Il Santo Vangelo del Giorno Venerdì 29 dicembre 2017 (2024) A.D. – ManifestaTi Nuovamente in Terra, Signore Gesù.

 

 

 

 

All’Amore dell’Eterno Padre, Sparso in Terra dal Figliolo Prediletto Gesù!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Principio Era Il Verbo, Il Verbo Era Presso Dio e Il Verbo Era Dio… E Il Verbo Si Fece Carne e Venne ad Abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo La Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. (Gio 1,1 e 14). 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

stelle (11)Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!stelle (11)

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

 

…….. nessuno conosce l’Esatto Momento in Cui Si Concreterà lo Stravolgimento dei Tempi, benché i Segni Siano ormai non pochi, considerato tutto quel che accade al mondo intero! Guardiamo un po’ attorno … e scopriremo – con la Sensibilità del Cuore, Quanto gli Occhi del Corpo sembrano voler ancora ignorare.   I Valori Sono giunti ai limiti più bassi, mentre la Vita Umana sembra non avere più peso, salvo il far notizia … ignorando il Pentimento per gli anomali Percorsi intrapresi in violazione al Divin Dettato.   Ma cos’è che in fondo accade? Nulla, risponderebbero in molti, quasi fosse “normale”  il dover assistere ad alcune nefandezze! In Verità, la causa d’ogni male – ch’è satana il bugiardo, l’accusatore delle Creature di Dio, s’è annidato nel suo stesso sterco – il denaro, demolendo ogni Elemento di Rispetto per il Padre Celeste e inducendo – così, in grave errore coloro che Dal Cristo Stesso Vennero Riscattati con l’Estremo Sacrificio, Come Previsto Sin dall’Origine.   Purtroppo, le fragilità degli uomini sono molte … e di varia connotazione! La Madonna – La nostra Mamma Celeste, Con i Suoi Richiami, Altro non Ha Fatto Che Spronarci alla Riflessione, Esercitando in Terra “Le Magie del Cielo”, onde Ricondurre alla Ragione questo martoriato e confuso Popolo, tuttavia Caro al Signore.   Durante la lettura dell’odierno Santo Vangelo, soffermiamoci un poco anche sul significato della “Ode al Dio Tappabuchi”, del professor Raffaele Mezza, che qui ringraziamo per il personale e prezioso contributo.   Un Fraterno Abbraccio a tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ode al “Dio Tappabuchi

(del Professor Raffaele Mezza, Ottaviano – Napoli)

 

 

 

 

 

“Dio Come Ipotesi di Lavoro, Come Tappabuchi per le nostre difficoltà E’ Divenuto Superfluo”.   (Dietrich Bonhoeffer)

“Su di Te Mi Sono Appoggiato Fin dal Grembo Materno; Dal Seno di Mia Madre Tu Sei Stato il Mio Sostegno”.   (Salmo LXXI)

 

O Signore, Quando mi Fai Capire Che anche l’uomo “adulto” ha Bisogno del Padre, io Ti Ringrazio!

Quando mi Fai Sperimentare Che, Senza di Te, il mondo non farà mai veri progressi, io Ti Ringrazio!

Quando mi Mostri Che Senza la Tua Grazia, l’uomo sarà sempre lupo per l’altro uomo, io Ti Ringrazio!

Per Ogni Volta Che Tappi i Buchi della mia Anima sforacchiata dai peccati, io Ti Benedico!

Per Tutte le Volte Che Chiudi le Falle delle mie delusioni, io Ti Benedico!

Per Ogni Volta Che, Mostrandomi i Veri Valori della Vita, Tappi i Buchi dei miei fallimenti, io Ti Benedico!

Quando Riempi con il Tuo Amore i vuoti della mia solitudine, io Ti Benedico!

Quando mi Mandi lo Spirito Consolatore per Farmi Uscire dall’angoscia, io Ti Benedico!

Quando mi Sostieni nei miei insuccessi, Ricordandomi Che chi Possiede Te Possiede Tutto, io Ti Lodo!

Quando, per aver voluto fare da solo, mi affaccio sul baratro della disperazione e sono Afferrato dalla Tua Mano Misericordiosa, io Ti Lodo!

Quando la paura del dolore mi fa Rifugiare nelle Tue Braccia, io Ti Lodo!

Quando, infine, Tapperai il Buco della mia morte, RiempendoLo con La Vita Eterna, Sii Benedetto – o Dio, mio Tappabuchi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

 

 
 

stelle (11)Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:stelle (11)

 

 

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santo Natale del Cristo di Dio, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Gesù, San Giuseppe coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

O Signore, Quel Che poi Avverrà altro non Sarà Che il Normale Susseguirsi della Vita, coi Suoi Cambiamenti e Assetti. A noi spetta – però, di pensare alla Purezza dello Spirito, affinché Tu ci Possa Trovar Pronti a sedere alla Magnifica Tavola Reale, Imbandita a Festa per il Grande Giorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate del Vangelo

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattinostelle (11)

Padre Celeste, Ti Ringrazio per Questo Tempo di Natale, in cui Celebriamo il Mistero del Verbo Che Si E’ Fatto Carne.  Aiutami perché, Come il Vecchio Simeone, in Silenzio possa Ascoltare la Tua Parola e AccoglierLa nel mio Cuore.  Il Tuo Spirito Scenda Su di me e mi Guidi, perché io possa Compiere la Tua Volontà, fino a Che Cristo Sia del Tutto Presente in me.  

Dalla Prima Lettera di San Giovanni Apostolo (1Gv 2,3-11)stelle (11)

Figlioli miei, da Questo sappiamo di avere Conosciuto Gesù: se Osserviamo i Suoi Comandamenti. Chi dice: «Lo Conosco», e non Osserva i Suoi Comandamenti, è bugiardo e in lui non c’è la Verità. Chi invece Osserva la Sua Parola, in lui l’Amore di Dio E’ Veramente Perfetto.  Da Questo Conosciamo di Essere in Lui.  Chi dice di Rimanere in Lui, deve anch’egli Comportarsi Come Lui Si E’ Comportato.  Carissimi, non vi scrivo un Nuovo Comandamento, ma un Comandamento Antico, Che avete Ricevuto da Principio.  Il Comandamento Antico E’ la Parola Che avete Udito.  Eppure vi scrivo un Comandamento Nuovo, e Ciò E’ Vero in Lui e in voi, perché le tenebre stanno Diradandosi e Già Appare la Luce Vera.  Chi dice di essere nella Luce e odia suo Fratello è ancora nelle tenebre.  Chi Ama suo fratello, Rimane nella Luce e non vi è in lui Occasione di inciampo.  Ma chi odia suo Fratello è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi.   Parola di Dio.

Dal Salmo 95stelle (11)

Cantate al Signore un Canto Nuovo, Cantate al Signore, uomini di tutta la Terra.    Cantate al Signore, Benedite il Suo Santo Nome. Annunciate di Giorno in Giorno la Sua Salvezza. In mezzo alle genti Narrate la Sua Gloria, a tutti i Popoli Dite le Sue Meraviglie.  Il Signore Ha Fatto i Cieli; Maestà e Onore Sono Davanti a Lui, Forza e Splendore nel Suo Santuario.

Canto al Santo Vangelostelle (11)

Alleluia, Alleluia.   Luce per RivelarTi alle genti e Gloria del Tuo Popolo, Israele.  Alleluia.

Dal Santo Vangelo di Gesù Cristo Secondo Luca (Lc 2,22-35)stelle (11)

Quando Furono Compiuti i Giorni della Loro Purificazione Rituale, Secondo la Legge di Mosè, Maria e Giuseppe Portarono il Bambino Gesù a Gerusalemme per PresentarLo al Signore – Come E’ Scritto nella Legge del Signore: «Ogni Maschio Primogenito Sarà Sacro al Signore» – e per Offrire in Sacrificio una Coppia di Tortore o due Giovani Colombi, Come Prescrive la Legge del Signore. Ora, a Gerusalemme c’Era un Uomo di Nome Simeone, Uomo Giusto e Pio, Che Aspettava la Consolazione d’Israele, e lo Spirito Santo Era Su di Lui. Lo Spirito Santo Gli Aveva Preannunciato Che non Avrebbe visto la morte senza Prima Aver Veduto il Cristo del Signore. Mosso dallo Spirito, Si Recò al Tempio e, mentre i Genitori Vi Portavano il Bambino Gesù – per Fare Ciò Che la Legge Prescriveva a Suo Riguardo, anch’Egli Lo Accolse tra le Braccia e Benedisse Dio, Dicendo: «Ora Puoi Lasciare, o Signore, Che il Tuo servo Vada in Pace, Secondo la Tua Parola, perché i miei occhi hanno Visto la Tua Salvezza, Preparata da Te Davanti a tutti i Popoli: Luce per RivelarTi alle genti e Gloria del Tuo Popolo, Israele». Il Padre e la Madre di Gesù Si Stupivano delle Cose Che Si Dicevano di Lui. Simeone Li Benedisse e a Maria, Sua Madre, Disse: «Ecco, Egli E’ Qui per la Caduta e la Risurrezione di molti in Israele e Come Segno di Contraddizione – e anche a Te una Spada Trafiggerà l’Anima – affinché Siano Svelati i Pensieri di molti Cuori».   Parola del Signore.

Preghiera della Serastelle (11)

Padre, Ti Lodo e Ti Benedico per Aver Mandato Tuo Figlio perché Fosse la Luce del Mondo.  Il Suo Splendore Luminoso Attiri l’Umanità tutta nel Suo Regno; Illumini il mio Spirito, Mostrandomi i miei errori e difetti.  Sappia io Riconoscere, Come Simeone, la Salvezza Che mi Offri e Conosca Così la Pace e la Consolazione del Tuo Perdono.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 
 

stelle (11)Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!stelle (11)

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

Leave a reply