Il Vangelo del Giorno Sabato 31 ottobre 2015 (2022) A.D. – Nella Gloria della Trinità Divina: Bentornato, Signore Gesù!

 

 

Dedicato al Fraticello del Gargano, San Pio da Pietrelcina, auspicando che il Signore Gli Permetta di Pregare per noi! Amen.

 

 

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

 

 

 

Fratelli e Sorelle Carissimi, quando comprenderemo che a nulla serve accumulare tesori e potere sulla Terra? Molte cose stanno mutando, pur tra l’indifferenza generale, giacché gli uomini son presi da ciò che – strumentalmente, comunicano i loro simili. Vengon giù le umane impalcature, frana il mondo e i Vulcani ci Avvertono, mentre le Acque continueranno a salire ovunque, sommergendo quanto credevamo fosse eterno. Cos’attendiamo – dunque, per comprendere che Gesù Cristo E’ la nostra Unica Salvezza, visto il nostro stolto procedere quaggiù? Dovremmo tenere a mente che la Vita – Quella Vera, Rinascerà dallo Spirito Santo, allorché le Creature Scelte dal Signore perderanno gli interessi materiali, tornando ad Inneggiare al Creatore d’ogni Cosa. In merito, è bene ricordare un richiamo del Fraticello del Gargano: “Chiunque si esalta Sarà Umiliato, e chi si Umilia Sarà Esaltato!”.

 

 

 

 

Messaggio di Gesù

(a John Leary – Rochester, U.S.A. – 26 dicembre 2005)

 

 

 

Gesù Ha Detto: “Popolo Mio, vi Mostro quel buco su un Banco della Chiesa, perché realizziate i problemi che attaccano la Mia Chiesa. Proprio come vedete la corruzione nei corsi di giustizia, o nei vostri governi, ecco la corruzione anche nelle Chiese! Avete visto gli scandali dei Preti omosessuali, ma vi sono ancora molti altri fatti, come truffe finanziarie. Vi sono Preti che hanno perduto la loro Vocazione ed ora sono presi dai conforti del mondo. Tutto questo perché si prepara una divisione nella Mia Chiesa, che separerà i Miei Santi Preti dai Preti tiepidi. La chiesa scismatica, che seguirà gli insegnamenti del New Age, Sarà Purificata dal Mio Fedele Resto, Che Mantiene la Giusta Dottrina con Sincera Devozione e Crede nella Mia Divina Presenza nel Mio Santo Sacramento. Il Fedele Resto Dovrà Preparare le Sante Messe nelle case o eventualmente nei Miei Rifugi. Io Proteggerò Questa Piccola Chiesa dagli spiriti maligni; la chiesa scismatica verrà distrutta ed i tiepidi andranno perduti nell’inferno per la loro incredulità e mancanza d’Amore Verso Me e Verso il Prossimo”.

 

 

 

Siracide

(Raccolta di Sentenze – Capitolo 20) 

 

 

 

 

Silenzio e Parola

[1]C’è un rimprovero che è fuori tempo, c’è chi tace ed è prudente. [2]Quanto è meglio rimproverare che covare l’ira! [3]Chi si Confessa colpevole evita l’umiliazione. [4]Un eunuco che vuol deflorare una ragazza, così chi vuol rendere giustizia con la violenza. [5]C’è chi tace ed è ritenuto Saggio, e c’è chi è odiato per la sua loquacità. [6]C’è chi tace, perché non sa che cosa rispondere, e c’è chi tace, perché conosce il Momento Propizio. [7]L’Uomo Saggio sta zitto fino al Momento Opportuno, il millantatore e lo stolto lo trascurano. [8]Chi abbonda nel parlare si renderà abominevole; chi vuole assolutamente imporsi sarà odiato.

Paradossi

[9]Nelle disgrazie può trovarsi la fortuna per un uomo, mentre un profitto può essere una perdita. [10]C’è una Generosità, che non ti arreca vantaggi e c’è chi dall’umiliazione alza la testa. [12]C’è chi compra molte cose con poco, e chi le paga sette volte il Loro valore. [13]Il Saggio si rende Amabile con le sue parole, le Cortesie degli stolti sono sciupate. [14]Il Dono di uno stolto non ti gioverà, perché i suoi occhi bramano ricevere più di quanto ha dato. [15]Egli darà poco, ma rinfaccerà molto; aprirà la sua bocca come un banditore. Oggi darà un prestito e domani richiederà; uomo odioso è costui. [16]Lo stolto dice: «Non ho un Amico, non c’è gratitudine per i miei Benefici. [17]Quelli che mangiano il mio Pane sono lingue cattive». Quanto spesso e quanti si burleranno di lui!

Parole maldestre

[18]Meglio scivolare sul pavimento che con la lingua; per questo la caduta dei cattivi giunge rapida. [19]Un uomo senza grazia è un discorso inopportuno: è sempre sulla bocca dei maleducati. [20]Non si accetta una Massima dalla bocca dello stolto, perché non è mai detta a proposito. [21]C’è chi è impedito di peccare dalla Miseria e durante il riposo non avrà rimorsi. [22]C’è chi si rovina per Rispetto umano e si rovina per la faccia di uno stolto. [23]C’è chi per Rispetto umano fa promesse a un Amico; in tal modo se lo rende gratuitamente nemico.

La menzogna

[24]Brutta macchia nell’uomo la menzogna, si trova sempre sulla bocca degli ignoranti. [25]Meglio un ladro che un mentitore abituale, ma tutti e due condivideranno la rovina. [26]L’abitudine del bugiardo è un disonore, la vergogna lo accompagnerà sempre.

Sulla Sapienza

[27]Il Saggio si fa Onore con i discorsi, l’uomo Prudente piace ai grandi. [28]Chi lavora la Terra accrescerà il Raccolto; chi piace ai grandi si fa Perdonare l’ingiustizia. [29]Regali e Doni accecano gli occhi dei Saggi, come bavaglio sulla bocca, soffocano i rimproveri. [30]Sapienza nascosta e tesoro invisibile: a che servono l’una e l’altro? [31]Fa meglio chi nasconde la stoltezza che colui che nasconde la Sapienza.

 

 

 

 

Gesù, Intridi Col Tuo Preziosissimo Sangue il Cibo Che stiamo per Mangiare, affinché Assumiamo con Esso la Grazia e la Benedizione! Amen.

 

 

 

 

 

Benediciamo il Santo Nome del Signore, mentre Preghiamo insieme per:

 

 

La Santissima Trinità Divina – nel Padre nel Figlio e nello Spirito Santo Consolatore, la Creazione – Opera Straordinaria dell’Onnipotente, Il Santissimo Sangue del Divino Agnello, il Sangue dei Martiri, i Santuari della Beata Vergine Maria, il Ricordo della Madonna dell’Arco, Santa Maria Maddalena, Giovanni il Battista – Precursore del Cammino di Cristo, i Santi e gli Angeli del Paradiso, Le Anime Sante abbandonate in Purgatorio, I Profeti, i Carismatici e i Veggenti, i Perseguitati a Causa della Testimonianza Cristica, Papa Francesco, il Rabbino Capo di Roma e tutti i Riconosciuti Giusti, i Sacerdoti e i Professanti la Fede in Dio Padre Onnipotente, i Movimenti Eucaristici e Mariani, i Gruppi di Preghiera, gli Ammalati nel Corpo e nello Spirito, i Carcerati, gli atei, gli ipocriti e i sapienti della Terra, i Bimbi Deceduti prima del Santo Battesimo, i Giovani e tutti Coloro che non Credono Nella Divina Misericordia di Gesù Cristo – Figlio Prediletto dell’Altissimo, Signore nostro, Sacerdote Infallibile e Salvatore del mondo intero. 

 

 

 

 

 

Atto di Dolore

 

 

 

 

“O Gesù, mi Pento e mi Dolgo con tutto il Cuore per i miei peccati, perché peccando ho Meritato i Tuoi Castighi e molto più perché ho Offeso Te, Infinitamente Buono e Degno d’Essere Amato Sopra ogni cosa. Propongo col Tuo Santo Aiuto di non OffenderTi mai più e di fuggire le occasioni prossime di peccato. Signore, Misericordia, Perdonaci, Amen!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

San Volfango di Ratisbona, Vescovo

Santa Lucilla di Roma, Vergine e Martire

 

 

 

 

 

Lettera ai Romani 11,1-2a.11-12.25-29.

