Il Santo Vangelo del Giorno martedì di Quaresima 13 marzo 2018 (2025) A.D. –  ManifestaTi Nuovamente in Terra, Signore Gesù!

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 Risultati immagini per gif Corone Reali animate

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, col Santo Vangelo del Giorno, Accompagnati dal Meraviglioso Messaggio del Cristo e dalle Preghiere contro il peccato in Terra, prendiamo atto che molte Realtà del Cielo non son state Rivelate da coloro che – Chiamati proprio a divulgare Tali Verità, avrebbero invece dovuto farlo, violando – quindi, ogni Dettato Sostegno al Prossimo.  Così, mentre alcuni terreni e distratti Ministri di Cristo “dimenticavano” di assolvere alla Missione Affidata loro – svolgendola invece come un’ormai “consueta ed ordinaria professione lavorativa”, l’effimero potere del demonio avviluppava la mente delle genti, non più consapevoli del buio operare! Anche per questo, si è stati costretti ad osservare un graduale ma costante sfacelo del Creato, con indicibili riverberazioni sul piano dello Spirito e dell’Animo di ognuno.  Poiché non è la scienza a spiegarci le cose ma la Fede – mediante l’ascolto del Cuore, “spalanchiamo le nostre braccia al Cristo” che – Tornato fra noi, Collocherà i malvagi nel triste alveo destinato loro! Giovanni Paolo II intese acclarare e sostenere in Umiltà quanto sulla Parusia – o Venuta intermedia, scrisse uno Strumento del Signore, il Frate Conventuale don Martino Penasa, sopravvivendo a Quello che gli uomini – nella loro miserrima pochezza, ancor tentano di relegare nei meandri della superstizione.  Siam certamente autonomi nell’esercitare il personale Libero Arbitrio, pur consapevoli di non poter servire a due padroni, giacché il Tutto Appartiene a Dio Padre….e non a mammona! Ecco, qui sta l’Intelligenza degli uomini, ovvero nel non dimenticar mai Ciò.  Buona Giornata a tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Gesù Cristo

(a Padre Melvin Doucette il giorno 04 marzo 2010 – Canada)

«Je vous Aime»

 

 

 

 

Gesù Nutrì 5.000 uomini! Avendo Udito Questo, Gesù Partì di là su una barca e Si Ritirò in un luogo deserto, in disparte.   Ma le folle, avendolo saputo, Lo seguirono a piedi dalle città. 14 Sceso dalla barca, Egli vide una grande folla, Sentì compassione per loro e Guarì i loro malati. 15 Sul far della sera, Gli si avvicinarono i Discepoli e Gli dissero: “Il luogo è deserto ed è ormai tardi; Congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare”. 16 Ma Gesù Disse loro: “Non occorre che vadano; voi stessi date loro da mangiare”. 17 Gli risposero: “Qui non abbiamo altro che cinque Pani e due Pesci!”. 18 Ed Egli disse: “PortateMeli qui”. 19 E, dopo Aver Ordinato alla folla di sedersi sull’erba, Prese i cinque Pani e i due Pesci, Alzò gli Occhi al Cielo, Recitò la Benedizione, Spezzò i Pani e li Diede ai Discepoli, e i Discepoli alla folla. 20 Tutti mangiarono a sazietà, e portarono via i pezzi avanzati: dodici ceste piene. 21 Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini. (Matthieu 14.13-21).

Questo il Messaggio Che Gesù Ha Dato:    «Ho Avuto ogni Giorno Compassione delle persone che Mi seguivano fin nel Deserto per ascoltarMi.    Dedicavo del Tempo per Guarire i malati e per Parlare a tutti.    Alle volte essi restavano con Me tutta la giornata, così che arrivata la sera essi avevano fame.   Mi è capitato più di una volta di Nutrire delle migliaia di persone nel deserto.   Alcuni avevano dei Pani e dei Pesci, che Io Moltiplicai perché la folla intera potesse mangiare a sazietà. «Questo Miracolo della Moltiplicazione del Nutrimento rammentava alle genti il tempo dei loro antenati nel deserto, dove il Padre Diede loro da Mangiare la Manna per 40 anni.    Per questo sono diventati Miei Discepoli, questo rappresenta il Grande Miracolo dell’Eucarestia.    Altre volte Moltiplicai dei Pani e dei Pesci, ma oggi Io Compio per voi un Miracolo più Grande nel cambiare veramente il Pane ed il Vino nel Mio Corpo e nel Mio Sangue.    Questo Nutrimento Celeste vi Trasformerà e vi Unirà a Me.    E’ Questo Nutrimento Che vi Preparerà per il Cielo.    Venite, Miei Cari Amici, riceveteMI sovente nell’Eucarestia e voi Sarete Benedetti.  Io vi Amo».

