Il Santo Vangelo del Giorno mercoledì del Signore 18 settembre 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Dedicato a tutti i Bambini Sofferenti, Angeli del Signore!

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Gio 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

                                                                         Immagine incorporata

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.

Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

 

Buongiorno nel Signore! Sovente capita di imbattersi nei contorti meandri della Vita, ove si annidano le insidie del male! Eppure, se avessimo più Fede le cose starebbero diversamente, il mondo procederebbe meglio e più spedito Verso la Celeste Luce.   Oggi, col Santo Vangelo del Giorno, non trascuriamo di leggere attentamente l’Esortazione del Buon San Paolo, preparandoci Degnamente alla Preghiera per i Fanciulli, per i loro Genitori e per tutti gli Ammalati della Terra, che tali sono per via delle distrazioni e del procedere confuso.   Non dobbiamo mai dimenticare Che le Grazie ci Pervengono dal Cielo, da Quella Misericordia Che Solo un Padre Può Dispensare ai Figli Suoi, anche se poco attenti alle Questioni Salvifiche del Cielo.   Ad alcuno venga però in mente che il “Tutto Sia Dovuto”, perché non possiamo continuare a Vivere di Rendita, altresì rammentando che niente viene dal nulla! Sia Lodato Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Preghiera di Guarigione per tutti i Bambini Malati

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

 

“Andò dunque di nuovo a Cana di Galilea, dove Aveva Cambiato l’Acqua in Vino. Vi era un funzionario del re, che aveva un Figlio malato a Cafarnao. Costui, udito che Gesù Era Venuto dalla Giudea in Galilea, si recò da Lui e Lo Pregò di Scendere a Guarire Suo Figlio, poiché stava per morire. Gesù gli Disse: “Se non vedete Segni e Prodigi, voi non Credete“. Ma il funzionario del re insistette: “Signore, scendi prima che il mio Bambino muoia“. Gesù gli Risponde: “Va’, tuo Figlio Vive”. Quell’uomo Credette alla Parola Che gli Aveva Detto Gesù e si mise in cammino. Proprio mentre scendeva, gli vennero incontro i servi a dirgli: “Tuo Figlio Vive!“. S’informò poi a che Ora avesse cominciato a star meglio. Gli dissero: “Ieri, un’ora dopo Mezzogiorno la febbre lo ha lasciato“. Il padre riconobbe che proprio in Quell’Ora Gesù gli Aveva Detto: “Tuo Figlio Vive” e Credette Lui con tutta la sua Famiglia” (Giovanni 4, 46-53)

(Un momento di Silenzio, perché la Parola di Dio con il Suo Potere Penetri nel tuo Cuore e tu ti senta spinto a un Atto di Fede: Dio Può Farlo di nuovo).

Amato Signore, Tu Conosci il Cuore dei Tuoi Figli e non Resti Indifferente davanti al Povero che Ti Supplica. Sai Che Quello che ci sta a Cuore E’ il Benessere dei nostri Figli, Comprendi la preoccupazione dei Genitori di fronte alla malattia di un Figlio. Oggi vengo come il funzionario del re del Vangelo a chiederTi di Scendere a Guarire tutti i Fanciulli della Terra.   Pur nella preoccupazione che ci provoca la malattia, nel dolore e nello sconcerto, se Questo E’ Ciò Che Tu Permetti accettiamo Questo Momento Come Occasione di Purificazione, di Abbandono nelle Tue Mani, di Offerta Generosa della nostra Vita. Accettiamo Questo Momento Come un’Occasione per Unirci nella Sofferenza ai Dolori di Cristo per la Salvezza del mondo (Colossesi 1, 24)

(Prendetevi qualche minuto e con Calma il vostro Cuore Si Unisca a Quello che avete appena detto con le labbra: “Con Questa Sofferenza, mi Unisco, Signore, alla Tua Passione…”)