Io domando dunque: Dio Avrebbe forse Ripudiato il Suo Popolo? Impossibile! Anch’io infatti sono Israelita, della Discendenza di Abramo, della Tribù di Beniamino.  Dio non Ha Ripudiato il Suo Popolo, Che Egli Ha Scelto Fin da Principio. O non sapete forse Ciò Che Dice la Scrittura, nel Passo in Cui Elia Ricorre a Dio contro Israele? Ora io domando: Forse inciamparono per cadere per sempre? Certamente no. Ma a causa della loro caduta la Salvezza E’ Giunta ai pagani, per suscitare la loro gelosia.   Se pertanto la loro caduta è stata Ricchezza del mondo e il loro fallimento Ricchezza dei pagani, che cosa non sarà la loro Partecipazione Totale! Non voglio infatti che ignoriate, Fratelli, Questo Mistero, perché non siate presuntuosi: l’indurimento di una parte di Israele è in Atto fino a che saranno entrate tutte le genti.    Allora tutto Israele Sarà Salvato Come Sta Scritto: “Da Sion Uscirà il Liberatore, Egli Toglierà le empietà da Giacobbe. Sarà Questa la Mia Alleanza con loro Quando Distruggerò i loro peccati”.   Quanto al Vangelo, essi sono nemici, per vostro vantaggio; ma quanto alla Elezione, sono Amati, a causa dei padri, perché i Doni e la Chiamata di Dio Sono Irrevocabili!

Salmi 94(93),12-13a.14-15.17-18.

Beato l’uomo che Tu Istruisci, Signore, e Che Ammaestri nella Tua Legge, per Dargli Riposo nei Giorni di sventura. Perché il Signore non Respinge il Suo Popolo, la Sua Eredità non La Può Abbandonare, ma il Giudizio Si Volgerà a Giustizia, La Seguiranno tutti i Retti di Cuore. Se il Signore non Fosse il Mio Aiuto, in breve Io Abiterei nel Regno del silenzio. Quando Dicevo: “Il Mio Piede Vacilla”, la Tua Grazia, Signore, Mi Ha Sostenuto.

Luca 14,1.7-11.

Un Sabato Gesù Era Entrato in casa di uno dei capi dei farisei per Pranzare e la gente stava ad osservarLo. Osservando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, Disse loro una Parabola: «Quando sei invitato a Nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più ragguardevole di te e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto! Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai Onore davanti a tutti i Commensali. Perché chiunque si esalta Sarà Umiliato, e chi si umilia Sarà Esaltato».

Traduzione Liturgica della Bibbia

Meditazione del Giorno

San Bernardo, Monaco Cistercense e Dottore della Chiesa

Sul Cantico dei Cantici, 37

Il Segreto dell’Ultimo Posto

 

Se sapessimo chiaramente a quale Posto Dio Mette ciascuno di noi, dovremmo acconsentire alla Verità senza mai Crederci più grandi o più piccoli di quello che siamo. Ma ora, poiché i Decreti di Dio Sono Avvolti nelle tenebre e la Sua Volontà ci E’ Nascosta, E’ più Sicuro, Secondo il Consiglio della Verità Stessa, scegliere l’ultimo posto, dal quale Saremo Chiamati con Onore per Ricevere un Posto più Alto. Quando devi passare per una porta il cui architrave è troppo basso, tu puoi abbassarti quanto vuoi senza farti male; ma se ti alzerai sia pure dello spessore di un dito al di sopra dell’altezza della porta, ci sbatterai contro e ti romperai la testa. Allo stesso modo non bisogna temere alcuna Umiliazione, per grande che sia, ma avere un gran timore e orrore anche del minimo moto di presunzione. Quindi non ci paragoniamo con quelli che sono superiori o inferiori a noi, non ci confrontiamo con alcuno, neanche con un solo uomo. Che ne sai tu? Immaginiamo un uomo che forse stimi come il più spregevole di tutti, la cui vita infame ti fa orrore. Magari pensi poterlo disprezzare non solo in rapporto a te, che credi di Vivere nella Sobrietà, Giustizia e Pietà, ma anche in rapporto ad altri malvagi, considerandolo il peggiore. Chissà se non diventerà un Giorno migliore di te e degli altri o se non lo è già realmente in Dio? Perciò il Signore Vuole Che Scegliamo non un posto mediocre, né il penultimo e neanche uno degli ultimi, ma dice: “Va’ a metterti all’ultimo posto”, in modo che solo tu sia l’ultimo di tutti. Così non penserai, non dico a preferirti,  ma neanche a paragonarti a nessun altro.

Benedetto nei Secoli il Signore!

 

 

 

 

 

 

Gloria Pàtri, et Fìlio, et Spìritui Sancto,
Sicut Erat in Princìpio, et Nunc, et Semper,
et in Saècula Saèculorum. Amen!

 

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen!

Ascolta la versione in Aramaico 1  (mp3)

 

Leave a reply