Il Vangelo del Giorno mercoledì 24 maggio 2017 (2024) A.D. – Vieni, Signore Gesù!

 

 

 

Allo Spirito Santo Consolatore, Che Preparerà le Prescelte Genti alla Difesa della Gloria del Figlio di Dio, il Cristo, nostro Signore. Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Popolo di Dio, che Ami con Cuore Puro il tuo Creatore, Proclama al mondo Che il Figlio Prediletto E’ Nuovamente quaggiù, sulla Terra, Tra noi, ……. e Avrai Salva la Vita!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

 

 

 

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, ovunque, molti parlano e scrivono di Gesù, di Maria e degli Altri, ma chi sarebbe disposto davvero a rinunciare a tutto quel che si ritiene aver raggiunto, anche alla propria Vita, per Difendere i nostri Beniamini? Non v’è ancora alcuno che dimostri tanto Attaccamento, Così Come accadde agli Apostoli, Che Vennero finanche Perdonati dal Signore, per averLo abbandonato e poi tradito.   Anche per questo, non lanciamo invettive contro il nostro Prossimo, consapevoli che la trave – quella posta negli occhi delle Creature di quaggiù, è davvero segno incontrovertibile di colpa grande.   In Questa Solenne Commemorazione della Beata Vergine Maria Ausiliatrice, Pentendoci davvero col Cuore e Confortati Proprio dalla Mamma Celeste – dopo aver letto attentamente Tutto il Santo Vangelo del Giorno, Rendiamo Onore allo Spirito Santo Consolatore, Inviatoci Dal Cristo per la Gloria di Dio Padre! Amen.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nuova Formula dell’Eucaristia

(Dettata Direttamente Da Gesù ad un’Anima)

 

 

Questo E’ il Pane Vivo Che Fende Tutte le Galassie, per Posarsi nei Cuori, Ove Metterà Radici di Fede Rocciosa!”.

(Al Momento della Comunione – con il Cuore, dire Queste Parole: “Metti nel mio Cuore Radici di Fede Rocciosa!”).

 

 

 

 

stelle (5)

 

 

2^ lettera aperta a Papa Francesco

(Inviata già al predecessore il Giorno 04 febbraio 2013)

 

 

Caro Fratello Francesco, da persona Cattolica e praticante – quale sono, premetto che il darTi del “Tu” non è mancanza di rispetto, ma semplicemente il frutto dell’essere tutti Figli dello Stesso Dio.   Infatti, quando Recitiamo la Preghiera che Gesù ci Insegnò non diciamo Padre Mio Che Sei nei Cieli ma Padre nostro e – quindi, Essendo Figli di un solo Padre, siamo tutti Fratelli (almeno Così dovrebbe essere – se Crediamo in Quello Che Ha Detto il Frutto Prediletto dell’Altissimo).   Se Ti scrivo, però, non è per questo – anche se Quanto sin qui farebbe tanto Bene all’Umanità, ma perché Ti devo dare una Notizia Meravigliosa, Notizia Che se tutti – compresi gli atei, ne venissero a conoscenza farebbero salti di Gioia, tenendo comunque a mente che una parte di Umanità (tra cui i Sacerdoti – i più Attenti alle Cose di Dio), ne E’ già al corrente): Gesù E’ Tornato, Fratello, Alleluja, Alleluja, Alleluja!!! La Parusia, Venuta Intermedia di Gesù, E’ ormai da anni una Realtà.  No, non è fantascienza o favola ma Verità Rivelata (ai piccoli).   Fin dall’Eternità, Dio Onnipotente Scelse – per il Suo Piano di Salvezza e per tutta l’Umanità, quindi, il Suo Glorioso Rientro Internazionale (uso le Sue Stesse Parole – se Così non fosse stato, Che Valenza avrebbe la Sua Risurrezione?), un Umile Luogo di Roma dove – nel 1992 (+ 7 anni) e Annunciato molti anni prima, ci Fu “il Grande Evento”, con altre Modalità ma con lo Stesso Risultato; Evento Che ora Porterà Radicali Cambiamenti – Volti al Bene, in tutto il mondo.   Lo Spirito Santo Si Posa e Soffia Dove Vuole e lo Sguardo di Dio Si E’ Posato su Roma….. e non Poteva Che Essere Così, dal Momento Che la Città dei Martiri Cristiani E’ Stata Scelta da Nostro Signore Proprio Come Centro della Cristianità.   A Roma E’ – infatti, Iniziata la Storia della Chiesa e a Roma Si Concluderà, con la Manifestazione Completa e Definitiva del Signore. San Paolo, l’Apostolo delle genti, nelle Sue Predicazioni Diceva – RiferendoSi a Gesù: “Tornerà alla Fine dei Tempi” e da anni i Segni della Fine dei Tempi Sono Visibili a tutti, inutile negarlo, basterebbe aprire la Bibbia Cattolica e leggere l’Apocalisse di Giovanni; in Quelle Pagine Scritte 2000 anni fa Si Trovano – Come Fossero fotografati, i giorni terribili e di orrore – in tutti i sensi, che l’intera Umanità Sta Vivendo oggi.   La Fine del mondo, Fratello, altro non E’ Che la Fine delle iniquità! Gesù Cammina in mezzo a noi e Vede i Suoi Giusti Sofferenti per le molteplici ingiustizie, spogliati della loro Dignità.   La Fine del mondo non E’ altro Che la Fine di ogni bruttura, la Fine di ciò che non è nella Legge di Dio.   “Gesù E’ Tornato per Rimettere il Treno sui Binari”, Come Scrisse e Disse anche un Santo Sacerdote, Martino Penasa, (Che Dio Lo Abbia in Gloria).   Dio ci Ha Promessi Cielo e Terra Nuovi e Lui, l’Onnipotente, Quello Che Promette Mantiene, poiché Infinitamente Buono, Infinitamente Misericordioso ma anche Giusto!!!

