Il Santo Vangelo del Giorno Sabato 23 giugno 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Giovanni 1,1 e 14).

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

Pace e Bene! Mentre dormiamo e senza che ci si accorga d’alcunché, il Signore Pone Rimedio ai non pochi errori fatti quaggiù, Rifocillando il nostro Essere dal dispendioso spreco d’Energia del Giorno.  Se poi il Cuore E’ Predisposto e Abbandonato, alcuni son pronti a ricevere anche i Segnali Che Serviranno a Preparar alla Vita Che verrà! Non serve tuttavia affannarsi tanto, ma sarebbe anzi più prudente non sciupare molte nostre Forze per sostenere attività stolte e inutili.  Riflettiamo insieme, dunque, evitando il ripetersi del non poco scempio attuato in Terra proprio da noi, che dovremmo invece volerci Bene per davvero e superare gli umani ostacoli che impediscono di riconoscersi Fratelli nell’Agnello, poiché E’ Questa la nostra Vera Storia, passata e futura, e non v’è uomo diverso al Cospetto dell’Eterno, giacché tutti moriamo!  Serena giornata, nella Misericordia di Gesù Cristo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Gesù

(a Jennifer – U.S.A. 09 Dicembre 2003)

 

 

 

Il Cielo E’ Scuro e sembra che sia Notte, ma il mio Cuore mi Dice che siamo in pieno Pomeriggio. Posso vedere il Cielo Aprirsi e ascoltare Rombi assai Potenti di Tuoni. Quando alzo gli occhi, vedo Gesù sulla Croce e la gente cadere in ginocchio. Gesù mi Dice: “Vedranno le loro Anime come Le Vedo Io”.  Io vedo chiaramente le Ferite sul Corpo di Gesù, Che mi Dice: “Vedranno ogni Ferita Che hanno aggiunto al Mio Sacro Cuore”.  Verso sinistra vedo la Santa Madre in Lacrime, poi Gesù mi Dice: “Preparatevi, preparatevi subito, perché l’Ora Si Avvicina Rapidamente.Figlia Mia, Pregate per le numerose Anime Che Periranno a causa della Loro Vita egoista e peccaminosa”.  Quando abbasso gli occhi, vedo, le Gocce di Sangue Cadere dal Corpo di Gesù, Picchiando sul Terreno.  Vedo milioni di persone di ogni nazione della Terra.  Molti hanno un’aria totalmente stravolta quando sollevano gli occhi Verso il Cielo.  Gesù Dice “Essi sono alla ricerca della Luce, perché non dovrebbe essere così oscuro, pertanto sono le tenebre del peccato che copre questa Terra, e la Sola Luce Che l’Umanità vedrà Verrà da Dove Sono Io. L’Umanità non comprende il Risveglio Che le E’ Accordato. Questa Sarà la più grande Purificazione dal Principio della Creazione a oggi”.  Io vedo persone Piangere, ed altre – terrificate, gridare vedendo il Sanguinamento di Gesù sulla Croce.  Gesù Dice “Non E’ il Sanguinamento delle Mie Ferite a farli gridare, ma perché nel profondo della loro Anima apprendono la Causa del perché Sono Lì. Non è la vista delle Mie Piaghe Sanguinanti Che Causa il dolore, ma è il sapere Che Io Sanguino Così perché l’uomo Mi rifiuta”.  “Figlia Mia, così tanti ancora moriranno, tanto le loro Anime Si Sono allontanate da Me; eppure, ancora, Io, Gesù, vi Mostrerò la Grande Profondità della Mia Misericordia”.  “Figlia, tu vedi Che la Terra Ha Tremato perché Questa Ora Illuminante della Purificazione E’ Prossima; il Furore del Leone Va e Viene da mezzo il Mio Popolo. Le tentazioni si moltiplicano perché esso va cercando le Sue numerose vittime. Sarà la più grande Battaglia Spirituale che l’uomo abbia mai affrontato! Figlia Mia, di’ al Mio Popolo Che Oggi Io Chiedo di Tenere Ben a Cuore le Mie Parole, poiché da Oriente Sta per Alzarsi il Segno. Di’ al Mio Popolo Che Questa E’ l’Ora e Tutto Accadrà Secondo la Mia Volontà”.   Come alzo gli occhi, io continuo a vedere Gesù Sanguinante in Croce. Continuo a vedere la Santa Madre Che Sta Piangendo, Spostata un po’ a sinistra; la Croce E’ di un Bianco Radioso e Luminoso, Là nel Cielo sembra Sospesa.  Come il Cielo Si Apre, vedo una Luce Vivida Scendere sulla Croce e in Questa Luce vedo Gesù Risorto Splendente di Biancore, lo Sguardo Verso il Cielo, poi – Alzando le Sue Mani, Volge il Suo Sguardo Verso la Terra e Benedice il Suo Popolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, nel Silenzio di Questo Giorno Che Nasce, vengo a chiederTi Pace, Sapienza e Forza. Oggi voglio guardare il mondo con Occhi Pieni di Amore; essere Paziente, Comprensivo, Umile Dolce e Buono.  Vedere, dietro le Apparenze, i Tuoi Figli, Come Tu Stesso li Vedi, per poter Così Apprezzare la Bontà di Ognuno.  Chiudi i miei orecchi alle mormorazioni, Custodisci la mia lingua da ogni Maldicenza; che in me ci Siano solo Pensieri che Dicano Bene. Voglio Essere Tanto Bene Intenzionato e Giusto da Far Sentire la Tua Presenza a tutti quelli che mi avvicineranno. Rivestimi della Tua Bontà, Signore, Fa’ Che Durante Questo Giorno, io Rifletta Te. Amen.

Dal Secondo Libro delle Cronache (Cr 24,17-25)

Dopo la morte di Ioiadà, i capi di Giuda andarono a prostrarsi davanti al re, che allora diede loro ascolto. Costoro trascurarono il Tempio del Signore Dio dei loro padri, per venerare i pali sacri e gli idoli. Per questa loro colpa Si Scatenò l’Ira di Dio su Giuda e su Gerusalemme. Il Signore Mandò loro Profeti perché li Facessero Ritornare a Lui. Essi Comunicarono loro il Proprio Messaggio, ma non Furono ascoltati. Allora lo Spirito di Dio Investì Zaccaria, Figlio del Sacerdote Ioiadà, che si alzò in mezzo al Popolo e disse: “Dice Dio: perché trasgredite i Comandi del Signore? Per questo non avete successo; poiché avete abbandonato il Signore, anch’egli vi abbandona“. Ma congiurarono contro di lui e per ordine del re lo lapidarono nel cortile del Tempio. Il re Ioas non si ricordò del favore fattogli da Ioiadà padre di Zaccaria, ma ne uccise il Figlio, che morendo disse: “Il Signore lo veda e ne chieda conto!”. All’inizio dell’anno successivo, marciò contro Ioas l’esercito degli Aramei. Essi vennero in Giuda e in Gerusalemme, sterminarono fra il popolo tutti i capi e inviarono l’intero bottino al re di Damasco. L’esercito degli Aramei era venuto con pochi uomini, ma il Signore Mise nelle loro mani un grande esercito, perché essi avevano abbandonato il Signore Dio dei loro padri. Gli Aramei fecero giustizia di Ioas. Quando furono partiti, lasciandolo gravemente malato, i suoi ministri ordirono una congiura contro di lui per vendicare il Figlio del sacerdote Ioiadà e lo uccisero nel suo letto. Così egli morì e lo seppellirono nella città di Davide, ma non nei Sepolcri dei re. Parola di Dio.

Dal Salmo 88

Un Tempo, Signore, Tu Hai Detto: “Ho Stretto un’Alleanza con il Mio Eletto, Ho Giurato a Davide Mio servo: Stabilirò per Sempre la tua Discendenza, ti Darò un Trono Che Duri nei Secoli. Gli Conserverò Sempre la Mia Grazia, la Mia Alleanza gli Sarà Fedele. Stabilirò per Sempre la sua Discendenza, il suo Trono Come i Giorni del Cielo. Se i suoi Figli abbandoneranno la mia legge e non seguiranno i Miei Decreti, se violeranno i Miei Statuti e non Osserveranno i Miei Comandi, Punirò con la Verga il loro peccato e con Flagelli la loro colpa. Ma non gli Toglierò la Mia Grazia e alla Mia Fedeltà non Verrò mai Meno”.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Gesù Cristo, da Ricco Che Era, Si E’ Fatto Povero per voi,perché voi Diventaste Ricchi per Mezzo della Sua Povertà. Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Matteo (Mt 6,24-34)

In Quel Tempo Gesù Disse ai Suoi Discepoli: «Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e Amerà l’altro, o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro: non potete Servire a Dio e a mammona.   Perciò vi Dico: per la vostra Vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la Vita forse non Vale più del Cibo e il Corpo più del vestito? Guardate gli Uccelli del Cielo: non Seminano, né Mietono, né ammassano nei Granai; eppure il Padre vostro Celeste Li Nutre. Non Contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un’Ora Sola alla sua Vita? E perché vi affannate per il vestito? Osservate Come Crescono i Gigli del Campo: non lavorano e non filano. Eppure Io vi Dico Che neanche Salomone, con Tutta la sua Gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio Veste Così l’Erba del Campo, Che Oggi C’E’ e Domani Verrà Gettata nel Forno, non Farà Assai Più per voi, gente di poca Fede? Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro Celeste infatti Sa Che Ne avete Bisogno. Cercate Prima il Regno di Dio e la Sua Giustizia, e Tutte Queste Cose vi Saranno Date in Aggiunta. Non affannatevi dunque per il Domani, perché il Domani Avrà già le sue inquietudini. A Ciascun Giorno Basta la Sua Pena». Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Dolce Scende la Sera se Tu Sei con me.  Tieni la Tua Mano nella Mia e Accompagnami, io Ti Seguirò.   Guardami, perché non Vedrò altri Che Te, Sostienimi, perché nessuno E’ Meglio di Te, Proteggimi, perché niente Fa Bene Come Te, Tormentami, perché solo d’Amore voglio saziarmi. Vieni, mio Signore Gesù, Lode e Onore, per Tutti i Secoli dei Secoli.  Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply