Il Santo Vangelo del Giorno Sabato  06 luglio 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Al Purissimo Sangue di Gesù Cristo, Versato dal Signore per la nostra Elevazione al Cielo.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Gio 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

Pace e Bene a tutti noi distratti, che non vediamo affatto le quotidiane Grazie, benché il Signore ci Passi accanto di continuo! Oggi, col Santo Vangelo del Giorno, abbiamo qui modo di leggere un Passo importante della Vita Spirituale di Natuzza Evolo, una Cara Sorella in Cristo, tornata di recente alla Casa del Padre Celeste! In ogni locuzione interiore, in qualsivoglia Estasi o Sogno, la Veggente ha sempre riferito le Sensazioni Trasmessele dal Cielo, per il Ravvedimento di noi Figli della Terra.    Così Come le Autorità – Inviate per Aiutarci, Han Sempre Esortato le Creature alla Preghiera, con Altrettanta Fede dovremmo prestare Attenzione alle Sollecitazioni del Cuore, Che Spinge il nostro Essere Verso la Luce di Dio, affinché possiamo tutti Godere delle Attenzioni dei Beniamini, Che altro non Desiderano oltre al nostro Bene! Approfittiamo anche di queste pagine per riavvicinarci ai Sacramenti e – quindi, alla Santa Messa, Invocando la Divina Misericordia di Gesù, perché Consenta di Riconciliarci con l’Intero Creato.  In Questo 1° Sabato del Mese – Rendendo Onore alla Salvifica Promessa di Salvezza della Divina Misericordia, un Pensiero d’Amore per i Defunti Agevolerà l’Auspicato Cammino, Rasserenando l’Animo.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

I Messaggi dal Cielo

(Testimonianza di Natuzza Evolo a don Cordiano)

 

 

 

 

“Il 17 gennaio un Vecchio Mendicante dai vestiti sporchi e laceri Bussò alla mia porta.   Io chiesi: “Che volete”? E l’Uomo Rispose: “No, Figlia Mia, non Voglio niente.  Sono Venuto per Farti una Visita”. Intanto notavo che l’Anziano, Coperto di cenci che pendevano, Aveva gli Occhi incredibilmente Belli, Erano verde intenso.   Cercai di congedarLo rapidamente e dissi: “Sentite, se avevamo un morso di Pane Ve Lo davo, ma non abbiamo niente, siamo poveri in tutto”.   “No Figlia Mia, Me Ne Vado.  Prega per Me Che Io Prego per te”, mi Rispose Andandosene con un Sorriso Bellissimo.   Pensai fosse un Vecchio pazzo. L’Angelo allora mi Disse: “Tu sei una stupida, non ti Ha Chiesto Niente, non ti Ha Detto nNente, Ha Alzato la Mano per Benedirti.   Chi Poteva Essere? Uno dell’Altro Lato!”.   Presa dalla paura replicai: “Un Altro Lato dove? della strada?”.  L’Angelo Rise e con Voce Pacata Disse: “Era il Signore… Si E’ Mostrato Così Stracciato perché siete voi, il mondo, che L’avete stracciato e Lo continuate a stracciare.  Era Gesù”.   Figurati a me, piansi per tre giorni.    Avevo trattato male Gesù, se sapevo Che Era Lui Lo avrei Abbracciato!”.

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate del Preziosissimo Sangue di Gesù

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

Risultati immagini per gif Animata Gesù e la Croce

 

 

 

 

 

 1° Sabato del Mese!

 

 

 

Preghiera del Mattino

Dio Onnipotente, Tu Sei Indicibilmente più Grande di Quanto noi possiamo Capire.  Tu Sei Qui. La Tua Presenza ci Circonda e ci Anima Come la Calda Luce del Sole.  Fa’ Che abbiamo Fiducia Totale in Te e nella Parola di Tuo Figlio, per poter Sentire – Come Tommaso, l’Amore e la Presenza di Gesù. Amen.

Dal Libro della Genesi (Gen 27,1-5.15-29)

Isacco era vecchio e gli occhi gli si erano così indeboliti che non ci vedeva più.   Chiamò il figlio maggiore, Esaù, e gli disse: «Figlio mio». Gli rispose: «Eccomi».  Riprese: «Vedi, io sono vecchio e ignoro il Giorno della mia morte.  Ebbene, prendi le tue Armi, la tua Farètra e il tuo Arco, va’ in Campagna e caccia per me della Selvaggina.   Poi preparami un Piatto di mio gusto e portamelo; io lo Mangerò affinché possa Benedirti prima di morire».  Ora Rebecca ascoltava, mentre Isacco parlava al figlio Esaù.   Andò dunque Esaù in Campagna a Caccia di Selvaggina da portare a Casa. Rebecca prese i Vestiti più Belli del figlio maggiore, Esaù, che erano in Casa presso di lei, e li fece indossare al figlio minore, Giacobbe; con le Pelli dei Capretti rivestì le sue braccia e la parte liscia del collo.   Poi mise in mano a suo figlio Giacobbe il Piatto e il Pane che aveva preparato.    Così egli venne dal padre e disse: «Padre mio».  Rispose: «Eccomi; chi sei tu, figlio mio?».  Giacobbe rispose al padre: «Io sono Esaù, il tuo Primogenito. Ho fatto come tu mi hai Ordinato.  Àlzati, dunque, Siediti e Mangia la mia Selvaggina, perché tu mi Benedica».  Isacco disse al figlio: «Come hai fatto presto a trovarla, figlio mio!».   Rispose: «Il Signore tuo Dio me l’Ha Fatta Capitare davanti».    Ma Isacco gli disse: «Avvicìnati e lascia che ti tocchi, figlio mio, per sapere se tu sei proprio il mio figlio Esaù o no».   Giacobbe si avvicinò a Isacco suo padre, il quale lo toccò e disse: «La Voce è la Voce di Giacobbe, ma le braccia sono le braccia di Esaù».   Così non lo riconobbe, perché le sue braccia erano pelose come le braccia di suo fratello Esaù, e lo Benedisse.  Gli disse ancora: «Tu sei proprio il mio figlio Esaù?».  Rispose: «Lo sono».  Allora disse: «Servimi, perché possa Mangiare della Selvaggina di mio figlio, e ti Benedica».  Gliene Servì ed egli Mangiò, gli portò il Vino ed egli Bevve.  Poi suo padre Isacco gli disse: «Avvicìnati e Baciami, figlio mio!».   Gli si avvicinò e lo Baciò.   Isacco aspirò l’Odore degli Abiti di lui e lo Benedisse: «Ecco, l’Odore del mio figlio Come l’Odore di un Campo Che il Signore Ha Benedetto.   Dio ti Conceda Rugiada dal Cielo, Terre Grasse, Frumento e Mosto in Abbondanza.  I Popoli ti Servano e genti si Prostrino davanti a te.    Sii il signore dei tuoi fratelli e si Prostrino davanti a te i figli di tua madre.  Chi ti maledice sia maledetto e chi ti Benedice sia Benedetto!». Parola di Dio.

Salmo 134

Lodate il Signore, perché il Signore E’ Buono.  Lodate il Nome del Signore, Lodatelo, Servi del Signore, voi che State nella Casa del Signore, negli Atri della Casa del nostro Dio.  Lodate il Signore, perché il Signore E’ Buono; Cantate Inni al Suo Nome, perché E’ Amabile.   Il Signore Si E’ Scelto Giacobbe, Israele Come Sua Proprietà.   Sì, Riconosco Che il Signore E’ Grande, il Signore nostro Più di tutti gli dèi.  Tutto Ciò Che Vuole il Signore Lo Compie in Cielo e sulla Terra, nei Mari e in Tutti gli Abissi.

Canto al Santo Vangelo 

Alleluia, Alleluia.   Le Mie Pecore Ascoltano la Mia Voce, Dice il Signore, e Io Le Conosco ed Esse Mi Seguono.   Alleluia. 

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 9,14-17)

In Quel Tempo, si Avvicinarono a Gesù i Discepoli di Giovanni e Gli dissero: «Perché noi e i farisei Digiuniamo molte volte, mentre i Tuoi Discepoli non Digiunano?».  E Gesù Disse loro: «Possono forse gli Invitati a Nozze essere in lutto finché lo Sposo E’ con loro? Ma Verranno Giorni Quando lo Sposo Sarà loro Tolto, e allora Digiuneranno.  Nessuno Mette un Pezzo di Stoffa Grezza su un Vestito Vecchio, perché il Rattoppo Porta Via Qualcosa dal Vestito e lo Strappo Diventa Peggiore. Né si Versa Vino Nuovo in Otri Vecchi, altrimenti si Spaccano gli Otri e il Vino si Spande e gli Otri vanno Perduti.  Ma si Versa Vino Nuovo in Otri Nuovi, e così l’Uno e gli Altri si Conservano».   Parola del Signore

Preghiera della Sera

Vieni, Signore, al Termine di Questa Giornata, e Completa l’Opera Che Hai Cominciato fin dall’Alba.    Ristabilisci le nostre Forze Perdute, il nostro Amore Indebolito, la nostra Fiducia Ferita. Distruggi, Signore, i Limiti del vecchio che Resiste alla morte.    Rompi gli Otri del vecchio Adamo, così Terrestre, in Modo da Far Nascere un Uomo Nuovo, Gesù Cristo, in Ogni Essere Battezzato. Fa’ di Questa Notte, o Padre, un Segno della nostra vecchia Condizione di peccatori Che Deve Venire Annientata, Così Che, Domani, la Luce del Nuovo Giorno ci Rallegri Attraverso il Trionfo di Gesù Cristo, Tuo Figlio, sul peccato e la morte.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)