Il Vangelo del Giorno Domenica 24 settembre 2017 (2024) A.D. – Vieni, Signore Gesù!

 

 

 

 

In Principio Era il Verbo, il Verbo Era Presso Dio e il Verbo Era Dio. Egli Era in Principio Presso Dio: Tutto E’ Stato Fatto per Mezzo di Lui, e senza di Lui niente E’ Stato Fatto di Tutto Ciò Che Esiste. In Lui Era la Vita e la Vita Era la Luce degli uomini; la Luce Splende nelle tenebre, ma le tenebre non L’hanno accolta. Venne un Uomo Mandato da Dio e il Suo Nome Era Giovanni. Egli Venne Come Testimone per Rendere Testimonianza alla Luce, perché tutti Credessero per Mezzo di Lui. Egli non Era la Luce, ma Doveva Render Testimonianza alla Luce. Veniva nel mondo la Luce Vera, Quella Che Illumina ogni uomo. Egli Era nel mondo, e il mondo Fu Fatto per Mezzo di Lui, eppure il mondo non Lo riconobbe. Venne Fra la Sua gente, ma i Suoi non L’hanno accolto. A quanti però L’hanno accolto, Ha Dato Potere di Diventare Figli di Dio: a quelli che Credono nel Suo Nome, i quali non da Sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio Sono Stati Generati. E il Verbo Si Fece carne e Venne ad Abitare in Mezzo a noi; e noi vedemmo la Sua Gloria, Gloria Come di Unigenito dal Padre, Pieno di Grazia e di Verità. Giovanni Gli Rende Testimonianza e Grida: “Ecco l’Uomo di Cui io dissi: Colui Che Viene Dopo di me mi E’ Passato Avanti, perché Era Prima di me”. Dalla Sua Pienezza noi tutti Abbiamo Ricevuto e Grazia su Grazia. Perché la Legge Fu Data per Mezzo di Mosè, la Grazia e la Verità Vennero per Mezzo di Gesù Cristo. Dio nessuno L’ha mai visto: Proprio il Figlio Unigenito, Che E’ nel Seno del Padre, Lui Lo Ha Rivelato. (Gv 1, 1-18)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per pergamena dell'Atto di Dolore

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

 

“Padre, Creatore e Amico Meraviglioso, mi Affido e m’Abbandono a Te, perché Tu Faccia di me Ciò Che Più Ti Piace.  Ti Ringrazio per Ogni Santa Decisione… e sono pronto a Tutto, accetto Tutto; la Tua Volontà Si Compia in me e in Tutte le Tue Creature.  Non Desidero altro, mio Dio.  Affido l’Anima mia alle Tue Sapienti Mani, Te La Dono – mio Dio, con Tutto l’Amore del mio Cuore, perché Ti Amo, ed E’ un Bisogno del mio Amore di Donarmi, di Pormi nelle Tue Mani senza riserve, con Infinita Fiducia, perché Tu Sei mio Padre.  Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, unitamente al Santo Vangelo della Domenica, pubblichiamo un Pensiero sulla Meravigliosa Opera Salvifica di Gesù Cristo, Che ancora ci ostiniamo – però, a non voler comprendere.  Infatti, proprio notando la grande distrazione che imperversa negli Animi di molti di noi, viene spontaneo rammentare Che il Signore Dev’Essere Amato e non solo vagamente citato, ponendoLo Assolutamente al Primo Posto, e non Subordinato ai nostri stati d’Animo e/o alle preoccupazioni quotidiane, altresì ricordando Che Proprio il Figlio dell’Uomo – a tal proposito, non Terrà Accanto a Sé i tiepidi, poiché li Vomiterà (testualmente) dalla Sua Bocca.  A buon intenditor poche parole ……….

 

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per immagini animate del Preziosissimo Sangue di Cristo

 

 

 

Ultime dal Cielo: “il Sangue di Mio Figlio!”.

