Lettera aperta ad un Amico (Riceviamo e pubblichiamo).

 

 

 

Caro A., non sai che sono a conoscenza del Tuo attuale stato di salute, ma vorrei EsortarTi a non aver Paura, a non immaginar la Dipartita terrena come un salto nel buio, a Prender Coscienza del Fatto che quaggiù siam Veramente Solo di Passaggio! E Questo, Amico Fraterno, in considerazione della Stima che ho Sempre avuto per Te, persona Intelligente e Creativa, oltreché per Bene.

Anche per Ciò, sarebbe mio Preciso Desiderio umano e Dovere Cristiano star lì al Tuo fianco, nel Momento Esatto del Trapasso, TenendoTi la mano, onde “AccompagnarTi” Spiritualmente nel Luminoso Mondo Ch’E’ Oltre al conosciuto, Affidando la Tua Nobile Anima al Figlio dell’Uomo – il Cristo di Dio, Che L’Accoglierà con Amore.

E Bada Bene – però, perché non Sarà un “Addio”, ma un Vero e Proprio Arrivederci, giacché mi Precederai Di Là per qualche anno dei nostri, Così Avendo finanche l’Opportunità – per Grazia Ricevuta, di Pregare per me.

Un Sincero Abbraccio.