Il Santo Vangelo del Giorno martedì 26 giugno 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

Alla Gioia del Signore nostro Gesù, Espressione Universale del Dio Vivente! Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Giovanni 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

Il Mondo Nuovo E’ Così a portata di mano che solo chi non vuole entrarVi riesce a restar davvero fuori da Cotanto Paradiso, Talmente Grande E’ l’Amore Che Ha per noi Figli il Trinitario Spirito Santo! E sarebbe sciocco non approfittare delle Occasioni Sane Che da Egli ci Viene Consentito di cogliere tra le sfumature più impensate della Vita. Anni addietro e ad un’Anima Come tante poi in Terra, Venne Rivelato Che persino chi aveva addolcito i percorsi di quaggiù con delle semplici ma Pure Canzoni Aveva Trovato Consenso Presso il Cielo, Ove la Musica Allieta l’Armonia sin dall’Inizio dei Tempi. Molti artisti “trapassati” han lasciato orme non da poco, a dimostrar quanto il male sia Sgradito a Tutti gli Elementi del Creato. Certo, non è facile comprender Ciò, proprio a causa del caos che da secoli ci avvolge, benché si tenti di scovare il Bene ovunque, Che in fondo Fa Star Sereni i Cuori. Qualcuno rammenterà il passaggio d’un vecchio brano che così faceva “e la maldicenza fino al Cielo non ci va!“. L’autore solo dopo anni comprese il perché di Quella frase quasi Sognata, che avrebbe da lì a poco modificata la sua Esistenza intera. A molti altri è capitato di sapere il perché di tanta Gioia Destinata, senza tuttavia abbandonar la Via già per loro Disegnata. All’uopo, il Fraticello del Gargano – pur Esorcista, Soleva Dire ai Fedeli colà presenti: “…. noi vediam la parte brutta del Ricamo dal di sotto, perché seduti su uno sgabello troppo basso!”. A buon intenditor poche parole! Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Dio Padre

(a Benedetta – Italia, 27 Marzo 2014)

Dio non Fa Preferenza per alcuno.

 

 

 

 

 

