Il Vangelo del Giorno lunedì 30 maggio 2016 (2023) A.D. – Nel Santo Nome di Dio Padre Onnipotente, Maranatha: Vieni, Signore Gesù!

 

 

Con l’Amore e la Devozione Dovuti a Colui Che Torna tra noi nel Nome del Padre! Per Grazia Ricevuta.

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

 

Una donna ha saputo…e deriso, non sapendo a quali sciagure terrene sarebbe andata poi incontro. Dobbiamo Pregare per tutti coloro che giudicano, poiché Severa E’ Stata – e Sarà, l’Inflitta Pena. Il demonio è subdolo e bugiardo, e tedia moltissima gente, ma non conosce Tutti i Piani Che il Padre Onnipotente Ha in Serbo per noi, Figli Suoi. E’ la Fede in Umiltà Che Fa la Differenza e Riempie i Cuori di Speranza e Carità, non l’effimero potere dell’uomo, sempre più spaventato da quanto non controlla. Fratelli, mentre ogni cosa muta in fretta, prendiamoci Sanamente Cura del Prossimo nostro, dei più deboli e degli abbandonati, riponendo le nostre Sorti nelle Sapienti Mani del Figlio dell’Uomo, Che non Tarderà a Ripagarci d’ogni Sofferenza, Fasciando le Ferite inferteci nel Tempo. Prendiamo l’Impegno a Benedire tutto quanto ci circonda, casa, Affetti e Cibo, Pregando ogni Giorno la Vergine Maria, affinché Voglia Presentare le Schiere di Anime Devote al Salvatore. Un pensiero sempre vada a Quei Sacerdoti già Santi e perseguitati in Terra, poiché E’ anche Grazie a Loro Che potrem vedere da Vicino il Paradiso. Buona Giornata a tutti, nella Grazia del Signore.

 

 

 

 

 

 

 

 

Messaggio di Maria Madre Nostra

(a Louise Tomkiel, 03 febbraio 2010)

 

 

 

 

Se voi respingete Dio fuori della vostra Vita, Egli Ritirerà da voi la Sua Divina Misericordia. La Sua Misericordia Rifulge Sempre su coloro che Lo Amano e – Giorno dopo Giorno, cercano di fare la Sua Volontà. Così il Suo Amore E’ Eterno per coloro che Lo Amano. Ritornate a Mio Figlio Gesù, Rivenite al Padre Nostro, LodateLo, RingraziateLo. Date Loro tutto il vostro Amore – il vostro Fiat! Dio Ha ancora Dato all’Umanità un Prolungamento Supplementare per Pentirsi e Tornare a Lui. Per ora, l’Umanità cerca ancora piaceri momentanei e pecca coi piaceri della carne, ricchezza, prestigio… molto poche sono le persone Umili. I Segni della Fine dei Tempi Sono Tutti Intorno a voi. Aprite i vostri occhi, Figli. Cambiate le vostre Vite, i vostri Desideri, i vostri Pensieri.  Pentitevi! Il Tempo E’ assai Breve prima Che Dio Ponga Fine al Suo Tempo di Misericordia. Ascoltate il Suo Richiamo D’Amore. Non siate di quelli “restati fuori dall’Appello nome per nome finale!” Chiamate Me, Che Sono vostra Madre, ed Io vi Aiuterò Guidandovi lungo il Cammino, la Via Diritta della Santità. Io vi Amo, Figli Miei, e non Voglio che nessuno di voi vada perduto. La Madre Vostra, Madre di Dio, Maria“.

 

 

 

 

 

 

Gesù, Intridi Col Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per Mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, la Santa Nascita del Figlio di Dio Gesù, il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, i Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante Abbandonate in Purgatorio, I Profeti, i Carismatici e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero. 
  

 

Atto di Dolore

 

 

 

“O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con tutto il Cuore per i miei peccati, perché peccando ho Meritato i Tuoi Castighi e molto più perché ho Offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra ogni cosa. Propongo col Tuo Santo Aiuto di non OffenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, Misericordia, Perdonaci, Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Santa Giovanna d’Arco, Vergine

Beato Carlo Liviero, Vescovo e Fondatore

 

 

 

 

http://www.partecipiamo.it/gif/sacro/16.gif

 

 

 

Seconda Lettera di San Pietro Apostolo 1,2-7.

Grazia e Pace Siano Concesse a voi in Abbondanza nella Conoscenza di Dio e di Gesù Signore nostro. La Sua Potenza Divina ci Ha Fatto Dono di Ogni Bene per Quanto Riguarda la Vita e la Pietà, Mediante la Conoscenza di Colui Che ci Ha Chiamati con la Sua Gloria e Potenza. Con Queste ci Ha Donato i Beni Grandissimi e Preziosi Che Erano Stati Promessi, perché Diventaste per Loro Mezzo Partecipi della Natura Divina, essendo sfuggiti alla corruzione che è nel mondo a causa della concupiscenza. Per questo mettete ogni Impegno per Aggiungere alla vostra Fede la Virtù, alla Virtù la Conoscenza, alla Conoscenza la Temperanza, alla Temperanza la Pazienza, alla Pazienza la Pietà, alla Pietà l’Amore Fraterno, all’Amore Fraterno la Carità.

