Testimonianza (Riceviamo e pubblichiamo).

 

 

 

 

“In questi Tempi, alla periferia Sud della città di Roma, su d’un balcone molto piccolo, di forma rettangolare, posto al primo piano e con le protezioni in tondino di ferro, una bimbetta giocava da sola! Dal basso, seduto ad un bar con degli Amici, mi riusciva di vederla chiaramente, piccola com’era – di circa 3 anni.   Lasciato il luogo in cui si trovava, la bambina si arrampicava improvvisamente sull’adiacente parete – a mani nude, facendo il giro esatto dell’intero palazzo, tornando poi alla originaria sede.   Immediatamente e per Divina Illuminazione, scagliavo una serie di Esorcismi al suo riguardo, intuendo la presenza malefica nel suo Animo.   Subito dopo, trovandomi in casa e avvertendo che lo scomodo “inquilino” intendeva vendicarsi per tale affronto, afferravo un Crocifisso ligneo – appeso alla parete del mio studio, ponendoLo fermamente verso l’atrio del mio alloggio – inspiegabilmente luminoso e spoglio di qualsiasi arredo, mentre la piccola si materializzava proprio sull’uscio, accompagnata fisicamente dai genitori arabi, col padre di Religione islamica.   Cominciai una non facile lotta Spirituale, fatta di Preghiere ed Esortazioni nel Nome di Gesù Cristo; all’improvviso, delle Sfere di colore rosso si materializzarono attorno ai piedi della Fanciulla, impedendole di proseguire verso il Cuore della mia abitazione, Ove Veniva Custodita una Importante Reliquia del Figlio dell’Uomo, avuta a suo Tempo per Vie Straordinarie. La bimba, ormai sfinita e riversa al suolo, con la bocca aperta e piena di bava, veniva abbandonata dalla diabolica scia dei servi del male, che fece ritorno alle tenebre.   Guardai i parenti accorsi sul luogo, restituendo la piccola al papà e ai fratellini, che Ringraziarono l’Agnello di Dio – Gesù, per il Concesso Miracolo”.