“Padre mio, comprendo che l’Amore E’ Gratuito: E’ sempre Dono. Ho fatto Questa Considerazione perché mi ha Stupito Che Tu Abbia Gratitudine verso chi Ti Ama. Questa Gratitudine mi potrebbe sembrare un paradosso, eppure anche Tu non Puoi Pretendere Che le Tue Creature Ti Amino. Per Questa Ragione chi Ti Ama Ti fa un Dono e Tu gli Sei Grato. Questo Dono poi E’ Fonte di Gioia sia per chi Dona che per chi Riceve. Tu Sei la Sorgente dell’Amore e Ti Doni Gratuitamente e noi, Tue Creature, Siamo Chiamate a Ricevere e a Donare Quanto Ricevuto con tutte noi stesse. Mi sembra ovvio che Da Te Riceviamo Amore Purissimo e a Te Ritorniamo Amore impoverito dalle nostre miserie ma Tu, nella Tua Bontà, Lo Apprezzi e, nel Tuo Cuore Ardente, Bruci le nostre brutture. Io Credo Che Tu Sei Amore Perfettissimo e Che noi, Figli Tuoi, siamo Amore imperfetto, ma in Cammino Verso di Te, cioè Verso la Perfezione del nostro Essere. Comprendo che il nostro Cuore non Può Essere Diviso Così Come il Tuo Cuore non E’ Diviso e, per Questa Ragione, non Esiste Amore Vero Che non Sia con Tutto il Cuore, con Tutta l’Anima e con Tutte le Forze. Nella mia Semplicità oso Credere di AmarTi già adesso con Tutto il Cuore, con Tutta l’Anima e con Tutte le Forze di Creatura imperfetta e Questo Credere mi Dà tanta Gioia, perché dall’inizio del mio Cammino di Fede ho sempre sofferto pensando di AmarTi troppo poco. Ma ora Tu mi Fai Comprendere Che Chiedi Solo il Possibile dalle Tue Creature, perché Operare l’Impossibile E’ Compito Tuo. Tu Sai Che Ti Amo Come Sono Capace e, comunque, non sono sazia ed Anelo ad AmarTi sempre più. Oggi oso Credere Che la Santissima Trinità Ha Posto Dimora in me per Beneficiarmi Incessantemente con la Sua Grazia e che io, giorno dopo giorno, Avanzo nel Cammino Verso la Perfezione Che Tu, Padre Buono, Hai Pensato per me dal Momento in Cui mi Chiamasti all’Esistenza. Credo che ogni giorno Ti Amo un po’ di più, anche se spesso non ne ho la Consapevolezza, perché Tu Sei Bontà Infinita e Fai Sempre Quello Che Vuoi. Devo Impegnarmi a Crescere nell’Umiltà, perché non E’ sempre Facile Lasciarsi Amare da Te e dalle Tue Creature: l’orgoglio si oppone e vuole ribellarsi. Credo che noi, Figli Tuoi, Siamo Stati Creati per Amore e possiamo trovare la Gioia Piena a Cui Aneliamo solo Amando, per Mezzo della Grazia Che Tu ci Doni. Guardando a coloro che non ci Amano, dovremmo provare pena e Compassione, perché rifiutano la Gioia Che Deriva dall’Amore; anche noi dovremmo compiangerci ogni volta che chiudiamo i nostri Cuori. Se potessimo uscire dai nostri limiti e Credere Umilmente alla Tua Santa Parola Che Dice Che Tutto E’ nostro, noi Siamo di Cristo e Cristo E’ di Dio! (cfr 1Corinzi 3,22-23). Se Credessimo, potremmo Vivere già da ora un Acconto di Paradiso, Accogliendo l’Amore Che E’ Dentro e Fuori di noi, Vivo e Presente in Tutta la Creazione. Signore, Aumenta la nostra Fede, la nostra Speranza e la nostra Carità, perché Tu Sei il nostro Dio e noi siamo Figli e Servi Tuoi. O Dio, Che ci Ami Infinitamente ed Eternamente e Ti Doni Interamente a ciascuno di noi, Tu Riesci ad Amare ogni Figlio Tuo Come se Fosse l’Unico Esistente. Esulta il mio Cuore quando Pensa a Te e Nasce l’Esigenza di DonarTi Gratitudine Infinita ed Eterna. Allora, insieme al Salmista ripeto: “che Cosa Renderò al Signore per Quanto mi Ha Dato?” (salmo 115,12). Mio Signore e mio Dio Ti Dono tutta me stessa per sempre e, Confidando nella Tua Grazia, Ti Seguirò ovunque Tu Vada, perché so Che le Tue Vie Sono Vie d’Amore e Portano alla Beatitudine senza Fine, Che Tu Sei. Di noi tutti Abbi Misericordia e Apri i nostri Cuori, perché possiamo AiutarTi ad Aiutarci, con una Partecipazione sempre più Piena della Tua Salvezza. A Te, Dio nostro, ogni Onore e Gloria per Tutti i Secoli dei Secoli”.

“Hai scritto Bene, Piccola Mia. Farò un’Aggiunta a Riguardo della Gratitudine: Essa E’ Giusta Ricompensa Secondo le logiche del mondo, Cioè E’ Dovuta a qualcuno che vi Fa del Bene. Questa E’ logica umana ed E’ Apprezzabile, ma la Gratitudine Soprannaturale E’ Molto di Più: Essa Sgorga Direttamente e Naturalmente dall’Amore ed E’ Dono Gratuito. Tu Mi dirai che non ci sarebbe Bisogno Che il Creatore Avesse Gratitudine per le Sue Creature e dici il Vero, perché non conosci abbastanza le Proprietà dell’Amore. Continua a Crescere, Bambina Mia, e Comprenderai Meglio, ma per il momento va Bene Così. Intanto Continua a Dare Gratuitamente Quel Che Ricevi Gratuitamente. Stai Serena e Lascia Fare al tuo Dio Che non Cesserà mai di Stupirti con la Sua Benevolenza. La Mia Grazia Abbonda su tutti e ciascuno Riceve Secondo l’Apertura del proprio Cuore, perché Dio non Fa Preferenze per alcuno. Vi Amo e vi Benedico! Dio, vostro Padre”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Insegnaci un Santo Rispetto, un Rispetto Meravigliato per le Cose Alte, per il Sacro Che Tu Hai Deposto nelle nostre mani. Concedici di Celebrare i Tuoi Misteri, e in Modo Particolare la Liturgia, con Infinito Rispetto. Perché, se i porci che rappresentano i nostri più bassi istinti calpestano nel fango della volgarità i Tuoi Misteri, il Figlio del Regno Prende la Perla Preziosa e La Porta Verso la Luce, e il Suo Volto E’ Tutto Illuminato dai Mille Colori delle Variegate Operazioni del Tuo Spirito. Amen.