Salmi 91(90),1-2.14-15ab.15c-16.

Tu Che Abiti al Riparo dell’Altissimo e Dimori all’Ombra dell’Onnipotente, Di’ al Signore: “Mio Rifugio e Mia Fortezza, Mio Dio, in Cui Confido”. Lo Salverò, perché a Me Si E’ Affidato; Lo Esalterò, perché Ha Conosciuto il Mio Nome. Mi Invocherà e Gli Darò Risposta; Presso di Lui Sarò nella sventura, Lo Salverò e Lo Renderò Glorioso. Lo Sazierò di Lunghi Giorni e Gli Mostrerò la Mia Salvezza“”.

Dal Vangelo di Gesù Cristo Secondo Marco 12,1-12.

In Quel Tempo, Gesù Si Mise a Parlare con Parabole [ai capi dei sacerdoti, agli scribi e agli anziani]: «Un Uomo Piantò una Vigna, Vi Pose Attorno una Siepe, Scavò un torchio, Costruì una Torre, poi La Diede in affitto a dei vignaioli e Se Ne Andò lontano. A suo Tempo Inviò un Servo a Ritirare da quei vignaioli i Frutti della Vigna. Ma essi, afferratoLo, Lo bastonarono e Lo rimandarono a mani vuote. Inviò loro di Nuovo un Altro Servo: anche Quello Lo picchiarono sulla testa e Lo coprirono di insulti. Ne Inviò ancora un Altro, e Questo Lo uccisero; e di Molti Altri, Che Egli ancora Mandò, alcuni Li bastonarono, Altri Li uccisero. Aveva ancora Uno, il Figlio Prediletto: Lo Inviò loro per Ultimo, Dicendo: Avranno Rispetto per Mio Figlio! Ma quei vignaioli dissero tra di loro: Questi E’ l’Erede; su, uccidiamoLo e l’eredità sarà nostra. E afferratoLo, Lo uccisero e Lo gettarono fuori della Vigna. Che Cosa Farà dunque il Padrone della Vigna? Verrà e Sterminerà quei vignaioli e Darà la Vigna ad Altri. Non avete forse letto Questa Scrittura: La Pietra Che i costruttori hanno Scartata E’ Diventata Testata d’Angolo; dal Signore E’ Stato Fatto Questo ed E’ Mirabile agli occhi nostri»? Allora cercarono di catturarLo, ma ebbero paura della folla; avevano capito infatti Che Aveva Detto Quella Parabola Contro di loro. E, lasciatoLo, se ne andarono.

Traduzione Liturgica della Bibbia 

Meditazione del Giorno

Santa Caterina da Siena, Terziaria Domenicana, Dottore della Chiesa, Compatrona d’Europa

Dialogo della Divina Provvidenza, 24

«Io Sono la Vera Vite e il Padre Mio E’ il Vignaiolo» (Gv 15,1)

[Dio Disse a Santa Caterina:] — Sai Quale Modo Uso perché i Miei Servi Restino Uniti nel Seguire la Dottrina del Dolce ed Amoroso Verbo? Li Poto, affinché Facciano Molto Frutto, e il Loro Frutto Sia Provato e non diventi selvatico. Come il Tralcio nella Vite, Che l’operaio pota perché Faccia Migliore Vino e più Abbondante; mentre Taglia quello che non fa Frutto e lo getta nel Fuoco. Così Fa il  Vero Operaio (Gv 15,1): i Miei Servi Che Sono in Me Io Li Poto con le Molte Tribolazioni, perché Facciano Più Frutto e Migliore,  e Sia Provata in Loro la Virtù. E quelli che non fanno Frutto Sono Tagliati e Gettati al Fuoco, Come t’Ho Detto (Gv 15,6).  Questi  Sono Operai Veri, e Lavorano Bene l’Anima Loro, Togliendo Ogni Amor proprio, Voltando la Terra del Loro Affetto Verso di Me. E Nutrono e Crescono il Seme della Grazia,  Che Ricevettero nel Santo Battesimo. Lavorando la Loro Anima, Lavorano Quella del Prossimo, e non Possono Lavorare l’Una senza l’Altra; già sai, perché te Lo Dissi,  Che ogni male, Come Ogni Bene, Si Fa per Mezzo del Prossimo. Voi Siete Miei Operai, Usciti da Me, Sommo ed Eterno Operaio, Che vi Ha Uniti e Innestati nella Vite per l’Unione Che Ho Fatta con voi… Di Tutti Quanti voi E’ Stata Fatta una Vigna Universale…; e Siete Uniti nella Vigna del Corpo Mistico della Santa Chiesa, da Cui Traete la Vita. Nella Quale Vigna E’ Piantata Questa Vite dell’Unigenito Mio Figliuolo, in Cui Dovete Essere Innestati.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
sicut erat in Princìpio, et nunc, et semper,
et in saècula saèculorum. Amen!

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!
 

 

Leave a reply