Rivelazioni dello Spirito (dalla cella del Buon Consiglio).

 

 

 

 

 

Esortazione alla Profonda Riflessione

 

 

 

 

Come purtroppo noto, alcuni Passaggi Auspicati non Sembrano Procedere nella Giusta Direzione, forse a causa dell’eccessiva attenzione di qualche figurante, verosimilmente interessato a tutelare le personali cose, in luogo di Quelle del Signore.   Tuttavia, l’Era di Pace Verrà Preceduta da non poco umano dolore, poiché vacilleranno le effimere certezze dei Popoli, ormai rimasti pressoché in balia del nulla! I governanti della Terra sanno che sta per Accadere un Qualcosa, ma i loro “informatori stranieri” non conoscono appieno la Verità, giacché Cacciati dalla Corte Celeste Prima della Rivelazione, Ch’E’ Appannaggio Esclusivo del Figlio dell’Uomo.   Ora, Proprio a voler Far Luce nei meandri della Storia – almeno Così Come ce l’hanno trasmessa ed insegnata, la Gloria di Dio Prenderà Sì Possesso della Terra – Insediandovisi Mediante Gesù, ma non pochi ancora parlano e scrivono di Questo Evento senza nemmeno immaginare Concretamente – però, i Risvolti Attuativi di Tal Solenne Passaggio.    La Repentina Occupazione del mondo – infatti, Si Avrà Attraverso l’Esplosione Planetaria del Puro Amore, la Cui Intuibile Potenza Scardinerà gli usi consolidati quaggiù e persino l’Appena Conosciuto D.N.A., Generando profondo disorientamento ed indefinibile incredulità negli Animi, ovviamente confusi dall’ormai imperante caos e non abituati a Ciò.   V’E’ però da aggiungere che – finanche tra i ritenuti Fedeli, vi sono soggetti particolarmente inclini all’esaltazione e protesi ad autoreferenziarsi, vizi – questi, estremamente pericolosi per loro stessi e per la collettività tutta! Nelle more, certe Creature – pur citando del Signore, si pongono inconsapevolmente al servizio del demonio, giacché non Amarono Genuinamente Dio – Come il Cuore e l’Animo Meriterebbero, ma in Lui tentarono di Trovare Rifugio, forse perché in fuga dalle sventure della Vita, il più delle volte fatta di profonde incomprensioni e di ostinazione ataviche, tipiche del comportamento di quegli insicuri che covano rancore nei confronti dei presunti e terreni aguzzini.   E cosa aggiungere – poi, agli atteggiamenti di ritenuti portatori di Doni dal Cielo, che Ben si guardano – però, dal coinvolgere le proprie realtà – anche Familiari, alle presunte Questioni Ultraterrene, agendo in forma massicciamente conservativa e umana sotto ogni profilo.    Va da sé che l’ipocrisia e la mancanza di Carità non appartengono alla Divina Misericordia e né alla Giustizia del Cristo di Dio, Che Ben Saprà Collocare siffatte azioni, frutto di menti disorientate e frustrate.   In provvisoria chiusura, Abbandoniamoci al Rigoroso Rispetto Verso il Magnifico Creatore e alle Lui Subordinate Autorità del Cielo, nonché Verso il Prossimo nostro, mai dimenticando che dovremo Attendere soltanto l’Inesorabile Sopraggiungere di Sorella Morte corporale, con la Pace e la Serenità Diffuse nei Cuori, senza timore alcuno e Consapevoli Che la Salvezza Finale Interverrà nell’Attimo in Cui il Re dei re Intenderà Occuparsi di noi! Un Fraterno Abbraccio alle Creature di Buona Volontà, in Cristo.