L’Era del Padre = Creazione.

L’Era del Figlio = Prima Venuta di Gesù.

L’Era dello Spirito Santo = Seconda Venuta di Gesù – Parusia (Tempo attuale).

Siano Lodati ora e sempre Gesù, Maria e Giuseppe.   La Vergine della Rivelazione ci Protegga e Indichi ai meno Buoni la Strada della Luce, Quella Strada Che Porta alla Vera Patria.   Lode a Te Santissima Trinità e un Caro Abbraccio anche a Te, Vescovo bianco, in attesa di poterci  reincontrare tra le Braccia del Signore”.

Roma, 12 giugno 2013 – 2020 A.D.

 

 

 

stelle (5)

 

 

 

Testimonianza

 

 

 

“Oggi, 22 aprile 2013, la Misericordia Infinita di Gesù Cristo E’ Scesa Dolcemente in Terra, Poggiando la Sua Casa nel Cuore di alcune Sue Creature, Illuminando i Passi Che Queste dovranno Compiere per la ormai Prossima Manifestazione Gloriosa del Giusto Re.     Invero e per il mondo intero, non sarà questa una buona giornata, mentre il Tempo Scorre – sconvolgendo le ormai stolte certezze degli uomini.    “Beati coloro che avran Creduto senza aver veduto!”.    Benedetto nei Secoli il Signore!”.

 

 

 

 

 

 

 

Preghiera per la Benedizione del Cibo

(ormai totalmente contaminato)

 

 

 

 

Gesù, Intridi del Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, San Giuseppe coi Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero.

 

 

Atto di Dolore

 

 

 

 

 

“O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con tutto il Cuore per i miei peccati, perché peccando ho Meritato i Tuoi Castighi e molto più perché ho Offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra ogni cosa. Propongo col Tuo Santo Aiuto di non OffenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, Misericordia, Perdonaci, Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

Immagine correlata

 

Festa Permanente del Padre Onnipotente, del Signore nostro Gesù Cristo

e delle Donne a Lui Care, degli Arcangeli, degli Angeli e Santi

del Paradiso, nonché delle Anime ancora in Purgatorio

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.partecipiamo.it/gif/sacro/16.gif

 

 

 

 

 

Preghiera del Mattino

Padre Santo, Mandaci lo Spirito Santo affinché Egli ci Porti alla Comprensione della Verità Totale Che E’ Tuo Figlio Gesù Cristo. Rischiaraci con la Luce del Verbo della Vita, perché Camminiamo nello Splendore della Verità. Liberaci da ogni falsa illusione che ci mette alla mercé delle mode, dei soggettivismi o dei nostri stessi Sentimenti.    Da’ Forza alla debolezza del nostro desideri, affinché Rimaniamo Fedeli alla Tua Grazia.