Ora, Signore, a Te Che Vuoi Che abbiamo Vita in Abbondanza, chiedo di Guarire – per il Potere del Mistero della Tua Infanzia e della Tua Vita Nascosta nella Casa di Nazareth, i Bambini Che Tu Conosci e Ami. PrendiTi Cura dei loro Corpicini e della loro Anima. Passa la Tua Mano Guaritrice Su di loro, perché sentano il Tuo Sollievo e le Tue Cure e si Ristabiliscano presto, Secondo la Tua Volontà.   Tu Che Hai Ricevuto le Cure Amorevoli di Maria e Giuseppe, Consola e Rianima i loro Papà e le loro Mamme, non Permettere Che Cadano nella Disperazione, nel dubbio, nella depressione, ma con il loro Dolore e la loro Preoccupazione Ricorrano a Te Come Fonte di Vera, Piena e Duratura Guarigione del Corpo e dell’Anima.   Ti Presentiamo i Luoghi di Sofferenza in cui si trovano proprio i Fanciulli. Rivestili della Tua Forza e della Tua Grazia. Allontana da lì tutto ciò che può essere un ostacolo a livello materiale o Spirituale alla Pronta Guarigione.   Ti presentiamo i professionisti sanitari che assistono i Piccoli e gli Ammalati in generale.   Rivestili della Tua Saggezza, Illuminali perché riescano a offrire la diagnosi corretta e trovino le cure e i trattamenti indicati.  Prendili Come Strumenti della Tua Guarigione.   Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, Che con Cura e Costanza Accudivi il Tuo Bambino, Guarda il Cuore delle Madri e Infondi Fiducia, perché anche loro, Come Te, possano vedere Crescere i propri Figli in statura, Sapienza e Grazia, Davanti a Dio e agli uomini.   Caro San Giuseppe, Tu Che Sei Stato il Protettore della Sacra Famiglia e L’Hai Difesa da tutti i pericoli e perfino dalla morte certa nella persecuzione di Erode, Ti presento i Papà di Queste Creature.   Intercedi Presso il Tuo Amato Figlio Gesù, perché riescano a mantenersi Forti anche nel dolore e nella preoccupazione. Che riescano a ottenere i mezzi necessari per la buona Cura dei propri Figli. Aiutali a non abbattersi e a mantenersi lucidi di Fronte alla Volontà di Dio.    Signore, Tu Hai Detto di Credere Che Abbiamo già Ottenuto Ciò Che Ti chiediamo con Fede nella Preghiera.  Ora Levo la mia Voce e le mie Braccia per RenderTi Grazie per la Salute Che Riceveranno Questi Bambini, per il Potere del Tuo Amore Che Ascolta Questa Preghiera Fiduciosa.   Riconosciamo Che Stai già Agendo e Curando.   Come il funzionario del Vangelo, anche noi Riconosceremo Che in Questo Stesso Momento Stai Ristabilendo Salute e Benessere.  Ti Lodo nella Fede.  Ti Riconosco Signore e Salvatore della nostra Vita.  Senza di Te siamo perduti.   Ti Amiamo, Signore, e Riconosciamo la Tua Grandezza.  A Te la Gloria nei Secoli dei Secoli.  Amen.

(Padre Nostro, Ave Maria, Gloria)

Autore: padre José Luis Aguilar. [Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti].

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria nel mondo, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino (Sant’Angela Merici)

Signor mio, Illumina le tenebre del mio Cuore, Dammi la Grazia di morire, piuttosto Che offendere Oggi Stesso la Tua Divina Maestà. E Rendi Sicuri i miei Affetti e i miei Sensi, così che non deviino né a destra né a sinistra, né mi distolgano dal Luminosissimo Tuo Volto, Che Fa Contento ogni Cuore afflitto.  Ahi! Misera me che, Entrando nel Segreto del mio Cuore, dalla vergogna non Oso Alzare gli Occhi al Cielo; merito infatti di essere divorata viva nell’inferno, poiché vedo in me tanti errori, tante bruttezze e tendenze riprovevoli, come spaventose fiere e figure mostruose. Sono, dunque, costretta, Giorno e Notte, andando, stando, Operando, pensando, a Confessarmene ad Alta Voce e a Gridare Verso il Cielo, Chiedendo Misericordia e il Tempo per Fare Penitenza.  Degnati, o Benignissimo Signore, di Perdonarmi tante offese, e ogni mio errore che mai abbia commesso fino ad ora dal Giorno del Santo Battesimo.  Degnati di Perdonare i peccati, ahimè, anche di mio padre e di mia madre, e dei miei parenti ed amici, e del Mondo Intero.  Te Ne Prego per la Tua Sacratissima Passione e per il Tuo Sangue Prezioso Sparso per Amor nostro; per il Tuo Santo Nome: Sia Esso Benedetto Sopra la Rena del Mare, Sopra le Gocce delle Acque, Sopra la Moltitudine delle Stelle.   Mi dolgo d’essere stata tanto lenta a incominciare a Servire la Tua Divina Maestà.  Ahimè! Finora non ho mai Sparso neppure una piccola Goccia di Sangue per Amor Tuo, e nemmeno sono stata Obbediente ai Tuoi Divini Precetti, e ogni avversità mi è stata aspra per il mio poco Amore per Te. Signore, in luogo di quelle misere creature che non Ti Conoscono, né si Curano di Partecipare ai Meriti della Tua Sacratissima Passione, mi si Spezza il Cuore, e Volentieri (se lo potessi) darei io stessa il mio Sangue per Aprire la cecità delle loro menti. Perciò, Signore mio, Unica Vita e Speranza mia, Ti Prego: Degnati di Ricevere questo mio Cuore vilissimo ed impuro, e di bruciare Ogni Suo Affetto e ogni Sua Passione nell’Ardente Fornace del Tuo Divino Amore. Ti prego: ricevi il mio Libero Arbitrio, ogni Atto della mia Volontà, la quale da sé, infetta com’é dal peccato, non sa Discernere il Bene dal male.   Ricevi Ogni mio Pensare, Parlare ed Operare; insomma: ogni cosa mia, tanto Interiore quanto esteriore. Tutto Questo io Offro ai Piedi della Tua Divina Maestà.   E Ti Prego, DegnaTi di Riceverlo, benché io ne sia indegna.   Amen”. 

Dalla Prima Lettera di San Paolo Apostolo a Timoteo (1Tm 3,14-16)

Figlio mio, ti scrivo Tutto Questo nella Speranza di venire presto da te; ma se dovessi tardare, voglio che tu Sappia Come Comportarti nella Casa di Dio, Che E’ la Chiesa del Dio Vivente, Colonna e Sostegno della Verità. Non vi è alcun dubbio Che Grande E’ il Mistero della Vera Religiosità: Egli Fu Manifestato in carne umana e Riconosciuto Giusto nello Spirito, Fu Visto dagli Angeli e Annunciato fra le genti, Fu Creduto nel Mondo ed Elevato nella Gloria.  Parola di Dio.

Dal Salmo 110

Renderò Grazie al Signore con tutto il Cuore, tra gli uomini Retti riuniti in Assemblea. Grandi Sono le Opere del Signore, Le Ricerchino coloro Che Le Amano. Il Suo Agire E’ Splendido e Maestoso, la Sua Giustizia Rimane per Sempre.    Ha Lasciato un Ricordo delle Sue Meraviglie: Misericordioso e Pietoso E’ il Signore.   Egli Dà il Cibo a chi Lo Teme, Si Ricorda Sempre della Sua Alleanza.  Mandò a Liberare il Suo Popolo, Stabilì la Sua Alleanza per Sempre: La Lode del Signore Rimane per Sempre.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Le Tue Parole, Signore, Sono Spirito e Sono Vita; Tu Hai Parole di Vita Eterna. Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Luca (Lc 7,31-35)

In Quel Tempo, il Signore Disse: «A chi Posso Paragonare la gente di questa Generazione? A chi è simile? È simile a bambini che, seduti in Piazza, gridano gli uni agli altri così: “Vi abbiamo Suonato il Flauto e non avete Ballato, abbiamo Cantato un Lamento e non avete Pianto!”. È venuto infatti Giovanni il Battista, Che non Mangia Pane e non Beve Vino, e voi dite: “È indemoniato”. È Venuto il Figlio dell’Uomo, Che Mangia e Beve, e voi dite: “Ecco un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori!”. Ma la Sapienza E’ Stata Riconosciuta Giusta da tutti i Suoi Figli».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera (madre Teresa di Calcutta)

Signore, Insegnami a non parlare come un Bronzo risonante, o un Cembalo squillante, ma con Amore. Rendimi Capace di Comprendere e Dammi la fede che Muove le Montagne, ma con l’Amore. Insegnami Quell’Amore Che E’ Sempre Paziente e Sempre Gentile; mai geloso, presuntuoso, egoista o permaloso; L’Amore Che Prova Gioia nella Verità, Sempre Pronto a Perdonare, a Credere, a Sperare e a Sopportare.  Infine, quando tutte le Cose Finite si Dissolveranno  e tutto sarà Chiaro, che io possa essere stato il debole, ma Costante Riflesso del Tuo Amore Perfetto.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)