Dal Secondo Libro dei Re (2 Re 19,9b-11.14-21.31-35a.36)

In Quei Giorni, Sennàcherib inviò messaggeri a Ezechia per dirgli: “Direte a Ezechia, re di Giuda: Non ti Inganni il Dio in Cui Confidi, Dicendoti: Gerusalemme non sarà consegnata nelle mani del re d’Assiria. Ecco, tu sai ciò che hanno fatto i re di Assiria in tutti i paesi che votarono allo sterminio. Soltanto tu ti Salveresti? Ezechia prese la lettera dalle mani dei messaggeri e la lesse, poi salì al Tempio e, svolgendo lo scritto Davanti al Signore, Pregò: “Signore Dio di Israele, Che Siedi Sui Cherubini, Tu Solo Sei Dio per Tutti i Regni della Terra; Tu Hai Fatto il Cielo e la Terra. Porgi, Signore, l’Orecchio e Ascolta; Apri, Signore, gli Occhi e Vedi; Ascolta tutte le parole che Sennàcherib ha fatto dire per insultare il Dio Vivente. È Vero, o Signore, che i re d’Assiria hanno devastato tutte le nazioni e i loro territori; hanno gettato i loro dei nel Fuoco; quelli però, non erano dei, ma solo opera delle mani d’uomo, legno e pietra; perciò li hanno distrutti. Ora, Signore nostro Dio, Liberaci dalla sua mano, perché sappiano tutti i regni della Terra Che Tu Sei il Signore, il Solo Dio“. Allora Isaia figlio di Amoz Mandò a Dire a Ezechia: “Dice il Signore, Dio di Israele: Ho Udito Quanto hai chiesto nella tua Preghiera riguardo a Sennàcherib re d’Assiria. Questa E’ la Parola Che il Signore Ha Pronunziato Contro di lui: Ti Disprezza, ti Deride la Vergine Figlia di Sion. Dietro a te scuote il capo la Figlia di Gerusalemme. Poiché da Gerusalemme uscirà il resto, dal Monte Sion il residuo. Perciò Dice il Signore Contro il re d’Assiria: Non entrerà in questa città e non vi lancerà una freccia, non l’affronterà con scudi e non vi costruirà terrapieno. Ritornerà per la strada per cui è venuto; non entrerà in questa città. Oracolo del Signore. Proteggerò questa città per Salvarla, per Amore di Me e di Davide Mio Servo“. Ora in Quella Notte l’Angelo del Signore Scese e Percosse nell’accampamento degli Assiri centottantacinquemila uomini. Sennàcherib re d’Assiria levò le tende, fece ritorno e rimase a Ninive. Parola di Dio.

Dal Salmo 47

Dio Ha Fondato la Sua Città per Sempre. Grande E’ il Signore e Degno di Ogni Lode nella Città del nostro Dio. Il Suo Monte Santo, Altura Stupenda, E’ la Gioia di Tutta la Terra. Il Monte Sion, Dimora Divina, E’ la Città del Grande Sovrano. Dio nei Suoi Baluardi E’ Apparso Fortezza Inespugnabile. Ricordiamo, Dio, la Tua Misericordia Dentro il Tuo Tempio. Come il Tuo Nome, o Dio, Così la Tua Lode Si Estende Sino ai Confini della Terra; E’ Piena di Giustizia la Tua Destra.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Io Sono la Luce del Mondo, Dice il Signore; chi Segue Me Avrà la Luce della Vita. Alleluia. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo  (Mt 7,6.12-14)

In Quel Tempo, Gesù Disse ai Suoi Discepoli: “Non date le Cose Sante ai cani e non gettate le vostre Perle davanti ai porci, perché non Le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.   Tutto Quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: Questa infatti E’ la Legge ed i Profeti. Entrate per la Porta Stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; Quanto Stretta invece E’ la Porta e Angusta la Via Che Conduce alla Vita, e quanto pochi sono quelli che La trovano!“ Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Dio, Accogli il nostro Canto, mentre Scende la Sera. Dona alle stanche membra la Gioia  del Riposo, e nel Sonno Rimargina le ferite dell’Anima. Se le tenebre scendono sulla Città degli uomini, non si Spenga la Fede nel Cuore dei Credenti. A Te Sia Lode, o Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, nei Secoli dei Secoli. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply