Il Vangelo del Giorno giovedì 15 ottobre 2015 (2022) A.D. – Nella Gloria della Trinità Divina: Bentornato, Signore Gesù!

 

 

Alla Riflessione degli Animi, Che Dovranno Render Conto al Signore! Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il Potente Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, tra noi, ……. e avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3) 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, non indugiamo oltre nelle Opere, poiché il Signore ci Tiene ancora in Vita per Consentire di migliorare il nostro Animo, PurificandoLo dal sudiciume del mondo! Anche per Questo, non dobbiamo inseguire ogni “via”, perché Una Sola E’ la Strada Che Conduce in Paradiso, mentre le altre sono quelle degli uomini, che si ispirano alle strategie del mondo, che appartengono al demonio. Non dobbiamo mai dimenticare che la Vita di quaggiù E’ un “Banco di Prova”, Cui il Cielo Sottopone le Creature per Saggiarne l’Animo, Selezionando – Così, persino il nostro Libero Arbitrio, Che l’Onnipotente Concesse a Suo Tempo. In Ginocchio e scevri dalle contemporanee ipocrisie, Rendiamo Onore e Gloria alla Divina Misericordia di Gesù Cristo Che – Vi Preghiamo di Credere, Sta per Manifestar di Sé. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

L’Avvertimento

Dono di “Purificazione” per la Salvezza di tutta l’Umanità

Dalla Parola di Verità

 

 

Gesù (P*25.10.05): “Eleverò ogni Cuore alla Luce della Verità tutta Intera.

 

 

 

Ogni Giorno Che Passa, Fa Sì che il Brutto Momento di Prova Si Avvicini sempre più,  per Questo vi Dico: Resistete e desistete dal dare ascolto al Mio nemico e Prestate Orecchio alla Voce del Cuore, Che vi Richiama al Giusto Sentiero! La Via Giusta E’ Quella Che vi Ho Tracciato in Tanti Messaggi di Cielo e Che trovate Scritto dai Miei Adorati Apostoli [nel Vangelo]. Avete visto il Film di Pietro, E’ molto Vicino alla Realtà, ma molto più cruenta ne E’ Stata la morte di Croce capovolta. Ora, il demonio La fa usare a molti Capovolta, credendo così di spiazzarMi dai vostri Cuori. Ma Io Entrerò con Potenza ed Eleverò ogni Cuore alla Luce della Verità tutta Intera, Così ognuno potrà Constatare il suo Stato (dell’Anima) e Rimediare ai suoi errori; Così la Vittoria Sarà ancora del Bene sul male. Chi vorrà si perderà, ma chi Rimarrà Attaccato alla Vera Fede Cristiana Sarà Salvo e nessuno porterà via dal suo Cuore il Bene Prezioso Conquistato Attraverso tanto Supplizio e Dolore. Le Anime Mie Ritorneranno a Me. Vi Amo, Sono Gesù Nazareno: vi Benedico nel Mio Nome. Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi Col Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per Mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, i Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti, i Carismatici e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero. 

 

 

 

 

 

 

 

Atto di Dolore

 

 

 

 

“O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con tutto il Cuore per i miei peccati, perché peccando ho Meritato i Tuoi Castighi e molto più perché ho Offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra ogni cosa. Propongo col Tuo Santo Aiuto di non OffenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, Misericordia, Perdonaci, Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Santa Teresa d’Avila, Vergine e Dottore della Chiesa

Santa Maddalena da Nagasaki, Ordine Agostiniani Recolletti e Martire

 

 

 

 

 

Rm 3,21-30.  

Fratelli, ora, indipendentemente dalla legge, Si E’ Manifestata la Giustizia di Dio, Testimoniata dalla Legge e dai Profeti; Giustizia di Dio per Mezzo della Fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che Credono. E non C’E’ Distinzione: tutti hanno peccato e sono privi della Gloria di Dio, ma Sono Giustificati Gratuitamente per la Sua Grazia, in Virtù della Redenzione Realizzata da Cristo Gesù. Dio Lo Ha Prestabilito a Servire Come Strumento di Espiazione per Mezzo della Fede, nel Suo Sangue, al Fine di Manifestare la Sua Giustizia, dopo la Tolleranza Usata Verso i peccati passati, nel Tempo della Divina Pazienza. Egli Manifesta la Sua Giustizia nel Tempo Presente, per Essere Giusto e Giustificare chi ha Fede in Gesù. Dove Sta dunque il Vanto? Esso E’ Stato Escluso! Da quale legge? Da Quella delle Opere? No, ma dalla Legge della Fede. Noi riteniamo infatti che l’uomo E’ Giustificato per la Fede, indipendentemente dalle Opere della Legge. Forse Dio E’ Dio soltanto dei Giudei? Non Lo E’ anche dei pagani? Certo, anche dei pagani! Poiché non C’E’ Che un Solo Dio.

Sal 130(129),1-2.3-4b.4c-6.  

Dal profondo a Te Grido, o Signore; Signore, Ascolta la Mia Voce. Siano i Tuoi Orecchi Attenti alla Voce della Mia Preghiera. Se Consideri le colpe, Signore, Signore, chi potrà sussistere? Perciò avremo il Tuo Timore e Avremo il Tuo Timore. Io Spero nel Signore, l’Anima Mia Spera nella Sua Parola. L’Anima Mia Attende il Signore più che Le Sentinelle l’Aurora”.

Lc 11,47-54. 

In Quel Tempo, il Signore Disse: «Guai a voi, che costruite i Sepolcri dei Profeti, e i vostri padri Li hanno uccisi. Così voi date Testimonianza e approvazione alle Opere dei vostri padri: essi Li uccisero e voi costruite Loro i Sepolcri. Per Questo la Sapienza di Dio Ha Detto: “Manderò a loro Profeti e Apostoli ed essi Li uccideranno e perseguiteranno; perché Sia Chiesto Conto a questa Generazione del Sangue di Tutti i Profeti, Versato fin dall’inizio del mondo, dal Sangue di Abele fino al Sangue di Zaccaria, Che Fu Ucciso tra l’Altare e il Santuario“. Sì, vi Dico, Ne Sarà Chiesto Conto a questa Generazione. Guai a voi, dottori della Legge, che avete tolto la Chiave della scienza. Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare L’avete impedito». Quando Fu Uscito di là, gli scribi e i farisei cominciarono a trattarLo ostilmente e a farLo Parlare su molti argomenti, tendendoGli insidie, per sorprenderLo in qualche Parola Uscita dalla Sua Stessa Bocca.

Traduzione Liturgica della Bibbia  

Meditazione del Giorno:

San Gregorio Nazianzeno, Vescovo, Dottore della Chiesa

Poemi Teologici, 3

«Cominciarono a trattarLo ostilmente».

 

Colui Che ora disprezzi, ci Fu un Tempo in Cui Era al di Sopra di te; Colui Che ora E’ Uomo, Era Eternamente Perfetto. Egli Era Fin dal Principio, senza causa; poi Si E’ Sottomesso alle Contingenze di questo Mondo… Lo Ha Fatto per Salvare te, che Lo insulti, te che disprezzi Dio perché Ha Assunto la tua Natura grossolana… È Stato Avvolto in Fasce, ma Risorgendo dal Sepolcro Si E’ Disfatto del Suo Lenzuolo. È Stato Deposto in una Mangiatoia, ma Glorificato dagli Angeli, Annunciato da una Stella, Adorato dai Magi… È Dovuto Fuggire in Egitto, ma Ha Liberato questo paese dalle superstizioni degli Egiziani. Non Aveva «Apparenza né Bellezza» (Is 53,2) davanti ai Suoi nemici, ma per Davide Era «il Più Bello tra i Figli dell’Uomo» (Sal 45,3) e sul Monte Brillò, più Risplendente del Sole (Mt 17,1). In Quanto Uomo, E’ Stato Battezzato; ma in Quanto Dio, Ha Cancellato i nostri peccati; non Aveva Bisogno di Essere Purificato, ma Ha Voluto Santificare le Acque. In Quanto Uomo E’ Stato Tentato; ma in Quanto Dio, Ha Trionfato, Lui Che Ha «Vinto il mondo» (Gv 16,8)… Ebbe Fame, ma Ha Nutrito migliaia di uomini, Lui «il Pane della Vita Che Discende dal Cielo» (Gv 6,48). Ebbe Sete, ma Esclamò: «Chi ha Sete Venga a Me e Beva» (Gv 7,37)… Ha Conosciuto la Fatica, ma E’ il Riposo di tutti coloro che «sono Affaticati e Oppressi» (Mt 11,28)… Si Fa Chiamare «Samaritano e Posseduto dal demonio» (Gv 8,48); ma Salva Lui l’uomo incappato nei briganti (Lc 10,29) e Mette in Fuga i demoni… Prega, ma Esaudisce Lui le Preghiere. Piange, ma Fa Cessare Lui i Pianti. È Venduto a poco prezzo, ma Riscatta Lui il mondo, e a Caro Prezzo: il Proprio Sangue. Come una Pecora, E’ Condotto alla morte, ma Egli Conduce Israele (Ez 34,14), e oggi tutta la Terra, a Pascoli Eccellenti. Come un Agnello, Tace: ma E’ la Parola Annunciata dalla Voce di Colui Che Grida nel Deserto (Mc 1,3). È Stato Infermo e Ferito; ma E’ Lui Che Guarisce ogni malattia e infermità (Mt 9,35). È Stato Innalzato sul Legno e Vi E’ Stato Inchiodato; ma ci Ristora Mediante l’Albero di Vita… Muore, ma Fa Vivere e Distrugge la morte. È Sepolto, ma Risorge e, Salendo in Cielo, Libera le Anime dagli inferi.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
Sicut Erat in Princìpio, et Nunc, et Semper,
et in Saècula Saèculorum. Amen!
 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

Leave a reply