 

 

 

 

 

 

 

gesu-bambino

 

 

 

 

 

Alfalanghon, il demonio che spinge le Creature della Terra alla pedofilia, non sopporta la Tredicina a Sant’Antonio e la Preghiera a Gesù Bambino. Fratelli e Sorelle in Cristo, noi tutti, per Aiutare coloro che vengono aggrediti dal male, recandone purtroppo ad altri Innocenti, Dedicheremo anche Questa Giornata alla Salvezza Spirituale dei peccatori, Recitando Intimamente la Preghiera a Gesù Bambino e la Tredicina a San’Antonio. Grazie di Cuore e Che Dio Padre Onnipotente ci Benedica.

 

 

 

 

 

Preghiera a Gesù Bambino

(per l’Intervento Divino contro il demone della pedofilia in Terra)

 

 

 

 

 

O Gesù Bambino, mi rivolgo Umilmente a Te e Ti Prego – per la Tua Santa Madre, di Assistermi in Questa Necessità di Pace, Debellando l’onda della pedofilia dalla faccia della Terra, poiché Credo Fermamente Che la Tua Divinità Può Venire in Aiuto.   Spero con Fiducia Che le Creature del Popolo del Padre Tuo – e nostro, Ottengano la Tua Santa Grazia.   Ti Amo con Tutto il Cuore e con Tutte le Forze dell’Anima Mia.   Mi Pento Sinceramente dei peccati miei e del mondo intero, SupplicandoTi, o Buon Gesù, di Donare la Forza di vincerli.  Prendo la Ferma Risoluzione di non offenderTi mai più, e mi Offro a Te con la Disposizione di Soffrire, piuttosto che di dispiacerTi. Ormai, voglio ServirTi con Fedeltà. Per Amore Tuo, o Divino Gesù Bambino, Amerò il mio Prossimo come me stesso.   O Gesù Bambino, Pieno di Potenza, Ti Supplico di nuovo, Assistici in Questa Circostanza, Debellando l’onta della pedofilia dalla faccia della Terra, Facendoci la Grazia di PossederTi Eternamente con Maria e Giuseppe in Cielo, e di AdorarTi con i Santi Angeli.   Così Sia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per immagini di Sant'Antonio da Padova

 

 

 

Tredicina a Sant’Antonio da Padova

(per l’Intervento Divino contro il demone della pedofilia in Terra)

Undicesimo Giorno

 

 

 

 

 

O Carissimo Santo, Che Ascolti Tutti Quelli Che Ricorrono a Te, Accogli con Bontà anche la mia Preghiera, e PresentaLa a Dio, affinché io sia Esaudito.

Gloria al Padre…

Prega per noi, Sant’Antonio di Padova, e Saremo Fatti Degni delle Promesse di Cristo.

Preghiamo

Dio Onnipotente ed Eterno, Che in Sant’Antonio di Padova Hai Dato al Tuo Popolo un Insigne Predicatore del Vangelo e un Patrono dei Poveri e dei Sofferenti, Concedi a noi, per Sua Intercessione, di Seguire i Suoi Insegnamenti di Vita Cristiana e di Sperimentare, nella Prova, il Soccorso della Tua Misericordia. Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

L'immagine può contenere: pianta, fiore, notte, spazio all'aperto e natura

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Ti Ringrazio per il Dono dell’Acqua Battesimale. Ti Ringrazio perché Continui a Guarirci dal male Che Paralizza il Cuore e la Mente, e Ci Rendi di Nuovo Capaci di Fare il Bene.  Grazie per lo Spirito Santo Che Fa di noi dei Figli del Padre, a Tua Somiglianza. Fa’ Che io Sia Fedele a Questi Doni e Che, Oggi, Compia la Tua Volontà e non la mia. Amen.

Dal Libro del Profeta Ezechiele (Ez 47,1-9.12)

