Il Vangelo del Giorno lunedì 26 ottobre 2015 (2022) A.D. – Nella Gloria della Trinità Divina: Bentornato, Signore Gesù!

 

 

 

Onore al Santo Vangelo, Che Porta a noi la Buona Novella! Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, se comprendessimo che Iddio Tutto Può – e Che Fummo Posti al Governo del Creato, molte cose non sarebbero più tali. Infatti, Disponendo con Fede d’Animo e nel Nome di Gesù Cristo ogni cosa tornerebbe al suo posto, Così Come Assegnato dal Padre! Ma E’ pur vero, però, che esiste nel mondo una corrente antiCristica, che tende a delegittimare Quanto Ordinato agli uomini dal Vero Grande ed Unico Maestro, il Salvatore di Nazareth, l’Agnello di Dio, Colui Che Toglie i peccati del mondo! Armiamoci di Coraggio e Imploriamo con il Cuore il Signore, affinché ci Aiutarci a Sostenere il mondo, poiché il Tempo E’ Giunto a noi, mentre ora spetta ai Figli del Popolo di Dio dar fiato alle “Trombe”, Annunciando il tanto Atteso Ritorno. Gloria a Dio nell’Alto dei Cieli e Pace in Terra agli uomini di Buona Volontà. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio del Signore Gesù Cristo

(a Catalina Rivas – 22 settembre 1996)

 

 

 

Quando le Grazie che desiderate ottenere Sono Spirituali e possono contribuire al Bene delle vostre Anime, state sicuri che Io vi Sentirò, sempre Che Mi Supplichiate con Costanza e non perdiate la Fiducia. Sono Pronto ad Aiutarvi e a Consolarvi, anche se molte volte non per la strada che voi desiderate“.

 

 

 

 

 

 

Siracide

Capitolo 15 – Raccolta di Sentenze

 

 

 

 

[1]Così agirà chi Teme il Signore; chi è Fedele alla Legge Otterrà anche la Sapienza. [2]Essa gli Andrà Incontro Come una Madre, l’Accoglierà Come una Vergine Sposa; [3]lo Nutrirà con il Pane dell’Intelligenza, e l’Acqua della Sapienza gli Darà da Bere. [4]Egli si appoggerà su di Lei e non vacillerà, si Affiderà a Lei e non resterà confuso. [5]Essa l’Innalzerà sopra i suoi compagni e gli Farà aprir bocca in mezzo all’Assemblea; [6]egli troverà Contentezza e una Corona di Gioia e Otterrà Fama perenne. [7]Gli insensati non conseguiranno mai la Sapienza, i peccatori non La contempleranno mai. [8]Essa Sta lontana dalla superbia, i bugiardi non pensano ad Essa. [9]La Sua Lode non S’Addice alla bocca del peccatore, perché non gli E’ Stata Concessa dal Signore. [10]La Lode infatti Va Celebrata con Sapienza; E’ il Signore Che La Dirigerà.

La Libertà umana

[11]Non dire: «Mi son ribellato per colpa del Signore», perché Ciò Che Egli Detesta, non devi farlo. [12]Non dire: «Egli mi Ha Sviato», perché Egli non Ha Bisogno di un peccatore. [13]Il Signore odia ogni abominio, esso non è voluto da chi Teme Dio. [14]Egli da Principio Creò l’Uomo e lo Lasciò in balìa del suo proprio Volere. [15]Se vuoi, Osserverai i Comandamenti; l’Essere Fedele dipenderà dal tuo Buonvolere. [16]Egli ti Ha Posto Davanti il Fuoco e l’Acqua; là dove vuoi stenderai la tua mano. [17]Davanti agli uomini Stanno la Vita e la morte; a ognuno Sarà Dato Ciò che a Lui Piacerà. [18]Grande infatti E’ la Sapienza del Signore, Egli E’ Onnipotente e Vede Tutto. [19]I Suoi Occhi su coloro che Lo Temono, Egli Conosce ogni azione degli uomini. [20]Egli non Ha Comandato a nessuno di essere empio e non Ha Dato a nessuno il Permesso di peccare.

 

 

 

 

Gesù, Intridi Col Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per Mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, i Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti, i Carismatici e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero. 

 

 

 

 

 

 

 

Atto di Dolore

 

 

 

 

“O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con tutto il Cuore per i miei peccati, perché peccando ho Meritato i Tuoi Castighi e molto più perché ho Offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra ogni cosa. Propongo col Tuo Santo Aiuto di non OffenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, Misericordia, Perdonaci, Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

Santi Luciano e Marciano, Martiri a Nicomedia, in Turchia,

 

 

 

 

Rm 8,12-17.

Così dunque Fratelli, noi siamo Debitori, ma non verso la Carne per Vivere secondo la Carne; poiché se Vivete secondo la Carne, voi morirete; se invece con l’Aiuto dello Spirito voi fate morire le Opere del Corpo, Vivrete. Tutti quelli infatti Che Sono Guidati dallo Spirito di Dio, costoro Sono Figli di Dio. E voi non Avete Ricevuto uno Spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma Avete Ricevuto uno Spirito da Figli Adottivi, per Mezzo del Quale Gridiamo: “Abbà, Padre!”. Lo Spirito Stesso Attesta al nostro Spirito Che Siamo Figli di Dio. E se Siamo Figli, Siamo anche Eredi: Eredi di Dio, Coeredi di Cristo, se Veramente Partecipiamo alle Sue Sofferenze per Partecipare anche alla Sua Gloria.

Sal 68(67),2.4.6-7ab.20-21.

Sorga Dio, i Suoi nemici si disperdano e fuggano Davanti a Lui quelli che Lo odiano. I Giusti invece Si Rallegrino, Esultino Davanti a Dio e Cantino di Gioia. Padre degli Orfani e Difensore delle Vedove E’ Dio nella Sua Santa Dimora. Ai derelitti Dio Fa Abitare una Casa, Fa Uscire con Gioia i Prigionieri. Benedetto il Signore Sempre; Ha Cura di noi il Dio della Salvezza. Il nostro Dio E’ un Dio Che Salva; il Signore Dio Libera dalla morte.

Lc 13,10-17.

In Quel Tempo, Gesù Stava Insegnando in una Sinagoga il Giorno di Sabato. C’era Là una donna che aveva da diciotto anni uno spirito che la teneva inferma; era curva e non poteva drizzarsi in nessun modo. Gesù la Vide, la Chiamò a Sé e le Disse: «Donna, sei Libera dalla tua infermità»,  e le Impose le Mani. Subito quella si raddrizzò e Glorificava Dio.  Ma il capo della Sinagoga, sdegnato perché Gesù Aveva Operato Quella Guarigione di Sabato, rivolgendosi alla folla disse: «Ci sono sei Giorni in cui si deve lavorare; in quelli dunque venite a farvi curare e non in Giorno di Sabato». Il Signore Replicò: «Ipocriti, non scioglie forse, di Sabato, ciascuno di voi il bue o l’asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi? E questa Figlia di Abramo, che satana ha tenuto legata diciott’anni, non doveva Essere Sciolta da questo legame in Giorno di Sabato?».  Quando Egli Diceva Queste Cose, tutti i Suoi avversari si vergognavano, mentre la folla intera Esultava per tutte le Meraviglie da Lui Compiute.

Traduzione Liturgica della Bibbia

Meditazione del Giorno:

Attribuito a Eusebio di Alessandria

Discorsi sulla Domenica, 16, 1-2; PG 86, 416-421

Il Sabato Diviene il Primo Giorno della Nuova Creazione

 

Sono sette i Giorni nella Settimana: Dio ce Ne Ha Dati sei per Lavorare e ce Ne Ha Dato Uno per Pregare, Riposare e Liberarci dai nostri peccati… Ascolta, o Figlio, ti Esporrò per Qual Motivo E’ Stato Tramandato di Osservare la Domenica e di Astenersi dal Lavoro. Quando il Signore Affidò il Sacramento ai Suoi Discepoli, Preso il Pane, Lo Benedisse, Lo Spezzò e Lo Diede Loro Dicendo: “Prendete e Mangiate, Questo E’ il Mio Corpo Che E’ Dato per voi”; allo Stesso Modo Diede Loro il Calice Dicendo: “Bevetene tutti: Questo E’ il Mio Sangue della Nuova Alleanza, Che E’ Sparso per voi e per molti in Remissione dei peccati: Fate Questo in Memoria di Me” (Mt 26,26; 1 Cor 11,24).  Il Sacro Giorno della Domenica E’ dunque Quello in Cui Si Fa Memoria del Signore; perciò Viene Chiamato Domenica, cioè “Giorno del Signore”. E’ Come il Signore dei Giorni: Domenica. Infatti prima della Passione del Signore, non si chiamava Domenica (“Giorno del Signore”), ma primo Giorno. In Questo Giorno il Signore Diede Inizio alla Risurrezione, cioè alla Creazione del mondo; in Esso Diede al mondo le Primizie della Risurrezione, in Questo Giorno, Come abbiamo Detto, Comandò di Celebrare anche i Sacri Misteri. Dunque Questo Giorno E’ per noi l’Inizio di ogni Grazia, l’Inizio della Creazione del Mondo, l’Inizio della Risurrezione, l’Inizio della Settimana. Questo Giorno, Che Comprende tre Inizi, Prefigura anche il Primato della Santissima Trinità.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
Sicut Erat in Princìpio, et Nunc, et Semper,
et in Saècula Saèculorum. Amen!

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

Leave a reply