 

Metafora della Morte di Gesù

 

 

 

 

È la sera di un Venerdì qualunque e stai guidando verso Casa Tua.  Sintonizzi la radio.   Il notiziario racconta una storia di poca importanza: in un paese lontano sono morte tre persone di un’influenza che non si è mai vista.   Non ci badi molto… Il lunedì, quando ti alzi, senti che non sono più tre, ma 30.000 le persone morte nelle colline remote dell’India. Addetti al controllo delle malattie degli U.S.A., sono andati ad investigare.  Il martedì è già la notizia più importante in prima pagina del quotidiano, perché non solo riguarda l’India, ma anche il Pakistan, l’Iran e l’Afganistan, e presto la notizia è in tutti i notiziari.   La stanno chiamando “L’Influenza Misteriosa” e tutti si domandano: Come la controlleremo? Intanto una notizia sorprende tutti.  L’Europa chiude le sue frontiere, non ci saranno voli verso la Francia dall’India, né da nessun altro paese nel quale si sia manifestata la malattia.   Riguardo la chiusura delle frontiere, stai ascoltando le notizie, quand’ecco la traduzione di una donna, in Francia, che dice che c’è un uomo all’ospedale che sta morendo a causa dell’Influenza Misteriosa.

C’è panico in Europa. La stampa dice che quando hai il virus, è lì da una settimana e non te ne rendi ancora conto. Dopo, hai 4 giorni di sintomi orribili e poi muori.  L’Inghilterra chiude anche le sue frontiere,  però è tardi, passa un altro giorno e il presidente degli U.S.A. chiude le frontiere ad Europa ed Asia, per evitare il contagio nel paese, finché non si trovi la Cura…  Il giorno seguente la gente si riunisce nelle Chiese a Pregare per una Cura ed entra qualcuno dicendo: Prendete la radio e ascoltate la notizia: 2 donne sono morte a New York. In poche ore, sembra che la cosa invaderà tutto il mondo.  Gli scienziati continuano a lavorare per trovare l’antidoto, però non funziona niente. All’improvviso, arriva la notizia attesa: Si è decifrato il codice del DNA del Virus. Si può creare l’Antidoto. Si richiede il Sangue di Qualcuno che non Sia Stato infettato.  Così, dappertutto si viene esortati a recarsi presso gli ospedali per eseguire un esame del proprio Sangue.

Vai volontario con la Tua Famiglia, insieme ad alcuni vicini, domandandoTi: Che succederà? Sarà questa la fine del mondo?…  All’improvviso il dottore esce gridando un nome che ha letto nel suo quaderno.  Il più Piccolo dei Tuoi Figli E’ Accanto a Te, Ti afferra per la giacca e Dice: “Papà, Questo E’ il Mio Nome!”.  Prima di poter reagire, si stanno portando via Tuo Figlio e Gridi: “Aspettate!”.  E loro rispondono: “Va tutto bene, il Suo Sangue E’ Pulito, il Suo Sangue E’ Puro. Crediamo che Abbia il Tipo di Sangue Giusto”.  Dopo 5 lunghi minuti escono i medici piangendo e ridendo. È la prima volta che vedi ridere qualcuno da una settimana a questa parte. Il dottore più anziano Ti si avvicina e dice: “Grazie, Signore!, Il Sangue di Suo Figlio E’ Perfetto, E’ Pulito e Puro, possiamo creare l’Antidoto contro questa malattia…”.  La notizia corre per ogni dove, la gente sta Pregando e ridendo di Felicità.  Nel frattempo il dottore si avvicina a Te e a Tua Moglie e dice: “Possiamo parlare un momento? È che non sapevamo che il Donatore Sarebbe Stato un Bambino, perciò abbiamo bisogno che firmiate questo modulo per darci il permesso di usare il Suo Sangue”.

Mentre Stai leggendo il documento Ti rendi conto che non hanno precisato la quantità di cui hanno bisogno e domandi: “Quanto Sangue?…”. Il sorriso del dottore scompare e risponde: “Non pensavamo che fosse un Bambino”.  “Non eravamo preparati! Ci serve Tutto!!!”.  Non puoi crederci e cerchi di rispondere: “Ma, ma…”. Il dottore continua ad insistere: “Lei non capisce, stiamo parlando della Cura per Tutto il Mondo. Per favore firmi, ci Serve…Tutto!”. Tu domandi: “Ma non potete farGli una trasfusione?”.  Segue la risposta: “Se avessimo Sangue pulito, potremmo.. Firmerà?……. Per favore?….. Firmi!!……”.  In silenzio e senza potere sentire le stesse dita che reggono la penna nella mano, lo firmi.  Ti chiedono: “Vuole vedere Suo Figlio?”.  Cammini verso l’ambulatorio dove Tuo Figlio E’ Seduto sul letto, Dicendo: “Papà, Mamma! Che succede?”.  Prendi la Sua Mano e Gli Dici: “0h Figlio, Tua Mamma ed Io Ti Amiamo e mai lasceremmo che Ti succedesse Qualcosa Che non fosse Necessario, lo Capisci Questo?”.  E quando il dottore ritorna e Ti dice: “Mi dispiace, ma dobbiamo iniziare, gente di tutto il mondo sta morendo…”, puoi andartene? Puoi voltare le spalle a Tuo Figlio e lasciarLo lì?… mentre Lui Ti Dice: “Papà, Mamma, perché Mi State abbandonando?”.

La settimana seguente, quando fanno una Cerimonia per Rendere Omaggio a Tuo Figlio, alcune persone restano a casa a dormire, altre non vengono perché preferiscono andare a passeggiare o vedere una partita di calcio e altre vengono alla Cerimonia con un sorriso falso, fingendo di essere commossi per “l’Eroico Gesto”.  VorresTi fermarTi e Gridare: “Mio Figlio E’ Morto per voi. Come? Non vi interessa?”  Forse Questo E’ Ciò Che Dio Vuole Dirci:  “Mio Figlio E’ Morto, e non sanno Quanto li Amò”.  “Preziosissimo Sangue di Gesù, Prezzo del nostro Riscatto, Sii Benedetto in Eterno!”

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 
 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, San Giuseppe coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’improvviso, capirai la Vera Essenza del Cristo e Quel Che ci han di Lui celato.  Avrai vergogna anche per Ciò, poiché non hai Abbandonato il tuo Cuore mentre Egli Parlava della Verità – Che ci ostiniamo a non vedere e a non voler ancora udire.

 

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Figlio nostro Signore e
dello Spirito Santo, delle Donne Care alla Trinità Divina, degli Arcangeli,
degli Angeli e dei Santi del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

Risultati immagini per gif animate del Vangelo

 

 

Preghiera del Mattino

Signore, Durante Questa Giornata, chi Incontrerò? Incontrerò sicuramente la mia famiglia, alcuni amici, i colleghi di lavoro, la gente che incrocio abitualmente per la strada senza conoscerla. Farò forse altri incontri. Alcune persone ti Conoscono e ti Amano, sono molte, ma i più sono indifferenti, persino ostili. Alcuni addirittura si burlano di te. Tu mi Dici: “Non Temere, ma Credi Solamente”. Anche per loro Tu Sei Venuto, Ti Sei Fatto Uomo. Che io sia Oggi, per loro, colui attraverso il quale essi Possano VederTi.

Dal Libro del Profeta Isaia (Is 55,6-9)

Cercate il Signore, mentre Si Fa Trovare, InvocateLo, mentre E’ Vicino. L’empio abbandoni la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri; Ritorni al Signore Che Avrà Misericordia di lui e al nostro Dio Che Largamente Perdona.  Perché i Miei Pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le Mie Vie. Oracolo del Signore.  Quanto il Cielo Sovrasta la Terra, tanto le Mie Vie Sovrastano le vostre vie, i Miei Pensieri Sovrastano i vostri pensieri.  Parola di Dio.

Dal Salmo 144

Ti Voglio Benedire Ogni Giorno, Lodare il Tuo Nome in Eterno e per Sempre. Grande E’ il Signore e Degno di Ogni Lode, la Sua Grandezza non si può Misurare.  Paziente e Misericordioso E’ il Signore, Lento all’ira e Ricco di Grazia. Buono E’ il Signore Verso Tutti, la Sua Tenerezza Si Espande su Tutte le Creature.  Giusto E’ il Signore in Tutte le Sue Vie,Santo in Tutte le Sue Opere. Il Signore E’ Vicino a quanti Lo Invocano, a quanti Lo Cercano con Cuore Sincero.

Dalla Lettera di San Paolo Apostolo ai Filippesi (Fil 1,20-27)

Fratelli, Cristo Sarà Glorificato nel mio Corpo, sia che io Viva sia che io muoia. Per me infatti il Vivere E’ Cristo e il Morire un Guadagno. Ma se il Vivere nel Corpo Significa Lavorare con Frutto, non so davvero che Cosa debba Scegliere. Sono messo alle strette infatti tra Queste Due Cose: da una Parte il Desiderio di Essere Sciolto dal Corpo per Essere con Cristo, il Che Sarebbe Assai Meglio; d’altra Parte, E’ più Necessario per voi che io rimanga nella Carne. Soltanto però comportatevi da cittadini Degni del Vangelo di Cristo.  Parola di Dio.

Canto al Santo Vangelo

Alleluia, Alleluia.  Apri, Signore, il nostro Cuore e Accoglieremo le Parole del Figlio Tuo.   Alleluia.

Dal Vangelo Secondo Matteo (Mt 20,1-16)

In Quel Tempo, Gesù Disse ai Suoi Discepoli Questa Parabola:  «Il Regno dei Cieli E’ Simile a un Padrone di Casa Che Uscì all’Alba per Prendere a Giornata Lavoratori per la Sua Vigna. Si Accordò con loro per un denaro al Giorno e li Mandò nella Sua Vigna. Uscito poi verso le nove del Mattino, Ne Vide altri che stavano in Piazza, disoccupati, e Disse loro: “Andate anche voi nella Vigna; quello Che E’ Giusto ve Lo Darò”. Ed essi andarono. Uscì di nuovo verso Mezzogiorno e verso le tre, e Fece altrettanto. Uscito ancora verso le cinque, Ne Vide altri che se ne stavano lì e Disse loro: “Perché ve ne state qui tutto il Giorno senza far niente?”. Gli risposero: “Perché nessuno ci ha presi a Giornata”. Ed Egli Disse loro: “Andate anche voi nella Vigna”.  Quando Fu Sera, il Padrone della Vigna Disse al Suo fattore: “Chiama i Lavoratori e dai loro la Paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi”. Venuti quelli delle cinque del Pomeriggio, Ricevettero ciascuno un denaro. Quando arrivarono i primi, pensarono che avrebbero Ricevuto di più. Ma anch’essi Ricevettero ciascuno un denaro. Nel ritirarlo, però, mormoravano contro il Padrone dicendo: “Questi ultimi hanno Lavorato un’ora soltanto e li Hai Trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della Giornata e il caldo”.  Ma il Padrone, Rispondendo a uno di loro, Disse: “Amico, Io non ti Faccio Torto. Non hai forse Concordato con Me per un denaro? Prendi il tuo e vattene. Ma Io Voglio Dare anche a quest’ultimo quanto a te: non Posso Fare delle Mie Cose Quello Che Voglio? Oppure tu sei invidioso perché Io Sono Buono?”. Così gli ultimi saranno Primi e i Primi, ultimi».  Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Signore, quando Anche una donna Dimenticasse il Figlio del suo Ventre, Tu non ci Dimenticherai Mai. Perché ci Preoccupiamo, Quando Tu Sai? Concedici Cuori di Fanciulli Che, al di là di Ogni Parola, al di là di Ogni Dichiarazione d’Amore, Sappiano Che Sono Amati dai loro genitori e non Possano Dubitare un Attimo che essi non Provvedano ai loro Bisogni. Insegnaci a Mettere ai Tuoi Piedi Ogni Preoccupazione terrena, per non Essere più Preoccupati Che di Te Solo, del Tuo Regno e della Sua Giustizia. Perdonaci Tutto il Tempo Perso in calcoli vani, Durante il Quale ci siamo Privati del Tuo Sguardo Benevolo. Concedici di Essere Continuamente in Tua Presenza, Facendo Fruttare il Dono della Vita Che Tu Hai Infuso in noi, Ponendoci nell’Assoluta Sicurezza Che il Tuo Amore per noi non Verrà Mai Meno.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
Sicut Erat in Princìpio, et Nunc, et Semper,
et in Saècula Saèculorum. Amen!
 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

Leave a reply