In Quei Giorni [l’Angelo] mi Condusse all’Ingresso del Tempio e Vidi Che Sotto la Soglia del Tempio Usciva Acqua verso Oriente, poiché la Facciata del Tempio era Verso Oriente. Quell’Acqua Scendeva sotto il Lato Destro del Tempio, dalla Parte Meridionale dell’Altare. Mi Condusse Fuori dalla Porta Settentrionale e mi Fece Girare all’Esterno, Fino alla Porta Esterna Rivolta a Oriente, e Vidi Che l’Acqua Scaturiva dal Lato Destro.  Quell’Uomo Avanzò Verso Oriente e con una Cordicella in mano Misurò Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare quell’Acqua: mi Giungeva alla caviglia. Misurò altri Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare quell’Acqua: mi Giungeva al ginocchio. Misurò altri Mille Cùbiti, poi mi Fece Attraversare l’Acqua: mi Giungeva ai fianchi. Ne Misurò altri Mille: era un Torrente Che non Potevo Attraversare, perché le Acque erano Cresciute; erano Acque Navigabili, un Torrente Che non si Poteva Passare a Guado. Allora Egli mi Disse: «Hai Visto, figlio dell’Uomo?». Poi mi Fece Ritornare sulla Sponda del Torrente; voltandomi, Vidi Che sulla Sponda del Torrente vi era una grandissima Quantità di Alberi da una Parte e dall’Altra. Mi Disse: «Queste Acque Scorrono verso la Regione Orientale, scendono nell’Aràba ed Entrano nel Mare: Sfociate nel Mare, ne Risanano le Acque. Ogni Essere Vivente Che si Muove Dovunque Arriva il Torrente, Vivrà: il Pesce vi sarà Abbondantissimo, perché Dove Giungono quelle Acque, Risanano, e Là Dove Giungerà il Torrente Tutto Rivivrà. Lungo il Torrente, su una Riva e sull’Altra, Crescerà ogni Sorta di Alberi da Frutto, le Cui Foglie non Appassiranno: i loro Frutti non Cesseranno e Ogni Mese Matureranno, perché le loro Acque Sgorgano dal Santuario. I loro Frutti Serviranno Come Cibo e le Foglie Come Medicina».  Parola di Dio.

Dal Salmo 45

Dio E’ per noi Rifugio e Fortezza, Aiuto Infallibile Si E’ Mostrato nelle angosce. Perciò non Temiamo se Trema la Terra, se Vacillano i Monti nel Fondo del Mare. Un Fiume e i suoi Canali Rallegrano la Città di Dio, la Più Santa delle Dimore dell’Altissimo.  Dio E’ in Mezzo ad Essa: non Potrà Vacillare.  Dio La Soccorre allo Spuntare dell’Alba.  Il Signore degli Eserciti E’ con noi, nostro Baluardo E’ il Dio di Giacobbe.   Venite, vedete le opere del Signore, Egli Ha Fatto Cose Tremende sulla Terra.

Canto al Santo Vangelo

Gloria a Te, o Cristo, Verbo di Dio! Crea in me, o Dio un Cuore Puro; Rendimi la Gioia della Tua Salvezza. Gloria a Te, o Cristo, Verbo di Dio! 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 5,1-3a.5-16)

Ricorreva una Festa dei Giudei e Gesù Salì a Gerusalemme. A Gerusalemme, Presso la Porta delle Pecore, vi E’ una Piscina, Chiamata in Ebraico Betzatà, con Cinque Portici, Sotto i Quali Giaceva un grande numero di infermi, ciechi, zoppi e paralitici.  Si trovava lì un uomo che da trentotto anni era malato. Gesù, Vedendolo Giacere e sapendo che da molto tempo era così, gli disse: «Vuoi guarire?». Gli rispose il malato: «Signore, non ho Nessuno Che mi Immerga nella Piscina quando l’Acqua si Agita. Mentre infatti Sto per Andarvi, un altro Scende prima di me». Gesù gli Disse: «Àlzati, Prendi la tua Barella e Cammina». E all’istante quell’uomo Guarì: Prese la sua Barella e Cominciò a Camminare.  Quel Giorno però era un Sabato. Dissero dunque i Giudei all’uomo Che Era Stato Guarito: «È Sabato e non ti E’ Lecito Portare la tua Barella». Ma egli Rispose loro: «Colui Che mi Ha Guarito mi Ha Detto: “Prendi la tua Barella e Cammina”». Gli domandarono allora: «Chi E’ l’Uomo Che ti Ha Detto: “Prendi e Cammina”?». Ma colui Che Era Stato Guarito non Sapeva Chi Fosse; Gesù infatti Si Era Allontanato perché vi era folla in Quel Luogo. Poco dopo Gesù lo Trovò nel Tempio e gli Disse: «Ecco: sei Guarito! Non peccare più, perché non ti Accada Qualcosa di Peggio». Quell’uomo se ne Andò e Riferì ai Giudei Che Era Stato Gesù a Guarirlo. Per questo i Giudei Perseguitavano Gesù, perché Faceva Tali Cose di Sabato.  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Resta con me, Signore Gesù, e Perdonami le colpe di Questo Giorno. Guarisci tutti i Malati nello Spirito e Aiuta i Malati nel Corpo. Salva coloro Che Soffrono e Sono Isolati, Abbandonati a se stessi Come era l’uomo della Piscina di Siloe.  Resta con loro, Signore, in Questa Notte; io Ripongo in Te la mia Fiducia.  Proteggi tutti coloro Che Amo e Che Ti Affido. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply