Voi sarete il Mio Popolo e Io Sarò il vostro Dio». Parola di Dio.

Dal Salmo 101

Le genti Temeranno il Nome del Signore e tutti i re della Terra la Tua Gloria, Quando il Signore Avrà Ricostruito Sion e Sarà Apparso in Tutto il Suo Splendore. Egli Si Volge alla Preghiera dei derelitti, non Disprezza la loro Preghiera. Questo Si Scriva per la Generazione futura e un Popolo, da Lui Creato, Darà Lode al Signore: «Il Signore Si E’ Affacciato dall’Alto del Suo Santuario, dal Cielo Ha Guardato la Terra, per Ascoltare il Sospiro del prigioniero, per Liberare i condannati a morte.  I Figli dei Tuoi Servi avranno una Dimora, la loro Stirpe Vivrà Sicura alla Tua Presenza. Perché Si Proclami in Sion il Nome del Signore e la Sua Lode in Gerusalemme, Quando Si Raduneranno Insieme i Popoli e i Regni per Servire il Signore.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Rabbì, Tu Sei il Figlio di Dio, Tu Sei il Re d’Israele! Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 14,22-36)

Dopo che la folla ebbe mangiato, subito Gesù Costrinse i Discepoli a salire sulla barca e a Precederlo sull’altra riva, finché non Avesse Congedato la folla. Congedata la folla, Salì sul Monte, in Disparte, a Pregare. Venuta la Sera, Egli Se Ne Stava Lassù, da Solo. La barca intanto distava già molte miglia da Terra ed era agitata dalle onde: il Vento infatti era contrario. Sul Finire della Notte Egli Andò Verso di Loro Camminando sul Mare. VedendoLo Camminare sul Mare, i Discepoli Furono sconvolti e dissero: «È un Fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù Parlò Loro Dicendo: «Coraggio, Sono Io, non abbiate paura!». Pietro allora Gli Rispose: «Signore, se Sei Tu, Comandami di Venire Verso di Te sulle Acque». Ed Egli Disse: «Vieni!». Pietro Scese dalla barca, Si Mise a Camminare sulle Acque e Andò Verso Gesù. Ma, Vedendo Che il Vento era forte, S’Impaurì e, cominciando ad affondare, Gridò: «Signore, Salvami!». E subito Gesù Tese la Mano, lo Afferrò e Gli Disse: «Uomo di Poca Fede, perché hai Dubitato?». Appena Saliti sulla Barca, il Vento cessò. Quelli che erano sulla barca Si Prostrarono Davanti a Lui, dicendo: «Davvero Tu Sei Figlio di Dio!». Compiuta la Traversata, approdarono a Gennèsaret. E la gente del luogo, Riconosciuto Gesù, Diffuse la Notizia in tutta la regione; Gli Portarono tutti i malati e Lo Pregavano di Poter Toccare almeno il Lembo del Suo Mantello. E quanti Lo Toccarono Furono Guariti. Parola del Signore. 

Preghiera della Sera

O Dio Amoroso e Compassionevole, Tu non Hai mai Smesso di Provvedere ai Bisogni del Tuo Popolo, fin dal Tempo in cui Facesti Tuoi Abramo e i Suoi Discendenti. Non Hai Tenuto Conto della loro meschinità e piccolezza, non Ti Sei Lasciato Scoraggiare dalla loro ingiuriosa mancanza di Fiducia nei Tuoi Confronti. Tu li Hai Nutriti con la Manna nel Deserto per quarant’anni, poi Hai Mandato il Tuo Figlio Unigenito Gesù perché Fosse il loro Vero Nutrimento Spirituale. Oggi Continui a Nutrirci Sotto Forma di Pane e di Vino nella Santa Eucaristia. Lode e Gloria Eterna a Te per la Tua Generosità Davvero Regale! Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply