Il Santo Vangelo del Giorno Venerdì 07 giugno 2019 (2026) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

 

Dedicato al Santissimo Corpo e al Divinissimo Sangue di Gesù Cristo, Signore nostro ed Unico Motivo di Salvezza Eterna! Amen.

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Gio 1,1 e 14).

 

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato! Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

Immagine incorporata

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, col Santo Vangelo del Giorno, Accompagnati dal Meraviglioso Messaggio di Gesù, ci avviciniamo alla Universale Ricorrenza della Santissima Trinità, Segno della Sovrana e Cristica Missione del Signore tra noi, per la Salvezza Eterna del mondo intero.   Non perdiamoci in inutili passaggi, poiché la Verità E’ già Stata Scritta nel Grande Libro della Vita, Che l’Onnipotente Pose a Disposizione del Divino Notaio – il Figliolo Prediletto, Assistito per l’Occasione da Maria – Sua Madre, e dall’Altra Maria – la Maddalena, Che Lo Accompagnarono, nonché dagli Angeli, Quali Testimoni degli Eventi Celestiali.   Rammentiamo che non possiamo servire due padroni e che la Vita – Quella Vera, E’ Ben Altra Cosa rispetto al conosciuto, mentre a noi compete di Pregare – ora più che mai, la Divina Misericordia, affinché i Beniamini e i Serafini – Che pur non vediamo, Vogliano Occuparsi della nostra sorte, giacché il Cielo Si Appresta a Toccar la Terra.   In Questo 1° Venerdì del Mese, un Sincero Abbraccio, in Cristo.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Messaggio di Gesù

 

 

 

 

……… Riguardante le Croci Gloriose, Ricevuto da Giuseppe Aurichia nella Notte del 13 dicembre ore 02,00, mentre si trovava a Mogliano (Treviso) e il Giorno seguente sarebbe  andato a Folgaria – Diocesi di  Trento, dove c’e’ il Vescovo che ha ordinato di togliere le 28 Croci Gloriose già Innalzate, proibendo di andare a Pregare davanti a Queste Croci, in modo particolare ai Sacerdoti e ai Consacrati.   [E’ bene tener presente che  Giuseppe Auricchia non sapeva niente dell’ordine  del Vescovo di Trento di far togliere le Croci Gloriose nella sua Diocesi].   Giuseppe Auricchia narra: Ho visto il Cielo con Tante Stelle e Comete; c’erano anche una Stella più grande ed un Arcobaleno. Ho visto un Monte con tante Crocette.

Gesù Dice: “Il Mio Regno Era Stato Annunciato dall’Arrivo della Stella. I tre Re Magi dell’Oriente Dettero Omaggio e Testimonianza al Mio Regno.  Presto vedrete un altro Segno nel Cielo, Che Annuncerà il Regno dell’antiCristo.  Siate Vigili a riconoscere il Segno attorno a voi, per comprendere Che Sono State Predette dalle Profezie. Io Veglierò sempre sul Mio popolo: abbiate Fede.  Figli Miei! Io Sono al vostro fianco per Difendervi dai demoni e dall’antiCristo.  Riguardo il Monte Che tu vedi con le Crocette, vi Dico: Attaccatevi alla Mia Fiducia, di avere Speranza in Me, indipendentemente dalle Crocette che tu vedi.  Adorate ogni Croce Che incontrate, fate in modo di Prepararvi presto, perché vi Aiuti e vi Guidi nel Cammino della vostra Vita.  Figli Prediletti, Sacerdoti, Vescovi, rendetevi conto: in ogni Croce Che incontrerete e Che Verrà Alzata Verso il Cielo ci Sono Io, Gesù Cristo, poiché siete agli Ultimi Tempi di questo mondo. Quanto più vi sforzerete di fare le cose  contro la Mia Croce Alzata sulle Vie del mondo, tanto più con la vostra opinione fallirete e cadrete.  Sappiate Che l’Unico Successo Che vi Arriverà non Sarà per Merito vostro, ma per Mezzo della Mia Grazia e dei Miei Doni.  Tutto Ciò Che Io vi Ho Dato, Tutto Ciò Che Avete, vi Potrà Essere Tolto in qualsiasi momento per colpa vostra, dato che non volete Che Sia Adorata la Mia Croce nei Luoghi Dove Viene Innalzata.  Quando avrete capito Che Questa Croce Si Ripete Ora Come venti secoli fa, E’ Meglio Che vi Atteniate alla Mia Volontà, Come vi E’ Stata Affidata la Mia Chiesa all’Inizio, Quando la Costituii con il Pane ed il Vino, Offrendoli ai Miei Apostoli.  Vi Dico: tutti coloro che rifiuteranno Questo Principio si dovranno confrontare con la Mia Giustizia, con il fallimento che avete commesso; ricordatevi che la vostra Anima E’ Stata a Me Consegnata. Per Me Dovete Cercare Quei Luoghi Dove Esiste una Croce, Dato Che E’ Solo la Mia Volontà Che vi Conduce tutti nel Mio Regno. Tutte le altre Vie vi conducono all’inferno e molti cadranno nel loro Destino, perché sono stati contro di Me.  Figlio, siete alla Vigilia della Nascita Che la Chiesa Ricorda. Preparatevi Bene a RiceverMi e a venirMi Incontro: i Due Cuori Uniti vi Accoglieranno.  Benedicendoti, diffondi Questo Messaggio Potente, perché Io Dio Sono il Potente dei potenti e Desidero Salvare il Mio Popolo.  Per Questo Sei Stato Chiamato, per Annunciare le Mie Parole in ogni Luogo. Non temere, non sei mai solo! Io, Gesù, non Vorrei, ma oggi tu avrai una Visione Importantissima: ti Farò Vedere tutta l’Umanità nel Giorno della sua Fine Estrema”.

