Il Santo Vangelo del Giorno Venerdì 28 settembre 2018 (2025) A.D. – Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Ch’E’ Tornato tra noi nel Nome del Padre!

 

 

Dedicato a Maria Maddalena, Fedele Compagna del Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Più numerosi dei Capelli del Mio Capo sono coloro che Mi odiano senza ragione.   Sono potenti i nemici che Mi calunniano: quanto non Ho Rubato, lo Dovrei Restituire? Per Te Io Sopporto l’insulto e la vergogna Mi copre la Faccia; Sono un Estraneo per i Miei Fratelli, un forestiero per i Figli di Mia Madre. Poiché Mi Divora lo Zelo per la Tua Casa, ricadono Su di Me gli oltraggi di chi Ti insulta.   Ma Io Innalzo a Te la Mia Preghiera, Signore, nel Tempo della Benevolenza; per la Grandezza della Tua Bontà, RispondiMi, per la Fedeltà della Tua Salvezza, o Dio”. (Sal 69(68),5.8-10.14.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

Anche in Questa ultima settimana di settembre, con il Santo Vangelo, abbiamo modo di leggere un Importante Messaggio Celeste, Dato da Gesù Cristo ad un Sacerdote e Relativo all’Umiltà, Sentimento – Questo, Tanto Caro a Dio Padre.    Sulla Terra, purtroppo, siamo tutti molto presi dall’ormai innato “io”, strategia – questa, che ha visto il demonio approfittare di qualunque circostanza per instillare l’insana competizione tra i Fratelli, producendo odio e rancori a non finire! Così come vero è che in queste trappole sono caduti in molti, benché non sia mai troppo tardi per accorgersi del tutto….e rimediare.   Come, si chiederanno certi? Col Pentimento Sincero, con l’ammettere le proprie colpe, limitando le morbosità terrene e traendo Insegnamento da ogni errore, proprio a voler recuperare il tempo male impiegato, perseguendo obiettivi inutili e materiali.   Quante volte, da giovani, abbiamo dato importanza a cose che poi, col passar del tempo, nemmeno abbiamo più ricordato? Eppure, nel momento in cui lottavamo, avremmo impegnato ogni nostra forza, pur di vincere! Che beffa è il mondo, col suo stolto stratega, e quanto sciocchi noi siamo, a non accorgerci di come veniamo costantemente manipolati dagli usi e dai costumi quotidiani.   Il Padrone della Croce Santa, il Figlio dell’Uomo, ci Vuole Bene Davvero… e non giocherebbe mai coi nostri Sentimenti, anche per non Tradire l’Antico Giuramento dell’Onnipotente, Che ci Creò a Sua Immagine e Somiglianza.    Teniamo Conto di Ciò e spogliamoci degli scomodi “abiti della Vita”, non trascurando che si dovrà – prima o poi, lasciare ogni cosa ritenuta nostra, poiché torneremo a Casa senza ori, denari e argenti, se non con l’Anima nuda e visibile, Che alcunché Potrà Celare a Colui Che La Generò.  Buona e Santa Giornata, nella Grazia del Signore.

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per immagini dei Messaggi di Gesù Cristo

 

 

 

Messaggi di Gesù Cristo

(a Padre Melvin Giuseppe Doucette – Domenica 07 Marzo 2010 – Canada)

«Io vi Invito ad Entrare nel Regno»

 

 

 

 

 

Cari Amici, – Chi è il più grande? 1 In Quel Momento i Discepoli Si Avvicinarono a Gesù Dicendo: «Chi dunque è il più grande nel Regno dei Cieli?». 2 Allora Gesù Chiamò a Sé un Bambino, Lo Pose in mezzo a Loro e Disse: 3 «In Verità vi Dico: se non vi Convertirete e non Diventerete Come i Bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli. 4 Perciò chiunque diventerà Piccolo come Questo Bambino, sarà il più grande nel Regno dei Cieli.5 E chi Accoglie anche Uno Solo di Questi Bambini in Nome Mio, Accoglie Me. (Matteo 18.1-5). Ecco Come Si E’ Rivolto Gesù, nostro Signore e Salvatore a Giuseppe:- «Uno dei Motivi per Cui Sono Venuto nel mondo Fu Quello di Inaugurare il Regno dei Cieli. Voi entrate nel Regno dei Cieli Ricevendo il Sacramento del Battesimo. Per Mezzo del Battesimo vi Sono Tolti tutti i peccati, compreso il peccato originale, e voi Ricevete Dio nel vostro Cuore. Io Vengo ad Abitare nel vostro Cuore Insieme al Padre ed allo Spirito Santo. Voi potete perdere Questa Appartenenza al Regno di Dio commettendo dei peccati mortali, ma se voi ve ne Pentite e Ricevete il Sacramento della Riconciliazione, voi ne siete Riammessi. «In Quanto Membri del Regno, vi Impegna di Credere in Me, vostro Salvatore, e di essere una persona di Preghiera. Un’altra Qualità Indispensabile è l’Umiltà: Le persone orgogliose saranno le ultime nel Regno, dato che le Umili saranno le più grandi. Siate Umili Come un Bambino, e voi Sarete Benedetti nel Mio Regno. «Il Regno dei Cieli Comincia qui sulla Terra e Completerà la Sua Perfezione nel Cielo. Essendo Membri della Mia Chiesa e seguendo i Dieci Comandamenti Che vi Ha Dato il nostro Padre Celeste, siete Realmente nel Regno dei Cieli e voi Crescerete ogni Giorno in Santità. Domandate ogni Giorno le Grazie Divine di Cui avete Bisogno, perché senza di Esse non potete Riuscire. Io vi Ho Meritato Queste Grazie Attraverso le Mie Sofferenze e la Mia Morte in Croce, allora Io Desidero Che voi Apriate il vostro Cuore per riceverLe ogni Giorno. Io vi Invito, Fratelli e Sorelle Miei, ad Entrare nel Regno Preparato per voi, e Dimoratevi ogni Giorno.   Io vi Benedico».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Santuario della Vergine della Rivelazione in Roma, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe – coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

“Manda la Tua Verità e la Tua Luce; Siano Esse a Guidarmi, mi Portino al Tuo Monte Santo e alle Tue Dimore” (Sal 43,3). Era Già una Preghiera del Tuo Salmista. Signore, Tu ci Hai Insegnato, nella Vita e Tramite la Vita del Tuo Figlio Diletto, Che Su Questa Montagna Fu Eretta una Croce e Che il Cammino Che Porta ad Essa E’ Pieno di sofferenze. Concedici, Signore, la Luce della Tua Verità, affinché Essa ci Illumini in mezzo alle menzogne e alle tentazioni del Mondo e Vinca le nostre debolezze, perché possiamo Percorrere il Cammino Che Conduce a Te senza cadute e senza tradimenti. Amen.

Dal Libro del Qoelet (Ql 3,1-11)

Tutto Ha il Suo Momento e Ogni Evento Ha il Suo Tempo Sotto il Cielo. C’è un Tempo per Nascere e un Tempo per Morire, un Tempo per Piantare e un Tempo per Sradicare Quel Che si E’ Piantato. Un Tempo per uccidere e un Tempo per Curare, un Tempo per Demolire e un Tempo per Costruire. Un Tempo per Piangere e un Tempo per Ridere, un Tempo per fare lutto e un Tempo per Danzare. Un Tempo per Gettare Sassi e un Tempo per Raccoglierli, un Tempo per Abbracciare e un Tempo per Astenersi dagli Abbracci. Un Tempo per Cercare e un Tempo per Perdere, un Tempo per Conservare e un Tempo per Buttar Via. Un Tempo per Strappare e un Tempo per Cucire, un Tempo per Tacere e un Tempo per Parlare. Un Tempo per Amare e un Tempo per odiare, un Tempo per la guerra e un Tempo per la Pace. Che Guadagno ha chi si dà da fare con fatica? Ho Considerato l’Occupazione Che Dio Ha Dato agli uomini perché vi si affatichino. Egli Ha Fatto Bella Ogni Cosa a Suo Tempo; inoltre Ha Posto nel loro Cuore la Durata dei Tempi, senza però che gli uomini possano Trovare la Ragione di Ciò Che Dio Compie dal Principio alla Fine.  Parola di Dio.

Dal Salmo 143

Benedetto il Signore, mia Roccia, mio Alleato e mia Fortezza, mio Rifugio e mio Liberatore, mio Scudo in Cui Confido.  Signore, Che Cos’E’ l’uomo perché Tu l’Abbia a Cuore? Il Figlio dell’Uomo, perché Te Ne Dia Pensiero? L’uomo E’ Come un Soffio, i suoi Giorni Come Ombra Che Passa.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia.  Il Figlio dell’Uomo E’ Venuto per Servire e Dare la Propria Vita in Riscatto per molti.  Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo l’Apostolo Luca (Lc 9,18-22)

Un Giorno Gesù Si Trovava in un Luogo Solitario a Pregare. I Discepoli Erano con Lui ed Egli Pose Loro Questa Domanda: «Le folle, chi dicono Che Io Sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi Profeti Che E’ Risorto». Allora Domandò Loro: «Ma voi, chi dite Che Io Sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio». Egli Ordinò Loro severamente di non Riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell’Uomo – Disse – Deve Soffrire molto, Essere Rifiutato dagli anziani, dai capi dei Sacerdoti e dagli scribi, Venire Ucciso e Risorgere il terzo Giorno».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Il nostro Cuore E’ inquieto, Signore, e non Potrà Trovare Pace se non in Te. Mostraci il Tuo Volto, Pacifica i nostri Cuori, Illumina i nostri Spiriti. Fa’ che le nostre orecchie siano Attente alla Tua Voce Che ci Chiama, Fa’ Che sappiano Distinguere la Tua Voce da quella dei falsi profeti che ci stanno intorno e che cercano di Allontanarci da Te, Che Sei Verità e Vita. Nella nostra disperazione, Vienici in Aiuto. Amen.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)