Sabato Santo 2016 (2023) A.D.

 

 

Buongiorno nel Signore! In Questo Sabato Santo, Fratelli e Sorelle Carissimi, dovremmo Piangere per noi stessi e per i nostri Figli, e non per il Sempiterno Gesù Cristo, giacché l’Ira Incombe sul Pianeta, ancora chiuso nella mente e dal Cuore di pietra.
Infatti e nelle more, ci Commuoviamo nell’osservare questo o quell’Evento, mentre restano immutate le condizioni della Terra, sempre più Esposta alle Punizioni Che l’Altissimo Sta Inviando alle genti, perché Comprendano e si Ravvedano.
I “più scaltri” – intanto, continuano a parlare e scrivere d’un “Dio d’Amore e Buono”, considerandoLo alla stregua “d’un Fesso”, benché le condizioni in cui versiamo siano ormai evidenti ed innegabili.
Ciò posto, mentre E’ in Corso la Commemorazione d’una spiacevolissima e buia pagina della Storia del mondo, che ci ostiniamo tuttavia a non metabolizzare, rimbocchiamoci umilmente le maniche e – avviandoci finalmente al Lavoro Vero, Tentiamo insieme di star meno coi “piedi in Terra”, Elevandoci al Cielo mediante i Buoni sentimenti, poiché al Padre Interessano le Anime Candide e Belle, avulse – quindi, dall’ipocrisia.

Leave a reply