 

 

 

 

 

Visualizza immagine di origine

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo
(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio e per i Defunti di tutti i Tempi, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

1° Venerdì del Mese

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, All’inizio di Questo Giorno sono qui, di Fronte a Te. Tu Sei la Luce del Mondo: Illumina il mio Cammino! Chi Ti Segue non Cammina nelle tenebre. Liberami, Signore, dalle tenebre della mia Vita. Dall’orgoglio Che mi fa Puntare Solo sulle mie Forze. Dall’egoismo Che mi fa Guardare Solo a me stesso. Dalla Paura di Essere Solo, Incompreso, Escluso. Intravedo la Tua Luce, Che Segna la Strada da Percorrere. Eccomi Signore! Amen.

Dagli Atti degli Apostoli (At 25,13-21)

In Quei Giorni, arrivarono a Cesarèa il re Agrippa e Berenìce e vennero a Salutare Festo. E poiché si trattennero parecchi Giorni, Festo Espose al re le accuse contro Paolo, dicendo: «C’è un uomo, Lasciato qui Prigioniero da Felice, contro il quale, durante la mia Visita a Gerusalemme, si Presentarono i capi dei Sacerdoti e gli anziani dei Giudei per chiederne la condanna. Risposi loro che i Romani non Usano Consegnare una persona, Prima Che l’accusato sia Messo a Confronto con i suoi accusatori e possa Aver Modo di Difendersi dall’accusa.   Allora essi vennero qui e io, senza indugi, il Giorno seguente Sedetti in Tribunale e Ordinai Che vi fosse Condotto quell’uomo. Quelli che lo incolpavano gli si misero attorno, ma non Portarono alcuna accusa di quei crimini che io immaginavo; avevano con lui alcune Questioni Relative alla loro Religione e a un Certo Gesù, morto, che Paolo Sosteneva Essere Vivo.   Perplesso di fronte a Simili Controversie, chiesi se Volesse Andare a Gerusalemme e là Essere Giudicato di Queste Cose. Ma Paolo Si Appellò perché la Sua Causa fosse Riservata al Giudizio di Augusto, e così Ordinai che fosse Tenuto Sotto Custodia fino a Quando Potrò Inviarlo a Cesare». Parola di Dio.

Dal Salmo 102

Benedici il Signore, Anima mia, Quanto E’ in me Benedica il Suo Santo Nome. Benedici il Signore, Anima mia, non Dimenticare Tutti i Suoi Benefici. Perché Quanto il Cielo E’ Alto sulla Terra, così la Sua Misericordia E’ Potente su quelli Che Lo Temono; Quanto Dista l’Oriente dall’Occidente, così Egli Allontana da noi le nostre colpe. Il Signore Ha Posto il Suo Trono nei Cieli e il Suo Regno Dòmina l’Universo. Benedite il Signore, Angeli Suoi, Potenti Esecutori dei Suoi Comandi.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia. Lo Spirito Santo vi Insegnerà Ogni Cosa; vi Ricorderà Tutto Ciò Che Io vi Ho Detto. Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Giovanni (Gv 21,15-19)

In Quel Tempo, [Quando Si Fu Manifestato ai Discepoli ed] essi ebbero Mangiato, Gesù Disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, Mi Ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, Tu Lo Sai Che ti Voglio Bene». Gli Disse: «Pasci i Miei Agnelli». Gli Disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, Mi Ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, Tu Lo Sai Che ti Voglio Bene». Gli Disse: «Pascola le Mie Pecore». Gli Disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, Mi Vuoi Bene?». Pietro Rimase Addolorato Che per la terza volta gli Domandasse “Mi Vuoi Bene?”, e gli disse: «Signore, Tu Conosci Tutto; Tu Sai Che ti Voglio Bene». Gli Rispose Gesù: «Pasci le Mie Pecore. In Verità, in Verità Io Ti Dico: Quando eri più Giovane ti Vestivi da Solo e Andavi Dove Volevi; ma Quando Sarai Vecchio Tenderai le tue mani, e un altro ti Vestirà e ti Porterà Dove tu non Vuoi».  Questo Disse per Indicare con Quale morte Egli Avrebbe Glorificato Dio. E, Detto Questo, Aggiunse: «Seguimi».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Eccomi, Signore, Davanti a Te, Mendicante del Tuo Amore e del Tuo Perdono. Tu Sei il mio Dio, Sei Colui Che Conosce il meglio di me.    Guardami… Scrutami… Chinati su di me… Curami… Rialzami dalle Cadute e Apri il mio Cuore alle Esigenze dell’Amore e della Fraternità…   Forse, Oggi, mi sono Comportato da “nemico” della Tua Croce e sono Scappato; forse ho Provato io a Fare la Strada, Mettendomi al Primo Posto… Perdonami! Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate della Bibbia

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Amen.
Ascolta la versione in Aramaico 1 (mp3)

Leave a reply