Scritti di Maria Valtorta – Sullo scandalo ai Bambini.

” (…) e guardatevi dallo scandalizzare Uno di Questi Piccoli, il Cui Occhio Vede Iddio.
Non si deve mai dare scandalo a nessuno. 
Ma guai, tre volte guai, a chi sfiora il Candore ignaro dei Fanciulli! Lasciateli Angeli più che potete. Troppo ripugnante è il mondo e la carne per l’Anima – Che Viene dai Cieli! E il Fanciullo, per la Sua Innocenza, E’ ancora Tutt’Anima.
Abbiate Rispetto all’Anima del Fanciullo e al Suo Stesso Corpo, Come avete Rispetto al Luogo Sacro.
Sacro E’ anche il Fanciullo, perché ha Dio in Sé.
In Ogni Corpo E’ il Tempio dello Spirito.
Ma il Tempio del Fanciullo E’ il Più Sacro e Profondo, E’ Oltre il Doppio Velo.
Non scuotete neppure le tende della sublime ignoranza della concupiscenza, col vento delle vostre passioni.
Io vorrei un Fanciullo in ogni Famiglia, in mezzo ad ogni raccolta di persone, perché Fosse di Freno alle passioni degli uomini.
Il Fanciullo Santifica, dà Ristoro e Freschezza Solo col Raggio dei Suoi occhi – senza malizia.
Ma guai coloro che levano Santità al Fanciullo – col loro modo di agire scandaloso! Guai a coloro che – con le loro licenza, danno malizie ai fanciulli! Guai a coloro che – con le loro parole e ironie, ledono la Fede in Me dei Fanciulli! Sarebbe Meglio che a tutti questi si legasse al collo una pietra da macina e si gettassero in Mare, perché affogassero col loro scandalo.
Guai al mondo, per gli scandali che dà agli Innocenti! Perché se è inevitabile che avvengano scandali, guai all’uomo che per sua causa li provoca”.

Leave a reply