Dagli Atti degli Apostoli (At 17,15.22-18,1)

In Quei Giorni, quelli che Accompagnavano Paolo Lo Condussero fino ad Atene e ripartirono con l’ordine, per Sila e Timòteo, di raggiungerLo al più presto.     Paolo, in piedi in mezzo all’Areòpago, Disse: «Ateniesi, Vedo Che, in Tutto, Siete molto Religiosi. Passando infatti e Osservando i vostri monumenti Sacri, ho Trovato anche un Altare con l’Iscrizione: “A un Dio ignoto”.   Ebbene, Colui Che, senza ConoscerLo, voi Adorate, io ve Lo Annuncio. Il Dio Che Ha Fatto il Mondo e Tutto Ciò Che Contiene, Che E’ Signore del Cielo e della Terra, non Abita in Templi costruiti da mani d’uomo né dalle mani dell’uomo Si Lascia Servire Come se Avesse Bisogno di qualche cosa: E’ Lui Che Dà a tutti la Vita e il Respiro e Ogni Cosa. Egli Creò da Uno Solo tutte le Nazioni degli uomini, perché Abitassero su tutta la Faccia della Terra. Per essi Ha Stabilito l’Ordine dei Tempi e i Confini del loro Spazio perché Cerchino Dio, se mai, tastando qua e là come ciechi, Arrivino a TrovarLo, benché non Sia Lontano da ciascuno di noi. In Lui infatti Viviamo, ci Muoviamo ed Esistiamo, Come Hanno Detto anche alcuni dei vostri poeti: “Perché di Lui anche noi Siamo Stirpe”.   Poiché dunque Siamo Stirpe di Dio, non dobbiamo pensare che la Divinità sia Simile all’Oro, all’Argento e alla Pietra, che porti l’impronta dell’arte e dell’ingegno umano. Ora Dio, Passando sopra ai Tempi dell’ignoranza, Ordina agli uomini Che Tutti e Dappertutto si Convertano, perché Egli Ha Stabilito un Giorno nel Quale Dovrà Miudicare il mondo con Giustizia, per Mezzo di un Uomo Che Egli Ha Designato, Dandone a tutti Prova Sicura col RisuscitarLo dai morti».   Quando sentirono parlare di Risurrezione dei morti, alcuni lo deridevano, altri dicevano: «Su Questo ti sentiremo un’altra volta». Così Paolo si allontanò da loro. Ma alcuni si Unirono a lui e Divennero Credenti: fra questi anche Dionigi, membro dell’Areòpago, una donna di nome Dàmaris e altri con loro.   Dopo Questi Fatti Paolo Lasciò Atene e Si Recò a Corìnto.  Parola di Dio.

Dal Salmo 148

Lodate il Signore dai Cieli, LodateLo nell’Alto dei Cieli.    LodateLo, voi Tutti, Suoi Angeli, LodateLo, voi Tutte, Sue Schiere.    I re della Terra e i Popoli tutti, i governanti e i giudici della Terra, i giovani e le ragazze, i vecchi insieme ai Bambini Lodino il Nome del Signore.    Perché Solo il Suo Nome E’ Sublime: la Sua Maestà Sovrasta la Terra e i Cieli.   Ha Accresciuto la Potenza del Suo Popolo.    Egli E’ la Lode per tutti i Suoi Fedeli, per i Figli d’Israele, Popolo a Lui Vicino.

Canto al Santo Vangelo (Gv 14,16)

Alleluia, Alleluia.    “Io Pregherò il Padre ed Egli Vi Darà un Altro Paràclito, perché Rimanga con voi per Sempre”.    Alleluia.

Dal Vangelo Secondo Giovanni (16,12-15)

In Quel Tempo, Disse Gesù ai Suoi Discepoli: «Molte Cose Ho ancora da Dirvi, ma per il Momento non Siete Capaci di Portarne il Peso.   Quando Verrà Lui, lo Spirito della Verità, vi Guiderà a Tutta la Verità, perché non Parlerà da Se Stesso, ma Dirà Tutto Ciò Che Avrà Udito e vi Annuncerà le Cose Future.   Egli Mi Glorificherà, perché Prenderà da Quel Che E’ Mio e ve lo Annuncerà.   Tutto Quello Che il Padre Possiede E’ Mio; per Questo Ho Detto Che Prenderà da Quel Che E’ Mio e ve Lo Annuncerà».   Parola del Signore.

Preghiera della Sera

Padre Santo, Ti Rendiamo Grazie per il Dono dello Spirito Santo Che Tu Diffondi di Continuo sulla Tua Chiesa.    La nostra Fedele Adesione a Questa Appartenenza Ecclesiale Manifesti Tuo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo e Gli Renda Gloria.    Mantieni il nostro Sguardo Fisso su di Lui.    Il Tuo Spirito Sostenga il nostro Progetto di Vivere nel Seno della Tua Chiesa, ci Apra alla Verità Tutta Intera e ci Aiuti sulla Via Che ci Porta al Destino per il Quale Siamo Stati Creati e Riscattati.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
Sicut Erat in Princìpio, et Nunc, et Semper,
et in Saècula Saèculorum. Amen!

 

 

 

stelle (5)

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

Leave a reply